CREATIVITY

SdB racconta la food policy buona, equa e solidale di Altromercato


22.11.2018

Un progetto inedito per l’agenzia emiliana che si aggiudica la gara indetta dalle celebri filiere del circuito equo-solidale, per cui realizza lo spot istituzionale e ravviva la comunicazione del settore Food Ethics in televisione

 

Altromercato è al debutto sul piccolo schermo con SdB stile di Bologna. L’esordio avviene in questi giorni, su tutti i canali Sky per raccontare una storia lunga 30 anni e la cultura della responsabilità alimentare, grazie alla creatività di SdB Stile di Bologna. Così Altromercato sceglie di dare una nuova direzione comunicativa, in occasione della celebrazione del suo 30° anniversario. Uno straordinario viaggio che l’azienda ha compiuto per diventare la principale realtà di Commercio Equo e Solidale italiana e una tra le più grandi filiere al mondo, con all’attivo 105 soci, 225 botteghe e una rete efficace di rapporti con 190 organizzazioni di produttori in oltre 40 paesi del Sud e Nord del mondo.

Un grande riconoscimento per il lavoro di centinaia di migliaia di artigiani e contadini che ogni giorno viene rispettato ed equamente retribuito, perché basato su una filiera trasparente e tracciabile, che tutela produttori e ambiente, garantendo la qualità dei prodotti; questa è stata anche la grande sfida che SdB Stile di Bologna ha raccolto, scegliendo di raccontare la memorabile, ma nuova, Brand ID di Altromercato per la realizzazione di questo spot. Ideazione e sviluppo di un concept creativo, fresco e luminoso, hanno ridato luce e aggiornato la positività con cui da sempre l’azienda veneta cerca di offrire soluzioni etiche al suo pubblico consumatore. Un progetto ambizioso e complesso per cui SdB ha voluto rielaborare, con emozione ed empatia, l’idea di ‘bontà’ di Altromercato, rinunciando all’autoreferenzialità.

Una ‘bontà’ diventata key-concept del follow up creativo cui il team di SdB ha costruito un nuovo linguaggio inclusivo per dare forza all’anima del commercio equosolidale: il rapporto diretto e immediato che il consumatore può acquisire comprando eticamente. Una ‘bontà’, intesa in termini di stile di vita e consapevolezza di acquisto, sganciandosi per la prima volta dall’idea di ‘colpa’ o ‘morale’ e spostando il messaggio verso un’idea più condivisibile di proattività e coinvolgimento. “Il cibo è Buono se è il frutto di un lavoro davvero EQUO! (…)! Allora sì che è davvero BUONO. Cerca il mondo Altromercato”  è il claim che semplifica il ‘tema guida’ rappresentativo del ‘mondo’ Altromercato. Il progetto si è trasformato in una fruttuosa collaborazione tra Altromercato e SdB di Bologna, che curerà anche la comunicazione ATL/BTL in bottega e online.

“Uno spot più pop, ma non scontato – come afferma l’AD di SdB Alessandro Morando-. Un racconto positivo di una professionalità trentennale, proiettata verso il futuro attraverso una comunicazione che aprisse una finestra di possibilità concreta sull’idea che il mondo si può cambiare qui, oggi, adesso”. Un tema serio, trattato in modo scenografico e accattivante nei vari frame di uno spot, dove il consumatore è al centro del racconto, co-protagonista con le filiere e i prodotti. È in 15’’ che Altromercato diventa uno status, uno stile di vita testimoniato anche dalla protagonista, l’attrice Eleonora Giovanardi, amica e testimonial di Altromercato e già interprete di Status (2014) la prima serie web italiana sul mondo della cooperazione internazionale con cui si aggiudicò una nomination al San Francisco Web Fest nel 2015.

IlDirettore Commercialedi Altromercato, Marco Landi: “Lo spot godrà di una ampia visibilità natalizia sul palinsesto di Sky, e della massima visibilità anche sui canali web e social di Altromercato e dei nostri 105 Soci sul territorio, che nelle loro 225 Botteghe del Mondo, accoglieranno i consumatori grazie agli oltre 3.000 volontari e operatori. Una vasta gamma di prodotti alimentari è presente anche in migliaia di negozi specializzati e nei punti vendita della grande distribuzione”.