MEDIA

Viacom Pubblicità & Brand Solutions chiude l’anno fiscale con fatturato a +36%


27.09.2018
Di Claudia Cassino
Paolo Romano

La raccolta dell’area kids sale del 13%, mentre quella dei canali rivolti al target adulti del 48%. Molto bene Paramount Channel a +13%. Il direttore generale Paolo Romano: “Il nostro portfolio cresce per ascolti e intercetta i target pubblicitari più importanti, ma il mercato non ci riconosce ancora il giusto power ratio”

Viacom Pubblicità & Brand Solutions si appresta a chiudere l’anno fiscale il prossimo 30 settembre con una crescita del fatturato del 36% (a perimetro non omogeneo).

In particolare, la raccolta pubblicitaria dei canali Kids aumenta del 13%, mentre quella dei canali a target Adulti del 48%, con un bel risultato commerciale di Paramount Channel che registra un +13% di raccolta a meno di tre anni dal debutto sul mercato italiano, avvenuto il 27 febbraio 2016. In crescita, nel fiscal year, anche i clienti attivi: sono 500 e in aumento del 30%.

A fare il punto sui risultati della concessionaria, il cui portfolio è oggi composto da 14 canali (8 sul free to air e 6 su Sky), è il direttore generale Paolo Romano, che commenta: “Abbiamo raggiunto risultati molto importanti grazie soprattutto alla qualità della nostra offerta e alla capacità di intercettare i target pubblicitari più importanti per il mercato su specifiche aree, come i kids, gli adulti 25-54 e i Millennials. Nonostante questo il mercato non ci riconosce ancora il giusto ‘power ratio’ (ovvero il rapporto tra la quota di share controllata e i ricavi pubblicitari, ndr). Per alcuni canali ci avviciniamo al 100, per altri siamo ancora distanti. L’obiettivo per il prossimo anno fiscale è proprio quello di essere valorizzati maggiormente dagli investitori pubblicitari, al pari di altre concessionarie”.

Nell’ultimo anno il portafoglio di Viacom Pubblicità & Brand Solutions è cresciuto e oggi rappresenta, oltre ai canali editi da Viacom (presente sul free to air con Paramount, Spike e VH1; su Sky con Mtv, Comedy Central, Nickelodeon, TeenNick, Nick JR), anche quelli dei seguenti editori terzi: Super! (canale 47, in joint venture con De Agostini Editore), Pop (45) e CineSony (55) di Sony Pictures Television Networks, DeeJayTv (69 del dtt), Radio Italia Tv (70) e Radio Italia Rap (canale 726 di Sky).

Fino a luglio del 2018 era in portafoglio anche Food Network (canale 33 del dtt, poi acquisito da Discovery). Analizzando più nel dettaglio la performance dell’anno, Romano spiega: “L’area Kids&Family, la cui raccolta complessivamente cresce del 13% rispetto all’anno fiscale 2017, va molto bene anche per ascolti: i canali in totale registrano una share dell’11% (con la new entry Pop rilevata solo per 5 mesi), con una crescita del 23% in share rispetto allo scorso anno. Oggi siamo la seconda concessionaria del settore, con una quota di mercato del 28% degli ascolti di tutta l’offerta kids in Italia (dopo Publitalia, ndr). Per quanto riguarda l’offerta Adulti, l’insieme dei nostri brand cresce del 48% in raccolta rispetto all’anno fiscale 2017, con in particolare Paramount Channel in crescita del 13%. Quanto agli ascolti, si tratta del comparto che ha visto la crescita più forte: solo nel mese di settembre è cresciuto del 42% in share rispetto a settembre 2017. Nel complesso ormai ha raggiunto un totale ascolto del 2,5% di share”.

Infine l’area Young&Music, che coinvolge il target Millennials con un portfolio di 3 brand sul FTA (Radio ItaliaTv, DeeJayTv, VH1) e con l’offerta Mtv in esclusiva su Sky.

“Mtv è un brand che vive anche e soprattutto al di fuori degli schermi tv, con oltre 5 milioni di utenti tra sito e social”, osserva Romano.

Proprio in virtù del forte seguito ‘digital’ di Mtv, è in arrivo il nuovo progetto di branded content ‘Brain Back Home’ veicolato da fine ottobre sul sito mtv.it e sui canali social del canale: si tratta di un format in 7 puntate, online dal 1° ottobre per 5 settimane, in cui sei ragazzi – dopo aver fatto esperienza all’estero – saranno aiutati a sviluppare il loro progetto imprenditoriale in Italia. Due le aziende partner: Perfetti e Personal Book.

“La divisione Brand Solutions è in crescita e oggi vale il 13% del fatturato complessivo della concessionaria”, continua il direttore generale.

Buoni anche i risultati degli eventi organizzati, tra questi il Nickelodeon Slime Fest a Mirabilandia (giugno 2018), Storytellers su VH1 (in onda anche su Mtv e sugli altri canali free) con Niccolò Fabi (novembre 2017), Jovanotti (luglio 2018) e a breve Elisa (19 novembre in apertura della Milano Music Week).

 

 

Continuano poi le partnership, come quella con la Jova tv di Jovanotti e con la Fondazione Cariplo che, recentemente, ha dato vita al progetto L’involontario. Sul fronte dell’offerta Addressable Tv, la concessionaria ha siglato un accordo con Smart Clip sul digitale terrestre: tra i clienti principali Ferrero e Toyota.

Proseguono poi gli incontri di ViacomLab indirizzati a partner e a clienti “in cui presentiamo le ricerche internazionali e italiane sviluppate dai nostri esperti e dedicate ai nostri mondi di riferimento: kids (aprile), teen (settembre), mentre a breve parleremo di experience economy (a novembre durante la Music Week)”.

“Non dimentichiamo – conclude Romano – di investire sul capitale umano. La concessionaria conta oggi oltre 70 persone, con la prima linea composta da Micaela Lodrini, responsabile area Brand Solutions, Michele Strazzera, responsabile area operations e sales development, Stefano Tenca, direttore commerciale agenzie e centri media, Andrea D’Alonzo, direttore commerciale area nord, Gianluca Stivali, direttore commerciale area centro-sud”.