MARKETING

Mionetto primo spender della categoria Prosecco premium


02.08.2018
Di Laura Buraschi
Paolo Bogoni

Investimenti in crescita sul digital per il marchio che ha da poco presentato la nuova brand identity

di Laura Buraschi

Ha debuttato ufficialmente a marzo in occasione della fiera Prowein di Düsseldorf la nuova identità di Mionetto, storica cantina di Valdobbiadene. La nuova anima caratterizza tutta la comunicazione e l’immagine di Mionetto, dalla corporate identity,al packaging, dall’advertising alla sfera digital, passando per il mondo degli eventi dove lo stile italiano e il piacere della convivialità trovano massima espressione. Ne parliamo con Paolo Bogoni, Chief Marketing Officer e Management Board Executive di Mionetto.

 

Come è nata l’esigenza del restyling?

È stato un percorso progressivo volto a comunicare anche a livello corporate la contemporaneità e lo spirito moderno che caratterizza da molto tempo lo stile di comunicazione e il Dna di Mionetto. Il nostro brand ha radici profonde nella tradizione, ma esprime e racconta la categoria Prosecco in modo dinamico e contemporaneo. L’integrazione del segno diagonale nel logo aziendale, elemento che caratterizza Mionetto fin dalle origini e di forte riconoscibilità, è stata ulteriormente rafforzata dall’introduzione di un nuovo codice cromatico: l’arancione. Un colore, l’orange (che sostituisce l’oro e richiama i classici colori caldi, giallo e arancio tipici del Prosecco e già presenti in alcune nostre etichette) assieme al bianco e nero è divenuto il riferimento cromatico istituzionale. In questo senso, l’obliquità, il nostro modo di guardare al mondo del Prosecco, in modo distintivo e non convenzionale, e il mondo orange, si sono uniti per dare vita a un unicum superiore pervaso di energia e spinta dinamica: il nuovo simbolo Mionetto. Molto più di un semplice rinnovamento grafico. Questo progetto ha toccato l’anima del brand, la sua essenza.

 

Questa evoluzione sarà comunicata attraverso adv e social?

È un’evoluzione dell’intero brand system che sta caratterizzando tutta la comunicazione del brand, dalla corporate identity al packaging, dall’advertising alla sfera digital, passando per il mondo degli eventi dove lo stile italiano e il piacere della convivialità trovano massima espressione. Un percorso che consentirà di raggiungere e coinvolgere anche il target più giovane grazie all’uso di codici più contemporanei e dinamici. Naturalmente la rivisitazione coinvolgerà anche le collezioni di prodotto, in modo equilibrato e rispettoso della loro specifica personalità.

 

 

Avete previsto anche eventi o sponsorizzazioni per il 2018?

Oltre alla partecipazione a Vinitaly, prenderemo parte ad altre manifestazioni dedicate al canale Ho.re.ca a cui aggiungeremo tour in Italia dedicati alla Cuvée Sergio che quest’anno festeggia il suo 20esimo anniversario, un altro successo italiano del mondo delle bollicine. Dal lato consumer siamo soliti presidiare l’area del fashion e del design, due mondi anch’essi parte del nostro Dna stilistico e che hanno a Milano il loro ambiente di elezione. Lo faremo, in particolare, nel mese di settembre dove continueremo anche la nostra presenza in occasione de ‘La Vendemmia di Montenapoleone’. Design Week 2019 sarà poi l’occasione per presentare in modo ampio e importante il rinnovamento appena lanciato.

 

A quanto ammonta il budget di comunicazione per il 2018?

In Italia siamo il primo spender della categoria Prosecco a livello premium con una continuità di investimento ripartito, con quota crescente, verso il digital, rispetto a un’iniziale preponderanza della carta stampata. A questo si unisce anche una costante crescita dell’investimento nei social media. Se consideriamo anche gli investimenti esteri, in particolare negli Stati Uniti, Germania e anche in altri Paesi Europei sia del Nord che dell’Est, siamo sicuramente primi attori del Prosecco a livello di comunicazione.

 

Quali infine le novità di prodotto?

La novità per la grande distribuzione è MO Sergio 20th Anniversary White Edition che nella sua veste total white e dal forte appeal propone una cuvée leggermente più amabile del classico Sergio per abbinarsi in modo eccellente al consumo con il ghiaccio. Per l’Ho.re.ca abbiamo lanciato la Luxury Cuvée Sergio ICE Edition, nella sua veste trasparente, dunque già fresca nella sua presentazione e possibile oggetto di grande attenzione di nostri clienti (bar e ristoranti) per gli aperitivi estivi del 2018. Altra novità è il Prosecco DOCG Rive di Guia Brut Nature sempre della Luxury Collection, ideale in abbinamento a crostacei e crudità di mare, rappresenta appieno la qualità e lo stile enologico di Mionetto.