CREATIVITY

Cannes Lions: ricavi in calo del 9%, ma cresce la parte digital


24.07.2018

Ascential, società proprietaria di Cannes Lions, ha pubblicato il bilancio relativo al primo semestre 2018, contenente anche interessanti informazioni relativi all’ultima edizione del Festival, svoltosi nel mese di giugno.

Quest’anno, a causa principalmente dell’assenza di Publicis Groupe, ma anche della rinnovata struttura dell’evento, le revenue sono scese del 9% e ammonstano a 57,3 milioni di sterline. Cannes Lions ha tre principali fonti di ricavi: iscrizioni, delegati, partnership e digital. Le iscrizioni valgono circa il 39% delle revenue totali di Cannes Lions.

Come precedentemente annunciato, i volumi sono crollati del 21% quest’anno, sia per l’assenza di Publicis sia per il taglio di alcuni premi o di sottocategorie, voluto dagli organizzatori. C’è stato comunque un buon livello di interesse nei nuovi Leoni, come Social & Influencer e Brand Experience & Activation, che ha compensato il calo che prosegue da tempo di categorie come Print e Outdoor Lions.

I pass dei delegati a loro volta rappresentano il 39% delle revenue e sono calati nel 2018 come risultato della partecipazione ridotta di alcune holding (Publicis in testa), combinata con la minor durata dell’evento. I ricavi da partnerships e digital sono stati il 21% dei ricavi totali di Cannes Lions, con una crescita del 35% rispetto allo scorso anno.

Questo è dovuto soprattutto alla parte digital e alle attività di consulenza lanciate dal programma Creative Leadership. Non solo: la nuova piattaforma The Work e il Lions Digital Pass sono stati passi importanti per allargare il coinvolgimento della comunità creativa. Questi elementi, insieme all’acquisizione di Warc avvenuta all’inizio di luglio, fanno pensare a ulteriori sviluppi dei ricavi digitali per le prossime edizioni.

Nel 2019 Cannes Lion si svolgerà dal 17 al 21 giugno.