CREATIVITY

Vecchi Leoni


21.06.2018

visto da Giovanni Pagano


Che poi a ben guardare, in mezzo a tanti sventolati nuovi mezzi, non è che quelli vecchi se la cavino male.

La premiazione di martedì sera metteva assieme nuovo (Mobile e Design) e classico (Print & Publishing, Radio & Audio e Outdoor, per quanto quest’ultimo vada spostandosi sempre più sull’ambient).

E guardate come s’è difesa la vecchia pubblicità: nel Print & Publishing Ikea invita le sue clienti a fare pipì su un suo annuncio, che in realtà è trattato chimicamente per fungere da test di gravidanza, e sconta loro una culla se scoprono di essere incinte (“Ikea pee ad” della Akestam Holst Noa di Stoccolma); nel Radio & Audio la Grey Colombia di Bogotà ricostruisce pazientemente, rubando da radiocronache degli anni precedenti, la finale della Coppa Sud America del 2016 fra Chapecoense e Atletico Nacional, mai giocata per via del disastro aereo che distrusse la squadra brasiliana (‘The game that never was’, per l’emittente sportiva Blu Radio); per finire col Grand Prix Outdoor, una serie di affissioni che con un classicissimo lavoro di taglio dell’arcinota M di McDonald’s evocano la segnaletica stradale di negozi della catena: una volta “alla vostra destra”, un’altra “alla vostra sinistra”, e poi “prossima uscita” per suggerire infine perfino un’inversione a U (complimenti all’inventiva e al rigore grafico della Cossette di Toronto).

E a me sembrano dei bei ruggiti chiari e forti.

 

Clicca qui per tutti gli articoli relativi a Cannes Lions 2018