MEDIA

Alma Media lancia online e in tv Pop Economy


31.10.2018
Andrea Baracco

Su popeconomy.tv e al canale 224 del dtt è arrivata la nuova piattaforma di contenuti video dedicata al racconto del mondo dell’economia attraverso il linguaggio dei Millennial. A dirigerla il giornalista Francesco Specchia

Arriva Pop Economy, la nuova realtà di Alma Media, media content provider già presente in tv con i canali Alice e Marcopolo e in edicola con Alice Cucina, Facile Cucina, Alice Quaderni, Diari di viaggio by Marcopolo, Best 100, I Quaderni di Marcopolo, La Gola in viaggio, Case Design Stili.

Pop Economy è la prima piattaforma multimediale 100% video, ottimizzata per ogni modalità di fruizione digitale, che racconta il mondo dell’economia, del lavoro e del futuro, “come fosse un luna park”.

Pop Economy, tramite linguaggio web, tratta tutti gli aspetti economici della vita: food, sport, viaggi, fisco, auto, tecnologia, arte, finanza, green economy, cinema e musica.

L’informazione economica italiana è da sempre rappresentata da media molto istituzionali, caratterizzati da un linguaggio “lento” per il web e “paludato” per la televisione e, soprattutto, rivolto a un pubblico molto ristretto.

Pop Economy è concepito come una sorta di “MTV dell’economia”: serio ma anticonformista; informato ma divertente; credibile ma graffiante; popolare ma non banale.

Pop Economy nasce dalla volontà di rivolgersi a un pubblico più ampio, partendo dalla considerazione che in Italia i Millennial sono circa 11 milioni (fonte: Nielsen Insight). L’idea alla base di Pop Economy è quella di invertire il rapporto tv-web.

Se, fino a oggi, era la tv a entrare nel web, con Pop Economy è il web che entra nello schermo televisivo, con un linguaggio contemporaneo, semplice e immediato grazie all’uso di grafiche accattivanti e d’impatto.

Per questo l’editing di tutti i contenuti viene realizzato in tre formati, a seconda del tipo di fruizione: televisivo, desktop e mobile, caratterizzato dalla presenza di sottotitoli che ottimizzano l’esperienza anche ad audio spento.

La fruizione di Pop Economy rispetta le regole del web, in primis la velocità. La piattaforma, infatti, è basata su un palinsesto, suddiviso in rubriche che affrontano, a giro, tutti i diversi aspetti dell’economia, con pillole video che hanno una durata che va da due minuti a quattro minuti.

Pop Economy è un canale ideato per i giovani e realizzato da Millennial: un team di trenta persone (giornalisti e collaboratori) con età media di 30 anni, che annulla la distanza siderale che c’è sempre stata tra il mondo reale e quello dell’economia e della finanza.

In più l’originalità di Pop Economy non si manifesta solo nella forma e nei contenuti, ma anche nel nuovo sistema di valori che veicola, che è beyond the money e che, accanto al benessere persegue la sostenibilità e le responsabilità sociali, i nuovi valori delle generazioni future.

Andrea Baracco, Amministratore Delegato Alma Media, ha affermato che “è orgoglioso di presentare Pop Economy come il primo progetto della nuova proprietà di Alma Media che sta dimostrando di voler offrire al pubblico dei prodotti assolutamente nuovi per format e contenuti. In più – ha continuato l’Ad – Pop Economy rappresenta un’area di business development da cui sono attesi interessanti risultati economici. Del resto, oggi, per parlare, e generare, economia le infrastrutture ideologiche precedentemente vigenti sono ormai obsolete, è necessario entrare in una nuova dimensione 4.0 del lavoro, delle opportunità e, dunque, dell’economia stessa”.

La raccolta pubblicitaria di Pop Economy è gestita internamente.

Francesco Specchia

Per Francesco Specchia, giornalista e direttore di Pop Economy: “Questa nuova piattaforma è fondamentale per dare una scossa al nostro Paese, perché dimostra che i cosiddetti bamboccioni hanno smesso di dormire per rimboccarsi le maniche ed entrare nel mondo del lavoro dall’ingresso principale. Infatti Pop Economy non solo racconta il mondo dell’economia ai giovani ma racconta quello dei Millennial. I veri protagonisti sono ragazzi che, a partire da idee tanto semplici quanto geniali hanno trasformato piccole start-up di provincia in realtà internazionali e non solo, anche giovani che hanno intrapreso la carriera politica per dare, in modo serio e concreto, una svolta all’andamento dell’economia italiana”.

Pop Economy è visibile online, in live streaming e on demand su popeconomy.tv e sul canale 224 del dtt dal 21 ottobre. A supporto del lancio di Pop Economy è stata realizzata una campagna digitale.

Pop Economy ‘Il Luna Park dell’Economia’ è on air con Ideal

A riprova della sua vocazione creativa a 360°, Ideal firma il logo e la brand identity del neonato canale tematico Pop Economy destinato ai Millennials, in onda supopeconomy.tv e sul canale 224 del digitale terrestre. Un canale che è tutto un programma.

A partire dal claim scelto: ‘Il Luna Park dell’Economia’, che la dice lunga sul taglio che avranno le trasmissioni, dai nomi davvero pop: Fisco Inferno, uTrend, Paraguru e così via.

Con l’arrivo di Pop Economy, il gruppo romano Alma Media guidato dall’Ad Andrea Baracco, già editore di Alice (221 Lcn) e Marco Polo (222), nonché di Case Design Stili (223), si fa letteralmente in quattro, ampliando la sua offerta finora specializzata in viaggi e cucina.

La relazione tra Ideal e Alma Media non si esaurisce in e per Pop Economy perché l’agenzia internazionale, che di recente ha aperto la sua sede milanese in via Palermo 1, segue per conto dello stesso cliente anche la comunicazione del canale digitale di Alice tv e della nuova rivista La Gola in Viaggio.

Managing Director: Giorgia Tosato. Creative Director: Mattia Garofalo. Client Director: Riccardo Giacobini. Creative: Michele Jean Comuzzi, Lorenzo Banal. Digital: Nicola Pasianot, Valentina Viecca, Sara Pistidda. Account: Barbara Turcati.