MEDIA

Rai Pubblicità, listino tv a +5% per il 69° Festival di Sanremo


13.12.2018

Offerta sempre più crossmediale e fuori dagli schermi per il ‘Baglioni bis’ dal 5 al 9 febbraio 2019

È stata diffusa ieri l’offerta di Rai Pubblicità dedicata alla 69esima edizione del Festival di Sanremo, il ‘Baglioni bis’ in programma dal 5 al 9 febbraio con cinque prime serate, in diretta su Rai1 e Radio2, e con 24 brani finalisti che debutteranno all’Ariston.

La kermesse, preceduta dal contest pre-natalizio Sanremo Giovani, quest’anno consentirà a due artisti esordienti di accedere direttamente al concorso di febbraio accanto ai 22 big selezionati dalla commissione musicale.

Dopo la prima esibizione di tutti gli artisti in gara nell’arco della serata inaugurale, sarà previsto un secondo ascolto dei brani, suddivisi in due gruppi, nelle giornate di mercoledì e giovedì.

Il venerdì il consueto appuntamento con la serata dei duetti che vedrà i 24 artisti affiancati da un ospite, italiano o internazionale, per eseguire un ri-arrangiamento del brano in concorso. Al sabato il gran finale con l’ultima esibizione di tutti gli artisti in gara, prima di decretare il vincitore.

La ‘rivoluzione’ voluta da Claudio Baglioni non finisce qui: il Festival quest’anno durerà di più, grazie alla concertazione di tv, radio e digital e all’immenso sforzo produttivo della media company Rai che porterà il Festival dentro e fuori il Teatro dell’Ariston con le anteprime dal Casinò di Sanremo, le dirette dal red carpet, numerose iniziative sul territorio e i live dal Santa Tecla.

A Rai1, tv e digital, è affidato un inedito percorso di avvicinamento con gli appuntamenti del Prima Festival che anticipano e accompagnano la kermesse per vivere l’atmosfera della competizione un mese prima. Anticipazioni, interviste, dirette social, dietro le quinte e il red carpet dell’evento hollywoodiano della musica italiana.

Dopo ciascuna serata, l’appuntamento con la musica prosegue al DopoFestival su Rai1, in diretta dal Casinò di Sanremo, per i commenti a caldo e l’esibizione e l’approfondimento dei protagonisti, seguito dall’Aftershow, il collegamento social, live dal Forte Santa Tecla, per i commenti più irriverenti che hanno scaldato la rete durante il Festival.

A Radio 2, voce ufficiale della kermesse, è affidato il compito, a partire da gennaio, di accendere i riflettori sui protagonisti del Festival e la loro musica: contenuti e iniziative esclusive, oltre 100 ore di trasmissione e presenza on air e on field grazie alle dirette dal truck posizionato accanto all’Ariston e i live di Radio 2 Intheclub dal Forte Santa Tecla.

Nel 2018 il Festival ha registrato una share pari al 52,3%, record degli ultimi 13 anni, migliorando di quasi 10 punti l’affinità anche sui segmenti più giovani, come i 15-24 anni. Molto bene anche i programmi di approfondimento che arricchiscono l’evento con quasi 6 milioni di ascolto medio per l’Anteprima Festival e quasi il 40% di share nel Dopo Festival, mentre il digital ha totalizzato 32 milioni di interazioni social.

In termini di comunicazione l’eccellenza del Festival di Sanremo è capace di unire la quantità, con oltre 9,5 milioni di ascolto nel break medio su Rai1 e 720.000 sui break di Radio2, alla qualità, con un indice di gradimento oltre il 90%, un profilo valoriale altamente distintivo e un’elevata propensione al consumo.

Tutti aspetti ben noti agli investitori pubblicitari che nel 2018 sono cresciuti del 6%. Dopo un 2018 che aveva confermato le tariffe dell’anno precedente, per il 2019 è prevista una crescita del listino tv del 5%. La tabellare è venduta a singola posizione su Rai1 e a striscia sulla ribattuta delle 5 serate su Rai Premium. Le iniziative speciali si acquistano invece in abbinata sui due canali per le 5 serate.

La radio prevede moduli di AdPoint in posizione di rigore, sia in abbinata a un percorso di avvicinamento già a partire dal 6 gennaio, che nelle sole serate del Festival, e, ovviamente, anche moduli di tabellare impaginati durante la settimana di Sanremo, quando l’intero palinsesto di Radio2 ospiterà i protagonisti del Festival con anticipazioni e rubriche ad hoc.

Anche l’offerta digital video ha declinazioni diverse definite dalla copertura dei contenuti di Sanremo presenti sia sulle properties Rai che sui canali Rai in syndication, YouTube e Msn.