DIGITAL

L’esperienza di Diennea MagNews al servizio del digital commerce


29.05.2018
Florida Farruku

Al Netcomm Forum la società sarà presente al Desk 20. Due gli interventi previsti: il workshop ‘Costruire la relazione con il cliente in 12 step. La formula di Inglesina’ (30 maggio, Sala Blu 2, h.14.30) e ‘Il Consumatore Digitale allo specchio: 8 profili di un universo fluido’ (31 maggio, Sala Netcomm Academy, h.14.30). Intervista alla general manager Florida Farruku

di Andrea Crocioni


Avete scelto la 13ª edizione del Netcomm Forum per presentare la vostra offerta dedicata al digital commerce. In quale scenario si va a inserire questa proposta?

Per noi questa nuova offerta rappresenta un’evoluzione naturale di un percorso iniziato anni fa quando siamo partiti con lo sviluppo di soluzioni tecnologiche per clienti che operavano nell’eCommerce. Si tratta di una proposta di digital commerce che affonda le radici nella strategia globale di Diennea MagNews e in particolare nella nostra esperienza nella gestione del contatto e nelle azioni di conversione degli utenti. Abbiamo cercato subito di concentrarci su alcuni punti di forza che per noi sono fondamentali: consulenza e strategia. Questo è ciò che ci ha consentito di essere leader in Italia nelle strategie di performance marketing guidate dai dati. Nasciamo come un’azienda altamente tecnologica. Siamo cresciuti sui concetti di lead management e profilazione, perché MagNews pone questi due asset alla base di tutti i progetti multicanale sviluppati sulla nostra piattaforma. Tutto è orientato a raggiungere gli obiettivi di business delle aziende che si affidano a noi.

Qual è il fulcro dell’offerta di Diennea MagNews nell’ambito del digital retail?

L’offerta si basa su quattro servizi complementari che possono essere modulati a seconda delle esigenze e degli obiettivi del cliente. Partiamo dalla Strategia: offriamo consulenza per realtà che vogliono approcciare progetti di eCommerce per la prima volta. Poi passiamo al Design, progettando soluzioni che si concretizzano modellando creatività e tecnologia, sempre in ottica customer centric. Il terzo focus è sulla Communication: alimentiamo il traffico verso la piattaforma di shopping digitale con piani di marketing multicanale e automatizzati, usando il motore della nostra tecnologia. L’Analisi è la quarta e ultima fase che consente di lavorare sui dati per estrapolare insight e nuove opportunità di business. Questo è basilare per poter andare a migliorare l’esperienza, a seconda dell’obiettivo. Un percorso che passa da diversi step, tutti decisivi per la buona riuscita del processo. Ma si può dire che alla base di tutto c’è il contatto.

A chi vi rivolgete?

La nostra offerta, proprio per la sua modularità, si adatta alle esigenze più diverse. Possiamo affiancare l’azienda che al momento non ha un suo negozio digitale, ma è interessata a capire se e come avviare un percorso di questo tipo. A questa tipologia di cliente noi cerchiamo di offrire l’intero pacchetto di soluzioni. Ma ci possiamo rivolgere anche a chi ha già un suo sito di eCommerce, ma vuole rinnovarlo e migliorarlo e, per esempio, cambiare piattaforma tecnologica. In tal caso sono fondamentali le fasi di design e analisi. C’è anche chi è soddisfatto della struttura del proprio eCommerce, ma vuole incrementarne le performance, aumentando le conversioni, in tal caso sarà decisivo il lavoro di analisi.

 

 

Al Netcomm Forum illustrerete la case history di Inglesina. Come nasce questa collaborazione?

Inglesina è un’azienda leader nel settore dei prodotti per l’infanzia. Con loro ci siamo conosciuti un anno fa circa: cercavano un partner per la comunicazione multicanale. Inglesina parte da una situazione particolare: non ha una sua rete di store fisici, ma opera attraverso rivenditori con il modello classico B2B2C. La novità è che nei piani dell’azienda c’è l’apertura di un eCommerce per la vendita diretta dei propri prodotti entro la fine di quest’anno. Chiaramente quando ci siamo incontrati il marchio partiva da un database di consumatori limitato. Noi abbiamo iniziato a lavorare su una strategia di marketing multicanale che ci ha permesso di conoscere meglio la base clienti, di profilarla e di metterla in contatto con il brand, creando un canale di comunicazione molto stretto. Questo ci ha consentito di capire meglio quelli che potevano essere i comportamenti degli utenti e le loro esigenze. Questo è un passaggio fondamentale per un’azienda che vuole accompagnare le famiglie nei primi anni che seguono la nascita di un figlio. In pochissimo tempo dal go-live del progetto stiamo già registrando ottimi risultati in termini di engagement degli utenti e acquisizione di informazioni, che saranno utilissimi nei prossimi mesi quando implementeremo i flussi sull’eCommerce. Al momento infatti tra gli obiettivi c’è l’aumento del traffico in-store, ma questo è solo il primo passo. Lo step successivo sarà far decollare lo store online di prossima apertura. La marketing automation è stata lo strumento ideale per iniziare questo percorso.

Quali sono le specificità di questo progetto?

La specificità è che al centro di tutto c’è la gestione del contatto. In questo caso abbiamo lavorato per eliminare tutte le barriere che rendevano complessa la comprensione dei bisogni delle persone, puntando alla raccolta di tutte quelle informazioni utili a rafforzare la relazione. Partire da un cliente che non ha un contatto diretto con i propri utenti e contribuire alla costruzione della customer journey, creando i presupposti per un consumatore sempre in connessione con il brand per noi rappresenta l’approccio ideale. Anche per questo motivo abbiamo deciso di raccontarlo in un contesto così importante come il Netcomm Forum.