CREATIVITY

Made in Genesi promuove il possesso responsabile degli animali d’affezione


27.06.2018

“Potrei perderti. Ti ho messo la pulce nell’orecchio? Tu mettimi il microchip. Così ovunque sarai, mi ritroverai”: il Ministero della Salute ha puntato su un messaggio forte, firmato dall’agenzia Made in Genesi, per la campagna sul possesso responsabile degli animali d’affezione.

La comunicazione è nata per promuovere il possesso responsabile di cani, gatti e furetti attraverso l’applicazione del microchip e la registrazione all’anagrafe degli animali d’affezione. Oltre a rendere più facile la restituzione dell’animale al proprietario, l’utilizzo del microchip garantisce la certezza dell’identificazione candidandosi, così, ad essere un efficace strumento per il facile ritrovamento dell’animale smarrito.

Per affrontare un tema attuale, ma complesso da raccontare al grande pubblico, l’agenzia ha deciso di focalizzarsi su un visual impattante, capace di trasmettere il forte legame empatico che da sempre unisce l’uomo e il cane. Made in Genesi ha scelto di utilizzare un claim – ‘Potrei perderti’ – in grado di catturare l’attenzione dei detentori degli animali d’affezione con un linguaggio emozionale, ma al contempo efficace per veicolare il messaggio istituzionale del cliente. Nell’annuncio è direttamente il nostro amico quattro zampe ad accendere la coscienza civica dei cittadini, ribadendo con determinazione l’importanza dell’applicazione sottocutanea del microchip per tutti gli animali da compagnia.

La declinazione grafica della campagna stampa è stata curata dall’art director Pietro Barone, con la direzione creativa e copy di Fabio Ferri e la post-produzione visual di Dario Berardi.