MARKETING

Amaro Montenegro amplifica lo #Humanspirit con Future Food


25.10.2018
Di Andrea Crocioni

Intervista al Ceo Marco Ferrari che presenta la call for ideas legata alla partnership annunciata nella serata di ieri e che fa il punto sulle strategie di comunicazione del Gruppo

I valori dell’amicizia, della condivisione e dell’autenticità in un’epoca dominata dall’intelligenza artificiale sono al centro del nuovo corso di comunicazione di Amaro Montenegro, partito la scorsa settimana con il nuovo spot firmato Armando Testa che ha lanciato il concept #Humanspirit.

Un posizionamento distintivo destinato a essere amplificato da un’iniziativa speciale presentata ieri a Milano dal Ceo di Gruppo Montenegro, Marco Ferrari.

Marco Ferrari

“Abbiamo attivato una partnership con Future Food, realtà che fa dell’’innovazione alimentare uno strumento chiave per affrontare le grandi sfide del futuro e con la quale abbiamo riscontrato una comunanza di vedute – ha dichiarato -. Insieme abbiamo lanciato una call for ideas rivolta a team multidisciplinari, chiedendo agli innovatori di oggi idee che, grazie all’uso della tecnologia, favoriscano la convivialità e i momenti di aggregazione. Ovviamente intorno al brand Montenegro”.

Ha aggiunto Sara Roversi, Founder di Future Food: “La diffusione della tecnologia e delle abitudini digitali sta condizionando profondamente i comportamenti sociali. Assistiamo a una tendenza delle persone a isolarsi, anche nel consumo di alimenti e bevande, ma conseguentemente cresce il bisogno di autenticità e convivialità”. Il team vincitore, selezionato da una giuria di esperti, riceverà un premio in denaro, che comprende un percorso di fast-prototyping a Bologna, volto a realizzare e testare il prototipo del proprio progetto.

“La comunicazione di Amaro Montenegro continua a evolversi – ha chiarito Ferrari -. C’è un importante cambio di linguaggio e questo ci consente di raggiungere un target più ampio e trasversale. Fra l’altro #Humanspirit per noi rappresenta la prima campagna il cui concept sarà declinato a livello globale”.

E ha aggiunto: “Ci tengo a dirlo, il nostro non è un rifiuto della tecnologia, che continuiamo ad accogliere positivamente. Abbiamo voluto usare una chiave ironica per raccontare quello che però la tecnologia non può fare. Questa campagna è una celebrazione della natura umana e dei valori storici del nostro marchio che, come l’autenticità e il gusto di stare insieme, restano sempre attuali. Montenegro abbraccia l’innovazione, ma non si scorda il resto”.

Oltre ad Armando Testa, i partner che hanno lavorato al progetto sono Wavemaker per il media e Hill+Knowlton per Pr e digital Pr.

“Oltre alla tv, utilizzeremo tutti i canali e le leve di comunicazione per portare avanti questo messaggio – ha dichiarato il Ceo -. La nuova campagna arriva in un momento molto positivo per Amaro Montenegro. Il 2018 chiuderà con un incremento del 5% ed è il terzo anno di fila di crescita, segno che l’evoluzione del brand è stata ben accolta dai consumatori. L’obiettivo è quello di rafforzare il posizionamento premium del prodotto anche con investimenti sul digitale e sul field, con un forte focus su quello che definiamo ‘super Horeca’, dove stiamo performando bene spingendo sul fronte della mixology e coinvolgendo sempre di più la comunità dei bartender”.

Ma quello del popolare amaro non è un successo solo italiano.

“In quattro anni – ha detto Ferrari – abbiamo raddoppiato il business internazionale, con gli Stati Uniti d’America destinati a diventare a breve il primo mercato dopo l’Italia. Negli Usa, come in Russia e Australia, stanno pagando l’approccio innovativo alla mixology e alla mixability e una brand strategy mirata che ci ha portati a reinventare i cocktail classici. All’estero a livello di comunicazione non utilizzeremo tv, ma digitale, attività di influencer marketing e OOH, con colossal media come i murals in zone strategiche”.

 

Gli altri prodotti

Guardando all’ampio portafoglio prodotti di Gruppo Montenegro, restando nel segmento degli spirits, è previsto a breve un ritorno on air di Vecchia Romagna con lo spot ‘Remix’ firmato sempre da Armando Testa.

Per quanto riguarda l’area food l’azienda nei prossimi mesi sarà in tv con Cuore (non più solo olio, ma anche con nuovi prodotti a marchio come la maionese e il pesto) con creatività di Nadler Larimer & Martinelli. Televisione prevista anche per Polenta Valsugana, Bonomelli (camomilla e tisane) e Thé Infré. Per questi prodotti l’agenzia di riferimento è DISKO.

“Lavoriamo in continuità, riproponendo i commercial già andati in onda. Tutti i prodotti stanno performando molto bene e chiuderanno l’anno in positivo, segno del buon lavoro che l’azienda ha condotto nelle diverse azioni di riposizionamento”, ha concluso il Ceo.