MARKETING

La Svizzera al primo posto del Report Best Countries 2019


25.01.2019
Simona Maggini

La classifica è realizzata in base a uno studio di VMLY&R BAV Group, U.S. News & World Report, e Wharton School della University of Pennsylvania

 

La Svizzera è il Paese n°1 al mondo per il terzo anno consecutivo, in base al Report Best Countries 2019, classifica realizzata da uno studio di VMLY&R BAV GroupU.S. News & World Report, e Wharton School della University of Pennsylvania. La classifica considera 80 Paesi in base a una serie di criteri, da influenza economica e potere militare, a qualità della vita e istruzione, per capire come le nazioni vengono percepite a livello mondiale. Per la prima volta agli intervistati è stato chiesto di indicare i Paesi da cui preferirebbero acquistare le diverse tipologie di prodotti, per misurare il potere della marca-paese. La Germania si colloca al primo posto per i consumatori che vorrebbero acquistare da questa nazione automobili, assistenza sanitaria e prodotti farmaceutici. La Francia è n°1 per cosmetici e fashion, l’Italia per food & wine, il Giappone per technology & electronics. I periodi di notizie turbolente hanno avuto impatto in tutti i Paesi per quanto riguarda i media e la sicurezza mondiale. Il 63% degli intervistati concorda che non ci sono più fonti obiettive per le notizie e il 66% ritiene che le notizie e i contenuti di internet ci dividono piuttosto che unirci. Inoltre, più del 50% degli intervistati dichiara che il mondo è peggiorato nell’ultimo anno. Gli scandali sulla privacy dei dati sono in prima linea nella mente delle persone, e il 77% concorda che la loro privacy su Internet è a rischio.
Tuttavia, più della metà degli intervistati si fida più delle aziende private, per la sicurezza dei propri dati personali, che del governo. Inoltre, l’80% concorda che amministratori delegati e dirigenti aziendali dovrebbero esprimere le proprie opinioni sulle questioni sociali. Il Giappone sale al 2° posto nella classifica generale, in quanto si preannunciano a Tokyo le Olimpiadi estive del 2020. Il Paese è percepito come il più innovativo e, per la prima volta, si colloca al primo posto per Imprenditorialità. Nella top five dopo Svizzera e Giappone seguono Canada, Germania e Gran Bretagna. Per il secondo anno consecutivo, gli Stati Uniti si posizionano all’ottavo posto della classifica generale. Tuttavia, il livello di fiducia nel paese continua a diminuire ed è sceso al 27° posto come percezione sull’affidabilità. È diminuita inoltre la percezione che gli Stati Uniti siano un Paese che si preoccupa per i diritti umani. Nonostante questo sia un segnale che la strategia del presidente Trump sulla scena mondiale potrebbe non funzionare, gli Stati Uniti sono ancora percepiti come il Paese più potente, seguiti da vicino dalla Russia al 2° posto. I Paesi nordici mantengono la loro posizione in classifica, con Svezia e Norvegia nella Top Ten. La Svezia è il paese migliore per qualità di vita per le donne, per allevare i figli e per uno stile di vita sostenibile. Valutando le percezioni dei paesi dal Nord America all’Europa al Medio Oriente, il rapporto rileva che la Gran Bretagna è prima per l’istruzione, la Nuova Zelanda è favorita per la pensione e il Canada ha la migliore qualità di vita. Il Lussemburgo è il paese più business-friendly, gli Emirati Arabi sono al 1° posto per le economie emergenti, e la Svizzera è il paese ideale come sede per le Corporation.

“Questo rapporto può aiutare le marche a capire il potenziale che acquisiscono connettendosi alla loro nazione d’origine”, ha dichiarato Michael Sussman, Ceo del BAV Group, divisione di VMLY&R.“I dati approfonditi sulla marca-paese Italia e l ‘approccio innovativo del Brand Origin Index ci consentono di suggerire alle aziende italiane che esportano all’estero, le leve ottimali su cui puntare”, ha aggiunto Simona Maggini, CeoVMLY&R Italy. La metodologia del Report Best Countries si basa sui dati raccolti da un’indagine proprietaria su oltre 20.000 imprenditori, élite e cittadini in generale.