CREATIVITY

Yannick Bolloré ‘battezza’ Havas Events in 4 Paesi inclusa l’Italia


22.06.2018

“Trovarci con voi regolarmente qui a Cannes, durante una settimana intensa, è per me un momento speciale”: così Yannick Bolloré (nella foto), ceo del Gruppo Havas, ha salutato la stampa intervenuta all’Havas Cafè. “Lo scorso anno qui abbiamo annunciato il progetto di merging con Vivendi e Universal e a distanza di 12 mesi posso dire che è stata un’integrazione di successo”.

L’incontro è stato l’occasione per presentare alcune novità del gruppo nell’ottica del proseguimento della strategia ‘Together’, lanciata nel 2013 con la creazione degli Havas Village. Tra le novità, alcune erano già note altre invece hanno fatto il loro debutto proprio in occasione della presentazione di ieri. Come la creazione del network internazionale Havas Events, che riunisce sotto un’unica struttura comune le agenzie di Parigi (Havas Events Paris), Milano (Havas Events Milan, di cui è ceo Attilio Manassero), Shanghai (Havas Events Shanghai, di recente creazione) e New York (Havas Events New York).

Tutti questi ‘pure-players’, dalla forte identità nei loro mercati di riferimento, immaginano e producono eventi per conto di clienti internazionali, quali L’Oréal, LVMH, Orange, Coca-Cola, Huawei, Roland Garros (FFT), Jeep, Moncler, Dom Pérignon, Alpine, Audemars Piguet, Exxon Mobil, KPMG, MSC Croisières, Oppo, HNA, con un margine lordo annuo consolidato pari a 25 milioni di euro e un team di oltre 150 esperti nel settore.

Il gruppo prevede, a medio termine, l’apertura di sedi Havas Events in ME e LATAM. “Sono pochissimi i gruppi che si occupano di comunicazione ad aver già creato una vera e propria rete di collaborazione nel settore degli eventi – ha sottolineato Bolloré -. La nostra scommessa è che il marchio Havas Events, grazie all’ulteriore dotazione e coordinamento nel marketing e sviluppo, possa offrire appieno e al meglio la propria attività di accompagnamento dei nostri clienti nella conquista dei mercati internazionali”.

Havas Events, dunque, si inserisce nella strategia ‘Together’ che prevede di fare leva sulle eccellenze locali per creare potere globale. Rientra in questo contesto il potenziamento di AMO, per il quale è previsto un investimento di 100 milioni di euro; fondato nel 2001, AMO è un network di consulenza strategica che al momento conta 4 agenzie associate, 12 agenzie partner e 50 uffici nel mondo. Havas Blockchain, è invece la soluzione per Icos e progetti di blockchain lanciata in primavera. Havas Edge Performance è il network di performance marketing che dopo Usa e Uk ha aperto ieri ufficilamente anche la startup parigina, con 5 persone: “Questo è un esempio del nostro modo di lavorare – ha sottolineato Bolloré -: non cerchiamo necessariamente agenzie da acquisire ma anzi le creiamo con le competenze che abbiamo già sviluppato in altri Paesi”. Gli altri network per i quali è prevista espansione sono Havas Helia, che si occupa di crm, e Annex, network definito di ‘global culture & entertainment’.

Un progetto globale di collaborazione che inevitabile suscita la domanda: “Ma cosa ne pensate di Marcel?”. La risposta è Agora, una “piattaforma che Havas utilizza da diversi anni. Alla nostra industry piace riscoprire l’acqua calda – chiosa Bolloré – ma non ne abbiamo bisogno”.

di Laura Buraschi

 

Clicca qui per vedere gli articoli su Cannes 2018