Clear Channel vince la gara del Comune di Venezia

Clear Channel si è aggiudicata la gara indetta dal Comune di Venezia per la concessione, in esclusiva, della commercializzazione dell’advertising di tutto l’inventory pubblicitario di Mestre/Venezia che consta di 138 facce di billboard e 135 stendardi, impianti specificatamente progettati per il Comune di Venezia.

Nel contratto, valido per un anno con possibilità di proroga di un altro anno, è incluso anche l’appalto relativo alla gestione degli spazi pubblicitari della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, evento cinematografico di rilevanza internazionale che si inquadra nel più vasto scenario della Biennale di Venezia e che si svolge annualmente nella città lagunare e nello storico Palazzo del Cinema del Lido.

Clear Channel è presente, da oltre vent’anni, al Lido di Venezia con il compito di gestire tutta la comunicazione esterna nell’ambito del Festival, grazie a un network di impianti pubblicitari collocati nei punti più strategici, in zona fronte ‘red carpet’ e in tutta l’area riservata alla manifestazione, coniugando posizioni di assoluto valore con impianti di qualità, per consentire ai brand di dominare l’intera area garantendo una forte visibilità volta a catturare l’attenzione degli spettatori e dei più prestigiosi media internazionali.

Ha dichiarato Mats Lundquist, General Manager di Clear Channel Italia: “Questa aggiudicazione non fa che rafforzare i buoni rapporti con il Comune di Venezia, con il quale Clear Channel collabora da oltre 20 anni. L’aver ottenuto dal nostro Headquarter di Londra il consenso a partecipare alla gara è la conferma di una rinnovata fiducia e del forte impegno di questo Board sulla necessità di dare continuità della nostra presenza a Venezia. Colgo l’occasione per ringraziare il reparto ‘Patrimonio & Sviluppo’ di Clear Channel Italia per l’impegno profuso, un team di professionisti che gestisce con competenza oltre 25.000 impianti pubblicitari in concessione di vario formato, di cui 1.500 facce in digitale e 550 contratti con privati”.

 

Wpp in ‘radical evolution’ annuncia il nuovo piano strategico triennale

Wpp ha presentato ieri il nuovo piano strategico triennale che promette una ‘radical evolution’ per riportare in crescita il business della holding mondiale della comunicazione. La strategia riflette una nuova visione di Wpp come leader nella creatività e nella tecnologia.

Incorpora un’offerta più semplice e migliorata, progettata per cogliere le opportunità di un mercato in evoluzione e una struttura snella costruita intorno alle esigenze dei clienti. Comprende inoltre ulteriori investimenti in creatività, tecnologia e talenti per migliorare la proposta di Wpp ai clienti e favorire la crescita.

In particolare, il gruppo prevede di conseguire una crescita organica in linea con i suoi pari con un margine di profitto operativo (escluse le società collegate) di almeno il 15% entro la fine del 2021 come risultato della strategia. La società sosterrà costi di liquidità per la ristrutturazione di 300 milioni di sterline nei prossimi tre anni per raggiungere risparmi annuali stimati in 275 milioni di sterline entro la fine del 2021, circa la metà dei quali saranno reinvestiti nell’attività.

Mark Read, Chief Executive Officer di Wpp, ha dichiarato: “Ciò che ascoltiamo dai clienti è molto coerente: vogliono la nostra creatività e vogliono essere aiutati nel trasformare la loro attività in un mondo ridisegnato dalla tecnologia. Questo è il cuore di ciò che facciamo. Stiamo fondamentalmente riposizionando Wpp come un’azienda di trasformazione creativa con un’offerta più semplice che ci consente di soddisfare le esigenze presenti e future dei clienti. Questa proposizione più contemporanea ci ha già aiutato a vincere nuovi budget, incluso l’incarico creativo di Volkswagen in Nord America. La ristrutturazione della nostra attività consentirà maggiori investimenti in creatività, tecnologia e talento, migliorando le nostre capacità nelle categorie con il maggiore potenziale di crescita futura. Oltre a migliorare la nostra offerta e creare opportunità per i clienti, questo investimento guiderà una crescita sostenibile e redditizia per i nostri azionisti”.

Read descrive il nuovo approccio come una “evoluzione radicale” (radical evolution): “Radicale perché stiamo adottando azioni decisive e implementando importanti cambiamenti; evoluzione perché raggiungeremo questo obiettivo nel rispetto delle cose che fanno di Wpp la grande azienda che è oggi”.

Secondo fonti di stampa estera, il Ceo Mark Read ha precisato che non sono attualmente previsti ulteriori ‘merger’ dopo le già annunciate fusioni tra VML e Y&R e Wunderman e J. Walter Thompson. Read ha tuttavia spiegato che il processo di ‘snellimento’ della struttura porterà globalmente alla riduzione di 3.500 posti di lavoro nei prossimi tre anni, contestualmente 1.000 nuove posizioni saranno aperte in aree strategiche.

Continua inoltre il processo di ricerca di un partner finanziario e strategico per Kantar, con Wpp che manterrà una quota di minoranza nella società. sarà probabilmente annunciata nel secondo trimestre del 2019. Sono state già ricevute numerose manifestazioni di interesse, se la transazione andrà in porto l’annuncio avverrà nel secondo trimestre 2019. Di seguito alcuni punti chiave del piano triennale:

 

Visione, Scopo e Identità – La visione di Wpp è quella di essere una società di ‘trasformazione creativa’, che riunisce creatività e competenza in tecnologia e dati, con lo scopo di costruire futuri migliori per i propri dipendenti e clienti. Questo nuovo posizionamento competitivo è stato sviluppato in consultazione con il personale e i clienti ed è supportato da una nuova identità di marchio creata dalle agenzie Wpp Superunion e Landor.

 

Un’offerta migliorata e più semplice – L’offerta futura di Wpp coprirà quattro aree: communications, experience, commerce e technology (comunicazioni, esperienza, commercio e tecnologia). Communications: si concentrano su pubblicità, contenuti, media, pubbliche relazioni, affari pubblici e sanità. Experience: riflette la crescente necessità dei clienti di creare nuove esperienze di marca, prodotti e servizi. Commerce: consente a Wpp di espandere la sua crescente attività nel commercio omni-channel e il suo lavoro con i marchi per aiutarli ad avere successo in mercati come Alibaba e Amazon. Technology: è alla base del lavoro di Wpp con CMO e CIO per creare e utilizzare tecnologie di marketing che supportano le attività rivolte ai consumatori e ai clienti. Le aree experience, commerce e tecnologia rappresentano già circa un quarto delle entrate di Wpp.

 

Rinnovato impegno per la creatività – Wpp ha vinto il premio ‘Holding Company of the Year’ al Festival Internazionale della Creatività di Cannes Lions per sette anni consecutivi tra il 2011 e il 2017 – ma l’azienda deve investire di più in questo settore. Come parte di questa revisione strategica, Wpp sta rinnovando l’impegno per la creatività, investendo una somma incrementale di 15 milioni di sterline l’anno per i prossimi tre anni in leadership creativa, con particolare attenzione agli Stati Uniti.

 

Tecnologia, dati, partner e piattaforme – Accanto alla creatività, saranno accelerate e promosse le capacità tecnologiche e di dati come fonti di vantaggio competitivo per Wpp. Il gruppo seguirà un approccio coerente trasversalmente adottando una strategia tecnologica comune, sfruttando i punti di forza interni.

 

Struttura più semplice – Wpp è diventata troppo ‘ingombrante’, con troppe duplicazioni non sempre in grado di soddisfare le esigenze dei clienti. Pertanto, il punto centrale della nuova strategia è una struttura più semplice, che si basa su tre principi: Clienti: diventerà un’organizzazione più incentrata sul cliente per offrire il meglio di Wpp. Aziende: si avranno meno società più integrate e attrezzate per adattarsi a un mercato in evoluzione. Paesi: ci saranno ulteriori integrazioni a livello nazionale per sfruttare i punti di forza nei singoli mercati.

 

Progressi fino a oggi – Dall’aprile di quest’anno, sono stati compiuti progressi consistenti verso gli obiettivi. Ciò include la creazione dei network integrati VMLY&R e Wunderman Thompson; l’allineamento delle agenzie Health statunitensi e l’eliminazione della sub-holding Wpp Health & Wellness. VML, Y&R, Wunderman, J. Walter Thompson e Wpp Health & Wellness rappresentano complessivamente il 23% delle entrate di Wpp. Sono stati inoltre ceduti 16 business non core, raccogliendo 704 milioni di sterline per ridurre il debito.

 

Outlook 2018 e 2019 – Si prevede di riportare i risultati dell’intero anno in linea con le aspettative, con una crescita dei ricavi vicina al -0,5%. Il 2019 sarà un anno di investimenti nel business con l’esecuzione del programma di riduzione dei costi e ulteriori azioni intraprese per riportare l’azienda verso una crescita sostenibile a lungo termine.

 

Ristrutturazione e investimenti – Le azioni includono:

• L’integrazione di VML e Y&R, e Wunderman e JWT.

• Corretto dimensionamento e smaltimento delle imprese meno performanti.

• Chiusura di attività non sostenibili.

• Ulteriore sviluppo del progetto di co-location Campus.

• Stabilire un’infrastruttura di servizi condivisi coerente per supportare 30 Paesi nei prossimi 5 anni.

 

Fiera Milano: ‘lavori in corso’ sul fronte della comunicazione. Al via gara

Secondo quanto risulta a Today Pubblicità Italia sarebbero almeno quattro le agenzie invitate da Fiera Milano con l’obiettivo di definire il partner che gestirà le prossime attività di comunicazione.

Nei giorni scorsi il più importante operatore fieristico e congressuale italiano, fra i principali al mondo, avrebbe coinvolto le sigle creative in una gara che ruoterebbe intorno a un esercizio focalizzato su uno dei prossimi appuntamenti fieristici in calendario nel 2019.

In particolare le agenzie sarebbero state chiamate a lavorare su una campagna stampa, che dovrebbe avere anche una connotazione corporate, e sugli elementi di brand identity della manifestazione.

Da questa consultazione dovrebbe emergere il nome del partner di comunicazione di Fiera Milano per il 2019 che potrebbe affiancare il gruppo anche nell’ottica di un più ampio processo di rinnovamento del sistema di comunicazione.

 

Al via le gare dei Consorzi Cacciatore e Zampone e Cotechino Modena IGP

Nell’ambito del Programma ‘Enjoy the authentic joy’ pubblicati due bandi in scadenza il 19 dicembre per diverse attività di comunicazione in Italia e all’estero

Il Consorzio Zampone e Cotechino Modena IGP ha pubblicato il Bando di gara per la selezione di un Organismo di esecuzione per il Programma ‘Enjoy the authentic joy’ da realizzarsi in Italia e in Belgio.

Il progetto è rivolto alla valorizzazione e alla promozione dei marchi DOP e IGP in Italia e in Belgio con specifico riferimento ai prodotti tutelati dal Consorzio Zampone e Cotechino Modena IGP e dagli altri due Consorzi che partecipano al progetto, Mortadella Bologna e Cacciatore Italiano.

Il programma partirà nei primi mesi del 2019 e avrà durata triennale. L’aggiudicatario dovrà realizzare e gestire diverse attività individuando le migliori soluzioni strategiche e innovative quali comunicazione web e social, realizzazione di eventi per la stampa e per gli operatori di settore, advertising su carta stampata.

I soggetti interessati possono consultare e scaricare tutta la documentazione tecnica sul sito www.modenaigp.it. Il termine ultimo per presentare le offerte è il 19 dicembre 2018 alle ore 17. Il valore dell’appalto triennale è pari 1.954.320 euro, Iva esclusa.

Contemporaneamente anche il Consorzio Cacciatore Italiano ha pubblicato il Bando di gara per la selezione di un Organismo di esecuzione per il Programma ‘Enjoy the authentic joy’ da realizzarsi sul mercato di Hong Kong.

Il progetto è rivolto alla valorizzazione e alla promozione dei marchi DOP e IGP nel mercato di Hong Kong con specifico riferimento ai prodotti tutelati dal Consorzio Cacciatore Italiano e dagli altri due Consorzi che partecipano al progetto, Mortadella Bologna e Zampone e Cotechino Modena IGP. Il programma partirà nei primi mesi del 2019 e avrà durata triennale.

L’aggiudicatario dovrà realizzare e gestire diverse attività individuando le migliori soluzioni strategiche e innovative quali PR e ufficio stampa, comunicazione web e social, partecipazione a fiere ed eventi. I soggetti interessati possono consultare e scaricare tutta la documentazione tecnica dal sito salamecacciatore.it.

Il termine ultimo per presentare le offerte è il 19 dicembre 2018 alle ore 17. Il valore dell’appalto, Iva esclusa, è pari a 935.625 euro.

 

Vittorio Bonori nuovo Ceo di Publicis Groupe Italia

Publicis Groupe ha annunciato oggi la nomina di Vittorio Bonori a Ceo di Publicis Groupe Italia. Bonori assumerà la carica da gennaio 2019 e riporterà a Gerry Boyle, Ceo di Publicis Media EMEA & APAC con un ruolo di leadership per Publicis Groupe anche in Southern Europe. Bonori sostituisce Emanuele Saffirio che ha deciso di lasciare il Gruppo per dedicarsi a nuovi progetti personali. Oltre al nuovo incarico in Italia, Bonori continuerà a far parte dell’executive leadership team di Publicis Media, guidato da Steve King, Ceo a livello globale del media solution hub del Gruppo.

Nel suo nuovo ruolo Bonori supervisionerà tutti i solution hub di Publicis Groupe Italia: Publicis Communications, Publicis Media, Publicis.Sapient e le agenzie che li compongono.

Con quasi venti anni di esperienza in ruoli di leadership all’interno di Publicis Groupe, Bonori è stato negli ultimi due anni Global Brand President di Zenith, dopo molti anni nel ruolo di Ceo di ZenithOptimedia Italy, South Mediterranean, Middle East & Africa. Proprio durante la sua carica come Global Brand President, Zenith ha rinnovato il posizionamento con il nuovo approccio ROI+, ottenendo numerosi riconoscimenti, tra cui Leader Network nel Forrest Wave: Global Media Agencies, Q3 2018 report e la prima posizione nella ranking list di Campaign, che ha definito Zenith come una delle agenzie più influenti degli ultimi 50 anni.

“Ringrazio Emanuele per l’importante contributo dato a Publicis Groupe Italia. Gli auguriamo il meglio per la nuova sfida che ha deciso di intraprendere e gli siamo grati di averci dato il tempo di individuare il giusto successore e di restare per il periodo di transizione – dichiara Boyle -. Vittorio ha dimostrato di essere un leader e un innovatore, con impegno costante verso i clienti e verso l’azienda. Sarà un partner eccezionale e di grande supporto per la trasformazione sia per i clienti che per i nostri talenti, continuando a lavorare nell’ottica del Power of One”.

“Ho sempre pensato che Publicis Groupe fosse la miglior holding nel mercato della comunicazione. Ne sono ancora più convinto ora, dopo aver avuto la possibilità di conoscere meglio il Gruppo, la sua visione e i suoi talenti – dice Saffirio -. Non è stato facile prendere la decisione di lasciare questo Gruppo, ma mi considero un imprenditore e mi mancava il coinvolgimento personale che si ha quando si gestisce una propria azienda. Sono felice della scelta del Gruppo di nominare Vittorio come mio successore. Sarà un eccellente leader”.

“Sono entusiasta di questo nuovo incarico e di tornare nel paese in cui è iniziata la mia carriera in Publicis Groupe e in cui ho lavorato come agency leader per molti anni -commenta Bonori -. Non vedo l’ora di iniziare a lavorare con tutti i nostri talenti e i diversi clienti del Gruppo”.

Bonori, che sarà di base a Milano,  lavorerà insieme a Saffirio nei prossimi mesi per garantire al meglio la transizione della leadership del Gruppo in Italia. Nelle prossime settimane un nuovo Global Brand President verrà nominato alla guida di Zenith.

Per i canali del Gruppo DeAgostini ricavi 2018 tra i 26 e i 27 milioni di euro

Cresce del 5% la raccolta adv di Super! e vengono raggiunti gli obiettivi di ascolti prefissati per Alpha, per il quale la raccolta è da poco passata a Sky Media. Per i palinsesti natalizi, tante produzioni originali tra cui Monstershop, con la partecipazione straordinaria del Maestro Beppe Vessicchio

I canali tv del Gruppo De Agostini si preparano a festeggiare Natale offrendo ai telespettatori un palinsesto ricco di progetti e novità perché, come spiega Massimo Bruno, Head of Tv Channels De Agostini Editore, “ci siamo sempre dati come mission quella di investire in produzioni originali e continuiamo in questa direzione”.

Le principali novità del palinsesto natalizio sono infatti: Monstershop, sketch comedy prodotta da DeAKids in collaborazione con Antoniano di Bologna e Feedback Audiovisivo, in onda su DeAKids dal 15 dicembre tutti i giorni alle 17.45, con la partecipazione del Maestro Beppe Vessicchio e di Celeste e Placido Guagliandolo dei Moderni; New School 2, sempre su DeAKids, dal 3 dicembre dal lunedì al venerdì alle 18, prodotto da DeAKids in collaborazione con Beachwoood Canyon Production e Maestro Production; la settima stagione di Missione Cuccioli, su DeAKids dal 14 gennaio ogni lunedì alle 20, con un’anteprima l’1 gennaio alle 10.35, prodotto da Magnolia; Destinazione Pesca, in onda su Alpha dal 16 dicembre ogni domenica alle 23, coproduzione Alpha e GFP Production, condotto da Roberto Ripamonti.

 

 

Non solo produzioni esclusive nel palinsesto delle feste: su Super! la teen star americana JoJo Siwa sarà protagonista con il programma Lyp Sync Battle Shorties Holiday Special, su DeAJunior saranno in onda, oltre alle puntate natalizie delle serie più amate, i videoclip delle canzoni dello Zecchino d’Oro 2018; su Alpha una settimana intera sarà dedicata alla neve con la Frozen Week. Inoltre, DeAKids+1 (canale 602 di Sky) dal 31 dicembre al 6 gennaio si trasformerà in Barbie Channel, con tantissimi film e cartoni animati.

Pierfrancesco Gherardi

In occasione della presentazione del palinsesto, Pierfrancesco Gherardi, Managing Director Digital De Agostini ha fatto un primo bilancio del 2018 che si sta per chiudere: “In un anno impegnativo per il mercato, sia per affollamento sia per il trend economico, per noi i segnali sono stati molto positivi. A partire da Super! (canale in joint venture con Viacom International Media Networks Italia, ndr) che si attesta come primo canale nel target 4-14 anni dopo un lungo inseguimento a Boing partito nel 2012. E anche Alpha, seppur con numeri più circoscritti, ci sta dando soddisfazioni, avendo raggiunto il mese scorso l’obiettivo di share dello 0,24% che ci eravamo preposti. Inoltre, nel secondo semestre ha registrato una crescita del 15% rispetto al primo, registrando la seconda miglior performance tra i canali”.

A proposito di Alpha, Gherardi spiega i motivi che hanno portato al cambio di concessionaria da Viacom a Sky Media, operativa da settembre: “Dal lancio del canale a ottobre 2017 ci sono stati molti cambiamenti, con l’arrivo di nuovi player e lo spostamento di alcuni canali. Il contesto era diverso e quindi, mentre Viacom è un nostro partner molto importante sul target kids, ci è sembrato che un nuovo assetto commerciale potesse rispondere meglio a questa sfida. Al momento siamo quindi in una fase transitoria ma abbiamo raggiunto gli obiettivi che ci aspettavamo”.

Sul fronte dei risultati, Gherardi dà un’indicazione sui ricavi del gruppo: “Considerando Super! consolidato, ci assestiamo intorno ai 26-27 milioni di euro, in crescita rispetto al 2017, grazie all’arrivo di Alpha. A perimetro omogeneo i ricavi sono stabili. Alcune aree sono cresciute, ad esempio la raccolta pubblicitaria su Super!, curata da Viacom fa segnare un +5%, mentre altre aree sono in leggero calo”.

Super! è il primo canale commerciale dall’inizio dell’anno (YTD 2018) registrando un ascolto medio sopra i 53.000 AMR sul target 4-14 anni con una share del 6,59% e numerose performance picco di giornata. Per quanto riguarda DeAKids e DeAJunior, che rappresentano circa il 13% degli ascolti dei canali kids sulla piattaforma Sky, la raccolta, curata da Prs, “mantiene la quota di mercato ma il trend sui canali sat pay non è positivo perché gli investitori privilegiano il dtt”.

Tra i progetti in vista per il 2019: “portare Alpha dove vogliamo che sia, consolidare tutto il resto e sul fronte web, dopo l’allargamento del perimetro di DeAbyDay con Curenaturali.it, stiamo guardando ad altri accordi per ampliare il network”, conclude Gherardi.

 

Radio Italia, nel 2018 la raccolta adv cresce oltre l’11%

Al via il contest ‘Sicurezza stradale in musica’ promosso con Anas (Gruppo FS Italiane). Giurato speciale Fedez

Radio Italia, forte dei 35 milioni di ascoltatori settimanali si conferma il partner ideale per arrivare alle persone. Non a caso, dopo il successo dello scorso anno con la sperimentazione del primo contest ‘Sicurezza stradale in musica’, realizzato per la prima volta in Italia, Anas (Gruppo FS Italiane) promuove la 2° edizione in collaborazione con il Gruppo Radio Italia, partner esclusivo dell’iniziativa.

La conferenza stampa di presentazione si è svolta ieri presso il Verti Music Place a Cologno Monzese (Milano) dove sono intervenuti tra gli altri il responsabile Relazioni Esterne e Comunicazione di Anas Mario Avagliano e il Presidente ed Editore di Radio Italia Mario Volanti.

Nel corso dell’incontro è stato proiettato un videomessaggio del cantautore e artista Fedez, giurato speciale che, insieme a Mario Volanti, Mario Avagliano, Mario Sala (Direttore Virgin Records di Universal Music Italy), Manola Moslehi, speaker di Radio Italia e un ascoltatore di Radio Italia Rap, sceglierà i vincitori del contest.

‘Sicurezza stradale in musica’ è aperto a cantanti, musicisti o band emergenti ed è finalizzato alla scoperta di nuovi talenti appartenenti al genere musicale rap e trap, che possano avere grande impatto sulle nuove generazioni e utilizzare le loro musiche e canzoni come efficace e potente strumento di promozione della cultura sulla sicurezza stradale.

Nella primavera 2019, saranno scelti 10 finalisti che si esibiranno live: tra loro, sarà proclamato il vincitore del contest 2019 che avrà l’occasione di esibirsi dal vivo nel pre-show di Radio Italia Live – Il Concerto 2019 e in altri importanti eventi musicali.

Il brano del vincitore del contest, inoltre, sarà distribuito su etichetta Virgin Records di Universal Music Italy. Le domande di iscrizione possono essere effettuate fino al 28 febbraio 2019 al sito web dedicato: www.sicurezzastradaleinmusica.it o anche su www.stradeanas.it e www.radioitalia.it. A supporto è stato lanciato uno spot sui mezzi del gruppo radiofonico per promuovere il contest.

 

La radio un mezzo potente, flessibile ed economico

 

Mario Volanti

Dalla ormai pluriennale collaborazione con Anas, nasce l’idea di questo contest.

“Siamo orgogliosi di aver portato avanti anche quest’anno la partnership con Anas – ha sottolineato Mario Volanti -. Vogliamo sensibilizzare e diffondere il più possibile il tema sulla sicurezza stradale, soprattutto tra i giovani. Radio Italia è al passo con tutte le evoluzioni musicali: particolare è l’attenzione al mondo rap e trap, mantenendo comunque una sua storicità di linguaggio e quindi proponendo questa iniziativa nella quale i rapper sono invitati a creare dei testi che, aventi oggetto la sicurezza stradale, abbiano dei contenuti positivi e un linguaggio mai sopra le righe”.

L’emittente, che in questi mesi sta seguendo i tour di Marco Mengoni, Jovanotti, Cesare Cremonini e Vasco Rossi, è al terzo posto nella classifica delle radio più ascoltate nel giorno medio secondo RadioTER, l’indagine realizzata dal Tavolo Editori Radio (TER) e condotta da Gfk/Ipsos (vedi notizia).

“Per fine anno supereremo i 5 milioni di ascoltatori nel giorno medio – continua l’Editore e Presidente di Radio Italia -. Il nostro target è in prevalenza adulto-femminile e responsabile acquisti, ma stiamo conquistando sempre di più un pubblico giovane. La radio si trasforma e usa le nuove tecnologie per distribuire il proprio prodotto”.

Infatti a oggi Radio Italia vanta più di tre milioni di fan sui social e oltre 3,2 milioni di app iRadioItalia scaricate.

“La radio rimane e si conferma un mezzo potente, flessibile ed economico – continua Volanti -. Considerando lo scenario competitivo, l’attenzione sulla radio c’è e continua a crescere, dimostrandosi un mezzo solido. La radio rappresenta il 5% del mercato totale pubblicitario (valore 6 miliardi nel 2017 secondo le stime Nielsen, ndr) con un margine di crescita che potrebbe salire sino all’8%”.

Dopo il passaggio da Mediamond a Manzoni&C. Volanti si ritiene soddisfatto anche sul fronte pubblicitario. “Il mese di ottobre è stato molto positivo e prevediamo di chiudere il 2018 con una raccolta adv sopra l’11% rispetto al 2017. Per il 2019 puntiamo a continuare a crescere e ci stiamo preparando al tradizionale concerto in Piazza Duomo”.

 

On air il nuovo spot di Lucano firmato da PicNic

Tre i soggetti da 15’’ che descrivono la versatilità di consumo di Amaro Lucano, on air sulle principali reti generaliste e satellitari e sul web con pianificazione di Starcom

Alzi la mano chi, almeno una volta nella vita, scherzando con gli amici non ha mai fatto sua la battuta ‘Cosa vuoi di più dalla vita?’, ricevendo l’istintiva risposta: “Un lucano!”.

E questo grazie a uno dei payoff televisivi più efficaci degli ultimi decenni e che è entrato nel nostro quotidiano ricordando a tutti un brand che da sempre è stato capace di accompagnare i momenti piacevoli della giornata, in cui tutti i problemi vengono dimenticati per lasciare spazio alla libertà, al piacere e al divertimento.

Ed è proprio intorno allo storico payoff che nasce la nuova campagna di comunicazione di Amaro Lucano: tre soggetti che raccontano in maniera fresca e ironica le occasioni di consumo di questo amaro che ha fatto la storia: a casa con gli amici di sempre, come fine pasto al ristorante o – seguendo uno dei trend del momento – in un cocktail bar.

Tre i soggetti da 15’’ che descrivono la versatilità di consumo di Amaro Lucano: al bar come base di originali cocktail, a casa sul divano bevuto liscio ma sempre freddo e al ristorante gustato a fine cena con ghiaccio.

Il linguaggio utilizzato ribadisce il mood ironico, fresco e scanzonato che ha da sempre caratterizzato le comunicazioni del brand, riuscendo a parlare sia ai consumatori abituali che ai più giovani.

La campagna sarà on air dal 2 dicembre per 3 settimane sulle principali reti generaliste e satellitari e sul web. La strategia di comunicazione studiata da Starcom Italia sfrutta i tre asset della campagna di Amaro Lucano, sia in tv per presidiare il core target, sia sul digital per intercettare la parte più giovane e meno televisiva dei potenziali consumatori.

Proseguono inoltre le attività social di engagement con la community Calciatori Brutti, alle quali si aggiungerà una collaborazione con Casa Surace per raccontare in maniera ironica e divertente la consumer promo Party Lucano attiva fino al 24 gennaio (partylucano.it).

Al progetto ideato e realizzato dall’agenzia PicNic hanno lavorato alla direzione creativa Niccolò Brioschi, l’art director Alice Tari Re e il copywriter Paolo Barni. Gli account che hanno seguito il progetto sono Riccardo Beretta e Simona Apollonio.

La regia è di Enrico Trippa e il direttore della fotografia è Guido Mazzoni. La casa di produzione è The BigMama. La post produzione video è di Videozone, la post produzione audio di Screenplay. Musica originale di Massimiliano Pelan.

 

Il ‘signor Balocco’ on air con un Natale ‘doppio’. Investimenti 2018 a +7%

Tornano gli spot del 2017 firmati da Sunny Milano, a cui si affianca una pianificazione speciale studiata con Rai Pubblicità per Bottega Balocco – Italian Bakery 1927

Sarà particolarmente intensa l’attività di comunicazione natalizia di Balocco Spa, che da una parte ripropone la campagna ‘Buoni da generazioni’ lanciata nel 2017, dall’altra presenta una linea completamente nuova.

Alberto Balocco, Presidente e AD Balocco Spa, racconta a Today Pubblicità Italia: “Il premium brand Bottega Balocco – Italian Bakery 1927 è nato un anno fa in occasione dell’apertura di Fico. Abbiamo deciso di sfruttare questo marchio, che nel nome stesso recupera la dimensione di ‘bottega’ da cui è partito il mio bisnonno, ma al contempo si apre al mercato internazionale, per proporre dei panettoni di alta gamma. Non si tratta solo di un’operazione di marketing, ma di sostanza”.

La gamma Bottega Balocco – Italian Bakery 1927 propone panettoni incartati a mano realizzati con latte fresco italiano, lievito madre, uova italiane da galline allevate a terra e con l’esclusiva frutta candita Agrimontana.

Le referenze proposte vanno dal panettone tradizionale, con arance di Sicilia e cedro Diamante, alla versione con arancia e cioccolato extra fondente, alla golosa amarena&ciocciolato, alla delicata albicocca, all’esclusivo panettone ai marrons glacés e all’originale abbinamento zenzero, lime e cioccolato bianco.

Per comunicare questa novità, “abbiamo deciso per un approccio diverso quindi abbiamo lavorato internamente, in collaborazione con Rai Pubblicità” prosegue Alberto Balocco.

Bottega Balocco – Italian Bakery 1927 sarà quindi on air dal 2 al 12 dicembre con il format speciale Rai ‘Lezioni di Etichetta’ su Rai Uno, Rai Due, Rai Tre, RadioUno, RadioDue e RadioTre, oltre che su web e nel circuito cinema Rai. La campagna ‘Buoni da generazioni’, con tre soggetti da 15” dedicati a Mandorlato, Cuore d’Oro e Pandoro, è invece on air da oggi fino al 21 dicembre sulle principali emittenti Rai, Mediaset, La7, Cielo, Discovery, Viacom.

La creatività è di Sunny Milano (direzione creativa di Marco Calaprice e Antonio Cirenza), la regia di Daniele Luchetti per la casa di produzione Brand Cross. La pianificazione è curata da Media Italia.

“L’investimento in comunicazione di Balocco Spa, comprensivo di atl e sponsorizzazioni, per il 2018 ammonta a 10 milioni di euro netti – conclude Alberto Balocco – con una crescita del 7% rispetto all’anno precedente. Certamente una buona parte del budget è riservata al Natale, ma supportiamo anche il continuativo con costanza nell’arco dell’anno”.

L’azienda, che nel 2017 ha celebrato 90 anni di storia, oggi è il secondo player del mercato dolciario da ricorrenza e del mercato prima colazione. Azienda 100% italiana e proprietà al 100% della famiglia Balocco da tre generazioni, negli ultimi dieci anni è cresciuta al ritmo di un milione al mese fino a raggiungere un fatturato di 185 milioni di euro nel 2017.

 

Cheese. Il valore di un GrandPrix

 

Sorridere davanti all’obiettivo è un’abitudine che risale al secolo scorso. Leggenda vuole che sia stato il presidente americano Franklin Delano Roosevelt a ‘inventarsi’ quel ‘cheese’ che pronunciamo divertiti quando qualcuno ci scatta una foto e che fa sì che le labbra si schiudano in un sorriso. Fino alla fine dell’Ottocento però i fotografi chiedevano ai soggetti dei loro ritratti di dire ‘prunes’ in modo che questi tenessero le labbra serrate, garantendo così un’espressione dignitosa e più facile da catturare su pellicola.

A ‘portare’ il sorriso nelle foto è stato George Eastman, il ‘Signor Kodak’ per intenderci, che mise sul mercato fotocamere con otturatori più veloci e in grado di catturare più rapidamente i movimenti e di conseguenza i sorrisi. Oggi anche il nostro comparto ha bisogno di ‘otturatori’ più veloci per essere protagonista.

Questo è l’impegno che ci siamo presi con il GrandPrix Relational Strategies, il premio di TVN Media Group dedicato alle attività di brand reputation, experience & activation che quest’anno ha celebrato la sua 25ª edizione.

Il GrandPrix Relational Strategies è un riconoscimento che in questi anni si è evoluto per continuare a raccontare in maniera fedele tutte le tecniche di comunicazione diretta al target di riferimento.

Questo è stato possibile anche grazie a un dialogo costante con gli operatori del settore e i loro rappresentanti nelle associazioni di categoria, nello specifico PR Hub, da anni partner dell’award e alleato prezioso nella promozione della cultura della comunicazione. Se dovessimo immortalare in un unico scatto questo GrandPrix potremmo dire che non si limita a esprimere i valori del presente del comparto, ma fa un passetto oltre.

Portando sotto i riflettori i migliori progetti negli ambiti digital, Pr, eventi, promo e branded entertainment, fornisce uno stimolo a tutto il settore, ispira, contribuendo a indirizzare lo sguardo verso quei valori che sono destinati a essere sempre più centrali nel futuro di chi fa questo mestiere. Il tutto mantenendo il suo focus su quella strategia che da sempre è il tratto distintivo dei nostri GrandPrix e che oggi viene cavalcata anche dai principali premi internazionali, in passato forse troppo ‘orientati’ alla pura creatività e al crafting.

Questo avviene in perfetta armonia con un mercato che corre e si accompagna al fermo obiettivo di valorizzare campagne da premio, ma non studiate a tavolino per vincerlo.

Progetti di qualità ‘veri’ che ci autorizzano a guardare al mercato italiano della comunicazione con ottimismo e che riescono a strapparci un sorriso, anche senza bisogno di dire cheese.

 

La gallery con tutti i vincitori della serata

 

Wacko’s Challenge vince il GrandPrix Relational Strategies

 

Wacko’s Challenge, campagna firmata dall’agenzia A-Tono per il brand di San Carlo Unichips, si è aggiudicata il GrandPrix 2018 all’International GP Relational Strategies “per la lucida individuazione del target e l’utilizzo coerente e coraggioso delle nuove forme, canali e strumenti di comunicazione e relazione rivolte alla generazione Z”, questa la motivazione della giuria.

Il progetto, vincitore a questa 25ª edizione anche del 1° Premio nella categoria ‘Campagne social media’, ha ricevuto il massimo riconoscimento dell’Award dedicato ai migliori progetti di brand reputation, experience & activation, organizzato da TVN Media Group in partnership con PR Hub.

La cerimonia di premiazione, ieri sera al FiftyFive Milano, ha incoronato le più efficaci operazioni del settore, assegnate a quelle agenzie e aziende che lavorando congiuntamente si sono distinte con campagne per la comunicazione interna, ambientale e CSR, eventi, roadshow, instore experience, programmi di loyalty, brand entertainment e brand content, digital pr e social media relation.

Venti i riconoscimenti consegnati: diciannove premi di categoria e una menzione speciale della Giuria. Anche quest’anno il giudizio è stato espresso da un team composto da professionisti del marketing, della comunicazione aziendale e da rappresentanti di associazioni partner, che si sono prestati il 7 novembre a un giornata di confronto e valutazione dei progetti in gara.

Special Guest della serata, presentata da Luca Viscardi, è stato il Magic Experience Designer Ferdinando Buscema che con ‘i suoi effetti magici’ ha saputo attivare in due diversi momenti della serata ‘le emozioni dello stupore e della meraviglia’ tra il pubblico in sala.

Uno spazio è stato dedicato agli IMC Awards, il premio europeo, di cui il GP di TVN Media Group è partner, ideato dall’Integrated Marketing Communication Council, l’organizzazione che all’interno di EACA si occupa di promuovere il settore delle relationship strategies.

 

 

Sul palco le agenzie italiane che, dopo essersi affermate al GP Relational Strategies 2017, hanno ottenuto un riconoscimento anche a questo premio internazionale: cinque metalli per Gruppo Roncaglia, vincitore di un oro e  due argenti per il cliente Mercedes- Benz, rispettivamente con la campagna ‘The Battle Continues’ e con la campagna ‘#BestMBFan’ (2 silver), di un oro con l’operazione ‘Mare Mostro’ realizzata per Marevivo e di un altro argento con enelpremio 3.0 per Enel Energia; un oro anche per Ideal Comunicazione con ‘Tribute to 500’ per FCA Group; argento a Spencer & Lewis con ‘Smiling Onion’ per Fondazione Operation Smile Italia Onlus; ancora un argento a LiveXtension con #zingarelli100 per Zanichelli, mentre True Company ha conquistato un bronzo con #RifugioBràulio per Campari.

L’edizione 2018 di GP Relational Strategies è stata organizzata grazie al prezioso contributo degli sponsor: Modo Promotion,Trippus – Xenia Lab, The Wall of Romeo and Giulietta e ATWC.

 

Nuova fusione in Wpp: nel 2019 nascerà Wunderman Thompson

 

Sarà guidata da Mel Edwards, ora Ceo di Wunderman, e dalla chairman Tamara Ingram, ora Ceo di JWT

Dopo la nascita di VMLY&R, un’altra fusione è in arrivo in Wpp, nell’ottica della semplificazione. Riguarderà J. Walter Thompson e il digital network Wunderman. La nuova struttura prenderà il nome di Wunderman Thompson e sarà, come annuncia un comunicato emesso da Wpp, “un’agenzia creativa, di dati e tecnologia”.

La nuova struttura di posizionerà come un provider di soluzioni end-to-end su scala globale. Impiegherà complessivamente 20.000 persone in 200 location in 90 mercati. Mel Edwards, che era stata promossa global Ceo di Wunderman a settembre dopo la nomina del suo predecessore Mark Read a Ceo di Wpp, manterrà la qualifica, mentre la Ceo di JWT Tamara Ingram sarà Chairman.

Le due strutture condividono già alcuni clienti, che avranno ora un accesso più semplice alle expertise di entrambe le agenzie. Tra questi: Shell, Nestlé e Johnson & Johnson.

Wunderman Thompson sarà operativa dall’inizio 2019 in tutto il mondo, Italia compresa, e offrirà creatività, expertise nella gestione dei dati e sofisticate competenze tecnologiche.

Mark Read, Ceo of WPP, ha dichiarato: “Wunderman Thompson è una formidabile combinazione, poiché mette insieme le capacità che i nostri clienti richiedono – cioè creatività degna di premi insieme a profonda competenza nella tecnologia, nei dati e nel commercio – in un’unica organizzazione. I clienti vogliono maggiore semplicità dai loro partners e questo sviluppo, come altri in Wpp, ha l’obiettivo di dare una nuova forma alla nostra azienda intorno ai loro bisogni. È una grande notizia per i nostri clienti   e lo è per Wpp, perché ci consente di essere più competitivi in settori con le maggiori opportunità per la crescita futura”.

 

GrandPrix Relational Strategies: domani a Milano la premiazione

Nel corso della serata saranno svelati i vincitori dell’Award organizzato da TVN Media Group in partnership con PR Hub. Sponsor dell’appuntamento Modo Promotion, Trippus – Xenia Lab, Romeo and Giulietta e ATWC

Tutto è pronto a Milano per la cerimonia di premiazione del 25° GrandPrix Relational Strategies, l’Award dedicato ai migliori progetti di brand reputation, experience & activation, organizzato da TVN Media Group in partnership con PR Hub.

L’appuntamento, che si svolgerà al FiftyFive Milano, in via Piero della Francesca 55, sarà presentato anche quest’anno da Luca Viscardi e vedrà la partecipazione del Magic Experience Designer Ferdinando Buscema, Special Guest della serata.

Nel corso del gala saranno consegnati 20 riconoscimenti: diciannove premi di categoria e una menzione speciale. A questi, naturalmente, si aggiunge il GrandPrix, il trofeo ‘disegnato’ da Hidetoshi Nagasawa e assegnato dalla giuria al vincitore assoluto, selezionato proprio fra i migliori progetti che si sono affermati negli ambiti digital, Pr, eventi, promo e branded entertainment.

Sul palco sfileranno anche le agenzie italiane che hanno ottenuto un riconoscimento agli IMC Awards, il premio europeo – di cui il GP è partner – ideato dall’Integrated Marketing Communication Council, l’organizzazione che all’interno di EACA si occupa di promuovere il settore delle relationship strategies.

Definito anche il parterre degli sponsor di questa edizione 2018 della manifestazione. La serata è organizzata in collaborazione con Modo Promotion, TrippusXenia Lab, Romeo and Giulietta e ATWC.

Trippus è un software di gestione di tutte le fasi di un evento dal pre, al durante, al post. Questo tool, capace di garantire una migliore esperienza, ottimizzando tempistiche e costi, è stato utilizzato proprio come piattaforma di gestione del GrandPrix.

E a un evento dedicato alla ‘relazione’ non poteva mancare una realtà come Modo Promotion che sul mercato rappresenta la soluzione indispensabile per iniziative promozionali efficaci.

In particolare, la società offre un’ampia gamma di servizi tecnici e logistici che, passo dopo passo, trasformano una manifestazione in un evento di successo. All’interno della location ci sarà spazio per ATWC, società che affianca le aziende offrendo servizi personalizzati per ogni esigenza, realizzando prodotti brandizzati.

Il palco del GrandPrix sarà anche l’occasione per presentare una grande novità in ambito digitale: il progetto The wall of Romeo and Giulietta a pixel is forever (Un pixel è per sempre).

L’iniziativa nasce da un’idea di Stefano Scalia, pensata e sviluppata osservando il muro di Romeo e Giulietta a Verona, tappezzato di dediche d’amore e promesse di vario genere. Romeo and Giulietta nasce per dare la possibilità alle persone di esternare i propri sentimenti ed emozioni tramite il web in modo originale e coinvolgente.

Per partecipare all’evento: grand.prix@tvnmediagroup.it.

L’hashtag della serata è #RelationalStrategies.

 

Per Natale il Viaggiator Goloso comunica a Milano con Melismelis

Con una campagna affissioni, stampa e un temporary shop nel cuore della città, il brand del Gruppo Unes ripropone ‘Il nuovo panettone dei milanesi’

Continua a crescere il brand Viaggiator Goloso: lo scorso 12 ottobre con un tweet l’amministratore delegato del Gruppo Unes Mario Gasbarrino annunciava: “La settima scorsa #ilviaggiatorgoloso ha festeggiato i suoi primi 100 milioni!!! (e superato il fatturato di tutto il 2017)”.

Proprio su questo brand si è concentrata tutta la comunicazione 2018 del gruppo, ad eccezione della campagna di lancio di Green Oasis nella prima parte dell’anno. Proprio con l’avvicinarsi del Natale Viaggiator Goloso torna alla ribalta, come racconta a Today Pubblicità Italia Rossella Brenna, Marketing & Sales Director del Gruppo Unes: “La campagna parte il 26 novembre, ma c’è stata qualche uscita anticipata sulla stampa.

La vedremo in affissione con grandi e medi formati nella città di Milano che è per noi molto strategica. Il soggetto è lo stesso dello scorso anno, a firma Melismelis, con il claim ‘Il nuovo panettone dei milanesi’. Presidieremo la città in maniera importante, con circa 160 postazioni. A questo affianchiamo la stampa, non solo quotidiana. Abbiamo pianificato anche su settimanali e per la prima volta usciremo su National Geographic in quanto riteniamo di avere un target affine.

Rossella Brenna

Sia nella affissione sia negli annunci stampa ribadiamo la presenza del brand su Prime Now a Milano. Inoltre, su Corriere della Sera e Repubblica avremo delle uscite che annunceranno la partenza del temporary store”.

Una tradizione di Viaggiator Goloso è infatti proprio quella del temporary store, che quest’anno si presenterà ai milanesi dall’1 al 24 dicembre, con una forma particolare.

“Saremo ospiti de Il Piccolo, negozio di arredamento in via Tessa all’angolo con corso Garibaldi – racconta Brenna -: all’interno del punto vendita saranno presenti tutti i nostri prodotti dell’offerta natalizia, che saranno esposti proprio nei mobili del negozio. Sarà ovviamente presente anche un angolo degustazione per far provare il panettone. Questa iniziativa ha l’obiettivo di incrementare la nostra brand awareness, portanto il Viaggiator Goloso in una zona di Milano centrale e frequentata anche da turisti”.

Prevista anche comunicazione online, in particolare sui social, che per il brand Viaggiator Goloso sono gestiti da AKQA. Il budget è in linea con quello dello scorso anno.

Credits

Agenzia: Melismelis
Project Supervisor: Massimo Melis
Direzione Creativa: Alessandro Secchi e Stefano Picarazzi
Copywriter: Alessandro Secchi
Art Director: Stefano Picarazzi, Jessica Obino e Andrea Tenderini
Account Executive: Ramona Geroli

 

Calvé con De Nigris per i condimenti. Pitch in corso per la creatività

 

I nuovi condimenti a base di aceto e superfood saranno a scaffale tra marzo e aprile e saranno sostenuti da un importante battage pubblicitario. In pole la sigla Marimo, già autrice della campagna Calvé 2018

Il consumo di insalate ha visto un incremento del 40% negli ultimi dieci anni e sono in forte crescita anche i superfood.

In questo contesto, Unilever ha individuato una nuova possibilità di mercato e, attraverso il brand Calvé, ha stretto una partership con De Nigris per portare a scaffale da marzo-aprile 2019 una nuova generazione di condimenti a base di aceto e superfood, come curcuma e zenzero. Le diverse ricettazioni del prodotto sono state studiate dallo chef di Unilever e si prestano ad accompagnare insalate ma anche carni bianche e rosse e pesce. La nuova referenza è stata annunciata ieri a Milano presso lo shop milanese De Nigris.

Barbara Cavicchia, Marketing Food & Beverage Director di Unilever, ha spiegato: “Le abitudini alimentari degli italiani si stanno spostando verso una direzione healthy, il mercato dei condimenti, però, è rimasto ancora tradizionale, non riuscendo a soddisfare i nuovi bisogni dei consumatori. Calvé è il marchio di salse più amato dagli italiani e ha le credenziali giuste per entrare e innovare nella categoria dei condimenti a base aceto. Abbiamo scelto un’azienda come De Nigris per dare una svolta al mercato dei condimenti e portare sullo scaffale degli aceti una fresca ondata di innovazione”.

De Nigris si occuperà della produzione, Unilever della distribuzione. Luca de Nigris, Amministratore Delegato Gruppo De Nigris, ha aggiunto: “Siamo molto orgogliosi della partnership con Calvé perché riconosce di fatto il nostro ruolo di category specialist nel mondo aceti e condimenti, che ci vede primi produttori di aceto balsamico di Modena IGP ed export leader con il 70% di quota in oltre 70 Paesi”.

Il pack dei nuovi prodotti sarà in vetro, conterrà 250 ml di prodotto e vedrà la presenza di entrambi i loghi Calvé e De Nigris. A firmare il design e la campagna di comunicazione, prevista per la primavera-estate, sarà l’agenzia vincitrice del pitch in corso, che vede coinvolte alcune agenzie che lavorano già per Unilever. Tra queste, sembrerebbe essere in pole per l’incarico Marimo, che nel 2018 ha siglato lo spot con cui Calvé ha celebrato i 50 anni di presenza sulle tavole degli italiani. La pianificazione sarà a cura di Mindshare.

“Sarà una campagna importante che avrà come obiettivo la creazione di awareness e l’assaggio di prodotto, quindi ci concentreremo su tv, social media e punti vendita”, aggiunge Cavicchia. Il prezzo di vendita consigliato per il prodotto sarà di 3,99 euro.