DIGITAL

Facebook, ricavi pubblicitari a +42% nel secondo trimestre


27.07.2018
Mark Zuckerberg

In Europa calano gli utenti che da 282 milioni scendono a 279 milioni

Facebook ha chiuso il secondo trimestre con ricavi in aumento del 42% pari a 13,2 miliardi di dollari, deludendo però le attese degli analisti, che puntavano su 13,4 miliardi. Delude anche la crescita degli utenti che registra solo un +11% (gli utenti attivi su base giornaliera sono stati pari a 1,47 miliardi) contro l’atteso 13%.

A soffrire è l’Europa dove per la prima volta gli utenti attivi giornalieri da 282 milioni scendono a 279 milioni. I ricavi per utente in media sono stati di 5,97 dollari, 2 centesimi sopra i calcoli degli analisti.

Nel commentare i dati, il ceo Mark Zuckerberg ha spiegato che il calo registrato nel Vecchio Continente è legato all’introduzione della Gdpr, la normativa europea sulla privacy in vigore da fine maggio, senza però entrare in dettagli. Da aprile a giugno, Facebook ha totalizzato 5,1 miliardi di utili netti, in crescita del 31 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Ottime performance per la raccolta pubblicitaria trainata per il 92% dai dispositivi mobili.

Dal profilo Facebook di Zuckerberg si legge: “La nostra comunità e il nostro business continuano a crescere rapidamente. Siamo impegnati a investire per tenere al sicuro le persone e per continuare a sviluppare nuovi modi significativi per aiutare gli individui a mettersi in contatto”.