CREATIVITY

Il Pubblivoro – Creatività alla guida che strizza l’occhio ai millennials


22.10.2018
Di Giampaolo Rossi, Fabbrica di Lampadine
Giampaolo Rossi

In questi ultimi anni le pubblicità delle case automobilistiche sono state di alto livello e probabilmente questa media alta ha portato le aziende a una competizione creativa che continua ad alzare l’asticella.

Partiamo da Renault che con ‘Captur Tokyo Edition’ strizza l’occhio ai millennials, che stanno diventando un target rilevante per il settore. Il lancio di questa special edition è in partnership con Garage Italia di Lapo Elkann. La scelta è quella del linguaggio Manga/Anime giapponese che vede tra i protagonisti proprio Lapo, che diventa il tramite per avere uno dei 100 modelli messi a disposizione sul web. La narrazione è molto ben costruita e non cade nel rischio di essere ‘giovanile’. I disegni, i quadri e i movimenti di camera sono molto ben eseguiti e danno ritmo alla pubblicità. La storia completa in versione Instagram è avvincente e durante la fruizione lo spettatore può interagire e arrivare all’acquisto online della Capture. La coerenza paga sempre e qui questo è dimostrato dal fatto che ci si propone alla web generation con una comunicazione online e l’acquisto in rete. Ottimo.

 

 

Anche l’Alfa Romeo per la ‘Nuova Giulietta B-Tech’ si lancia verso un pubblico giovane lavorando su due driver fondamentali per la generazione Y: Esperienza e Significato. Sempre di più i millennials preferiscono l’esperienza al possesso e cercano, orfani dell’ideologia, di dare un significato al lavoro e agli acquisti importanti. Questi due driver vengono ben rappresentati dallo spot con un linguaggio molto moderno, con montaggio parallelo e ritmo incalzante. È proprio il ritmo del cambio delle inquadrature, con le scritte che appaiono e scompaiono velocemente, che concretizza il messaggio della velocità dei cambi emotivi e di piacere che trovano la loro continuità solamente nella guida dell’auto.

 

 

Moderna è anche la comunicazione di Peugeot che presenta la nuova ‘508’. Peugeot arriva a comporre musica per automobile, che viene eseguita proprio dal veicolo promosso lungo uno spartito di quasi due chilometri. Qui il tema è quello dell’armonia e dell’arte. L’automobile diventa uno strumento e il guidatore, grazie alle doti di guidabilità del mezzo, diventa il musicista che dimostra il proprio virtuosismo. La 508 diventa lo strumento protagonista dell’orchestra. Bella la scelta di sorprendere nella sorpresa con l’introduzione del secondo mezzo guidato da una persona molto diversa dal primo guidatore. Questa differenza rappresenta contemporaneamente l’ampiezza del possibile target e l’ecletticità della figura dell’artista. Tre pubblicità molto diverse che lavorano su dimensioni valoriali e stili comunicativi molto diversi ma che in comune hanno l’ottima esecuzione e la capacità di essere molto contemporanee.