CREATIVITY

The Van Group, nel 2018 cresce il fatturato. Spinta sul new business


23.01.2019
Di Andrea Crocioni
Steven Berrevoets, Simone Guzzardi e Luca Villani

“Quello che si è appena chiuso è l’anno migliore da quando è nata The Van Group”: con queste parole Luca Villani, managing director e fondatore della società insieme al direttore creativo Steven Berrevoets, fotografa il 2018 dell’agenzia.

“Come Gruppo abbiamo chiuso l’anno con un fatturato di oltre 2,2 milioni di euro – spiega l’imprenditore -. Una cifra che comprende gli 1,8 milioni di The Van, cresciuta del 15% rispetto all’anno precedente, e i 400 mila euro di L45, la società specializzata in corporate relations nata nel 2017 e guidata dal nostro partner Simone Guzzardi. Questa agenzia ha realizzato un vero e proprio exploit, tenendo conto che il 2018 è stato il suo primo anno completo e che è partita senza avere un suo portfolio clienti. In pochissimo tempo ha raggiunto una dimensione sostenibile e crediamo abbia grandi potenzialità di crescita”.

I numeri sono lo specchio di una realtà solida che continua a investire per cogliere le nuove opportunità che si aprono su un mercato molto competitivo. “Al di là dei risultati economici, siamo molto contenti del lavoro fatto con le persone – sottolineano Villani e Berrevoets -. Abbiamo costruito un team di professionisti che sono in grado di gestire progetti complessi. Crediamo molto nella delega e nella contaminazione delle diverse competenze. Il nostro mantra è ‘fare spazio’, questo in concreto si traduce in un coinvolgimento nel business di tutti i membri dell’agenzia, ma anche nel fatto che l’ultima parola spetta a chi ha l’idea più chiara e non necessariamente ai vertici. Vogliamo che tutti siano in grado di interfacciarsi direttamente con le aziende con cui collaboriamo e che lo facciano da autentici consulenti”.

Il 2018 è stato un anno importante anche sul fronte dei rapporti clienti. “Abbiamo avuto la conferma di tutti i principali clienti, fra questi Banco BPM con cui la collaborazione proseguirà nel 2019 – racconta Villani -. Fra le collaborazioni storiche voglio citare Borsa Italiana, un rapporto che ha avuto un’evoluzione in questi anni, e Mocauto. Sul fronte del new business nel 2018 abbiamo vinto la gara Openjobmetis con L45, abbiamo avviato una collaborazione con Amplifon nel campo della comunicazione interna, poi posso citare fra i nuovi arrivi due eccellenze italiane: Beretta, leader nella progettazione e costruzione di cavi, e Ulturale che con le sue cravatte è espressione della più alta tradizione sartoriale napoletana”. Sempre fra i clienti non si può non citare l’ormai consolidata collaborazione con Perfetti Van Melle.

Per l’azienda L45 sviluppa progetti di comunicazione interna ed employer branding. “In questo tipo di operazioni abbiamo sperimentato il coinvolgimento dei dipendenti nelle vesti di ambassador dell’azienda. Una cosa che ha funzionato e che suscita sempre molto interesse”, chiarisce Guzzardi che aggiunge: “L’integrazione con The Van ci consente di presentarci sul mercato in una maniera più evoluta e creativa. Questo è un punto di forza, insieme alla nostra agilità che ci permette di muoverci velocemente”.

“Quella con L45 è una sinergia che ha portato sicuramente valore”, prosegue Villani che tratteggia i prossimi obiettivi del Gruppo. “Da un punto di vista dei servizi – spiega l’imprenditore – abbiamo lavorato per sviluppare l’area dei contenuti video, costruendo un reparto interno. C’è un interesse crescente verso queste produzioni, che non sono spot, ma si posizionano nell’area del contenuto corporate e dello storytelling. Non siamo un service, ma forniamo un assistenza che inizia prima e finisce dopo la realizzazione del video. Questo è un segmento che intendiamo sviluppare nel corso di quest’anno”.

Per quanto riguarda il 2019 Villani si mostra prudente: “Noi lo vediamo bene, nonostante lo scenario economico non induca all’ottimismo. Ma noi siamo una realtà piccola, possiamo essere anticiclici. Continueremo a investire sulle persone per consolidare questo percorso di crescita”, conclude.