CREATIVITY

La musica di Roberto Cacciapaglia ‘chiude’ il primo ciclo delle Colazioni Digitali di Sorgenia


20.12.2018
Di Andrea Crocioni
MASSIMO SIDERIA E ROBERTO CACCIAPAGLIA

C’era la musica al centro dell’ultimo appuntamento delle Colazioni Digitali di Sorgenia realizzate in collaborazione con Corriere Innovazione. Questo originale format, ospitato nella sede milanese della compagnia energetica, è nato con l’obiettivo di raccontare come la tecnologia digitale abbia modificato determinati aspetti della nostra società. “Si tratta di un progetto orientato all’innovazione – ha spiegato a Today Pubblicità Italia Simone Lo Nostro, Market e ICT Director di Sorgenia -. Per una realtà come la nostra, che ha una forte inclanazione verso il mondo digitale, è un modo per illustrare la propria visione del futuro, legandola a diversi aspetti della vita pratica delle persone e alle loro passioni. Parliamo di un digitale che ha di fatto migliorato concretamente la vita delle persone”. Ospite della mattinata di ieri Roberto Cacciapaglia, pianista e compositore, che nell’occasione è stato intervistato da Massimo Sideri, editorialista del Corriere della Sera e responsabile editoriale del Corriere Innovazione, e poi ha risposto alle domande del pubblico in sala. Come ha ricordato Sideri proprio la musica è stata uno dei primi settori ‘colpiti’ della digitalizzazione, con qualche pro e molti contro. Una industry che si è dovuta reinventare in pochissimi anni. Cacciapaglia è un musicista eclettico con un estrazione classica, ma capace di sposare la sperimentazione, tanto da far convivere nella propria produzione tradizione e innovazione. “Questa mia impostazione ha reso i miei primi lavori difficilmente incasellabili”, ha raccontato alla platea. “La sperimentazione per me – ha proseguito – non rappresenta un gioco intellettuale, ma è un tentativo di rendere la comunione con il pubblico sempre più profonda. La mente, così come la tencologia, deve essere sempre al servizio dell’emozione. L’innovazione va intesa sempre in un senso ampio. È importante la tecnologia, ma è fondamentale che questa aiuti anche l’uomo a ‘svilupparsi”. L’artista ha poi parlato del suo rapporto con la pubblicità: “Ho scritto musiche per gli spot ed è stata una palestra formidabile, mi ha insegnato tantissimo. Da un punto di vista emozionale in un formato così breve non si può sbagliare. È stata una grande scuola ed è l’ennesima dimostrazione che la musica può entrare dappertutto e ha tanti canali per arrivare alle persone”. Chiusa questa edizione 2018 delle Colazioni Digitali con il maestro Cacciapaglia, Sorgenia pensa già al futuro. “Stiamo valutando il da farsi, siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti da questa operazione – ha dichiarato Lo Nostro -. Pensiamo di replicare il progetto, o comunque realizzare un’iniziativa che si inserisca nel solco di questa operazione, magari affrontando un tema di grande attualità come quello dell’intelligenza artificiale”.