CREATIVITY

Premio Cultura + Impresa, tre nuove Menzioni Speciali per la 6a edizione


11.12.2018

‘Digital Innovation in Arts’, ‘Fondazioni Culturali d’Impresa’ e ‘Progetti Under 35’

 

Si sono accesi i motori della sesta edizione del Premio Cultura + Impresa, promosso dall’omonimo Comitato non profit fondato nel 2013 da Federculture e The Round Table, che si pone l’obiettivo di individuare e valorizzare le eccellenze della collaborazione tra operatori culturali pubblici e privati, e imprese e fondazioni erogative che investono in cultura per le proprie attività istituzionali e di comunicazione. Oltre ai Premi principali di Sezione – Sponsorizzazioni e Partnership culturali, Produzioni Culturali d’Impresa e Art Bonus – sono previste tre nuove Menzioni Speciali: Digital Innovation in Arts che premia il Progetto culturale che ha meglio utilizzato e valorizzato le innovazioni tecnologiche e digitali, in collaborazione con Fondazione Italiana Accenture; Fondazioni Culturali d’Impresa che viene assegnato alla Fondazione d’impresa che abbia operato con maggiore efficacia in una delle tre Sezioni del Premio, in collaborazione con Assifero e Il Giornale delle Fondazioni; Progetti Under 35 che tributa il Progetto presentato da operatori, associazioni culturali e/o imprese il cui organico o la cui compagine societaria sia costituita prevalentemente da soggetti Under35, in collaborazione con Patrimonio Cultura. La partecipazione al Premio Cultura + Impresa è gratuita e aperta a tutti i progetti realizzati durante il 2018 che andranno consegnati entro e non oltre il 28 febbraio 2019.  Possono comunque essere già caricati sulla piattaforma ideaTRE60 (http://culturapiuimpresa.ideatre60.it/). “Stiamo assistendo a un interesse crescente da parte delle imprese a investire anche strategicamente in Arte & Cultura per la propria comunicazione -commenta Francesco Moneta, Presidente del Comitato Cultura + Impresa -. Si tratta di supportare gli imprenditori, i manager della comunicazione e gli operatori culturali a trovare occasioni e modalità di dialogo sempre più efficaci”.