DIGITAL

Tediber, l’e-commerce di materassi si espande in Italia


11.06.2018
Alice Mordonini

di Claudia Cassino


Con buona pace degli insonni, le statistiche dicono che passiamo un terzo della nostra vita dormendo. Da questo semplice assunto è nata alla fine del 2015 Tediber, startup francese che ha scelto la via dell’e-commerce per vendere materassi di qualità e accessibili a tutti. Dalla fine del 2016, Tediber ha poi allargato la sua presenza anche sul mercato italiano e spagnolo. Alice Mordonini, country manager Italia dell’azienda, ci racconta la visione e le strategie future del marchio che, data la sua natura di Digital Native Vertical Brand, in questa fase ha scelto di comunicare essenzialmente attraverso canali digital e social, attività SEO/SEM e influencer marketing.

Come e quando nasce Tediber?

L’avventura di Tediber ha inizio alla fine del 2015. Fondata dall’imprenditore Julien Sylvain, dal designer Juan Pablo Naranjo e dall’ex direttrice marketing di Google Francia Aude du Colombier, Tediber è nata da un’ambizione molto semplice: cambiare la vita di migliaia di persone rendendo accessibile a tutti, nel modo più semplice possibile, un incredibile materasso. I tre fondatori di Tediber si sono infatti resi conto che passiamo un terzo della nostra vita dormendo e che il mercato dei materassi non evolveva ormai da troppo tempo ed era incredibilmente opaco: infiniti modelli, infiniti prezzi e promozioni di ogni tipo, che rendevano la scelta di un materasso un vero e proprio calvario. Così è nata l’idea di Tediber: un unico modello di altissima qualità, acquistabile unicamente online con 100 notti di prova e venduto al prezzo giusto tutto l’anno.

Quali sono gli obiettivi di espansione di Tediber sul mercato italiano?

Tediber ha riscosso un successo che ha oltrepassato le nostre aspettative. Abbiamo fatto la scelta strategica di concentrarci su Paesi dalle abitudini di consumo simili alla Francia e questa mossa si è rivelata vincente. Tediber è leader in Francia, casa madre del brand, ed è entrato facilmente nelle case degli italiani in un anno dall’apertura di questo mercato. Abbiamo venduto oltre 35.000 materassi in poco più di due anni e ottenuto oltre 10.000 recensioni autentiche con un voto medio di 4.7/5.

Il nostro obiettivo è quello di continuare a espanderci rapidamente nel nostro Paese e di cambiare la vita degli italiani.

Il vostro modello di business si basa esclusivamente sull’e-commerce: continuerete così o avete in cantiere anche l’apertura di negozi fisici nella Penisola?

Tediber è un Digital Native Vertical Brand, ovvero un brand geneticamente digitale, che sviluppa il suo universo, si esprime, interagisce e vende direttamente e principalmente sul web. La nostra strategia di diffusione è dunque incentrata principalmente sull’online, tramite acquisizione digitale, attività SEM e SEO, social e influencer marketing. Tuttavia, non escludiamo di prendere in considerazione in futuro la possibilità di aprirci a possibilità di business più tradizionali come l’installazione di showroom o store fisici nella Penisola.

A quanto ammonta il budget stanziato per il marketing e la comunicazione in Italia per il 2018?

Il marketing digitale rappresenta il nostro core business e oltre il 70% dei nostri investimenti si concentrano in acquisizione digital e social. La comunicazione ricopre ugualmente una parte importante dei nostri investimenti, specialmente in questa fase iniziale di introduzione sul mercato italiano. Per poter accrescere la fiducia dei futuri consumatori ci concentriamo ugualmente su attività di PR e di influencer marketing.

Quale target intendete colpire con la vostra attività di comunicazione?

Il nostro core target sono uomini e donne tra i 30 e i 45 anni, con un tenore di vita medio-alto, sicuramente tecnofili, urbanizzati e tendenzialmente early adopters. Ci rivolgiamo principalmente a un target esigente in termini di qualità e servizi, che vuole essere sicuro di pagare il prezzo giusto, interessato alle nuove tendenze e alle cose belle e propenso a volersi semplificare la vita.

 

La consegna è effettuata in bicicletta nelle città di Parigi, Milano e Madrid

 

Perché avete scelto di puntare in particolare sui canali social/digital e sull’influencer marketing per promuovere il marchio in Italia?

I canali social sono un mezzo di diffusione che si addice particolarmente alla nostra immagine lifestyle, permettendoci di comunicare facilmente il nostro approccio anticonvenzionale al nostro target di riferimento. L’influencer marketing è invece necessario, così come le attività di PR, per rafforzare la fiducia percepita verso il nostro marchio e creare brand awareness.

Quali sono i vostri partner per la comunicazione in Italia e all’estero?

Il nostro partner principale per l’Italia e la Spagna è Hopscotch, che si occupa di tutte le attività di PR in entrambi i Paesi. Il loro posizionamento a Dublino, nel cuore dell’Europa, facilita e centralizza notevolmente i contatti con le testate giornalistiche di entrambi i Paesi. Abbiamo poi diverse agenzie francesi che accompagnano la nostra espansione nell’Esagono con attività di media offline.

Molti big dell’e-commerce globale hanno scelto la tv per comunicare con un’audience più ampia: pensate di rivedere le vostre scelte in futuro?

Data la natura digitale del brand, fino ad ora Tediber si è concentrata unicamente sulla comunicazione digitale e sulle attività di PR, social e influencer marketing. Dal momento che l’Italia ha reagito molto positivamente alla nostra introduzione sul mercato prenderemo sicuramente in considerazione la possibilità di comunicare attraverso media più tradizionali come la tv per poter raggiungere un pubblico maggiore e consolidare la nostra presenza sul mercato italiano.

Il team di Tediber