MEDIA

Rai: nascono Radio 1 Sport e Radio 2 Indie, entro fine 2018 lo spin-off di Radio 3


07.06.2018
Roberto Sergio

di Claudia Cassino


L’offerta radiofonica digitale della Rai si moltiplica. Sono stati presentati ieri a Roma i due nuovi canali verticali Radio 1 Sport, al via il 14 giugno in concomitanza con l’inizio dei Mondiali di Calcio, e Radio 2 Indie, che partirà il 21 giugno e sarà rivolto a un target giovane (15-30 anni). Con i due nuovi arrivati il bouquet arriva così a 12 canali, in attesa dello spin-off di Rai Radio 3 previsto per fine 2018.

“Un’offerta ricca, impensabile solo pochi anni fa, che posiziona Rai Radio fra i player principali nella produzione di contenuti audio, che siano di intrattenimento, di informazione o di cultura”, ha detto Roberto Sergio, direttore di Rai Radio. Il debutto sarà sostenuto on air da due spot televisivi in onda sulle reti Rai e firmati dalla direzione creativa guidata da Massimo Maritan.

Il claim dei due nuovi canali, guidati rispettivamente da Gerardo Greco e Paola Marchesini, sarà ‘Al centro della passione’ per Radio 1 Sport e ‘La musica che crea indipendenza’ per Radio 2 Indie.

 

 

Il lancio si inserisce nel più ampio disegno per la digitalizzazione di tutta la filiera produttiva della radio Rai per il quale sono stati investiti 5 milioni di euro nel 2017/2018, come ha ricordato Sergio. Sul fronte dell’ampliamento della copertura digitale, invece, nel 2017/2020 sono previsti investimenti pari a 4 milioni di euro per coprire con il dab+ la cosiddetta ‘T autostradale’ (Torino-Trieste-Salerno).

Nel biennio successivo in arrivo ulteriori investimenti per raggiungere, entro il 2022, una copertura dell’80% della popolazione toccando il resto del Sud e la costa adriatica, ha sottolineato Stefano Ciccotti, chief technology officer della Rai, precisando come il 70% dell’ascolto della radio avvenga ancora dall’automobile.

Novità anche sul fronte delle App. A breve nascerà ‘Mio Gr’, uno strumento semplice e intuitivo, ascoltabile on demand, che consente di “personalizzare il giornale radio selezionando le categorie di notizie di proprio interesse”, ha annunciato il chief digital officer Gian Paolo Tagliavia, ricordando il successo delle ultime arrivate Rai Play YoYo, lo scorso aprile, e RaiPlay Radio, lanciata a dicembre 2017.

La piattaforma Rai Radio è oggi dunque fruibile su tutti i device digitali: web, app, digitale terrestre, sat e dab+.

Rai Pubblicità con Radio 1 per Russia 2018

Ancora pochi giorni per il calcio di inizio di 2018 FIFA World Cup in Russia. Rai Radio 1 dedicherà ai Mondiali oltre 100 ore di programmazione, garantirà una copertura radiofonica unica, mettendo in campo per l’evento tutta la propria esperienza ed energia.

L’emittente trasmetterà in diretta le radiocronache dei Top Match della fase eliminatoria e tutti gli incontri che si disputeranno dagli Ottavi alla Finalissima, per un totale di 31 partite e innumerevoli approfondimenti. Ogni giorno, inoltre, verranno dedicate all’evento le 3 edizioni del GR1 Sport in onda nelle fasce orarie di maggior ascolto, alle 8.20, 13.20 e 19.20.

Un vero e proprio mondiale ‘radiofonico’ e ‘outdoor’, che intercetta le fasce migliori dell’ascolto della radio, con partite che si giocheranno principalmente nel drive time serale e nei weekend, e GR1Sport posizionati in massima parte nelle fasce mattutine del peak time e del rientro dal lavoro la sera.

Una straordinaria opportunità per gli investitori pubblicitari interessati al target dinamico e attivo degli automobilisti. In più, le partite dei Mondiali varcheranno i confini di Rai Radio 1 per approdare contemporaneamente sulla piattaforma di Rai Play Radio e sulla nuova radio digitale Rai Radio 1 Sport (vedi notizia in alto), che trasmetteranno l’evento rispettivamente in streaming e in simulcast.

Francesco Barbarani

L’offerta commerciale di Rai Pubblicità per i programmi dedicati a 2018 FIFA World Cup è ampia e articolata, sia sul fronte della tabellare, sia su quello delle iniziative speciali: su tutte le partite per ogni tempo di gioco Break, Break Top e AdPoint in apertura e chiusura, con Minispot sui fischi di inizio e fine.

A supporto dell’offerta 123 promo sponsorizzati e 82 station break per l’intera durata dell’evento, adpoint in apertura e chiusura dei GR1 Sport e, infine, billboard ad inizio e fine dei pre e post partita e dei magazine serali.

Come spiega Francesco Barbarani, Direttore Area Radio, Web e Cinema di Rai Pubblicità: “Grazie all’attenzione che le radio Rai riservano ai grandi eventi, sportivi e non, puntiamo a valorizzarne il prodotto attraverso un’adeguata ed efficace copertura pubblicitaria. Il nostro obiettivo è quello di consentire ai nostri clienti una presenza che li identifichi con i contenuti editoriali più affini. In questo caso specifico, i target maschili e giovani più orientati allo sport e il target trade che presenta con Rai Radio 1 una forte affinità, troveranno sul canale una programmazione forte e di altissima professionalità, perfettamente in grado di intercettare il loro interesse”.