CREATIVITY

Da ‘Save The Account’ a ‘The Hidden Persuaders’: l’ironia che fa bene all’adv


24.05.2018

di Andrea Crocioni


Gli Enfants sono tornati Terribles grazie all’arma che più gli è congeniale, l’ironia. L’obiettivo, come in passato, è prendere in giro il mondo pubblicitario per denunciarne i vizi, fedeli al detto latino ‘Castigat ridendo mores’.

“Nonostante sia un creativo pubblicitario – scrive Mizio Ratti sul suo seguitissimo blog (mizioblog.com) -, il progetto a cui sono più affezionato non è una pubblicità, ma è piuttosto un video che la pubblicità la prende in giro. Un’idea estemporanea, nata per puro caso, che in maniera incosciente abbiamo girato al volo, senza budget, e messo online 12 anni fa. È il video che ha firmato l’operazione ‘Save The Account’ e che, con nostra grande sorpresa, è diventato virale e ha fatto giro dei blog di comunicazione di tutto il mondo (allora Facebook non esisteva ancora). Da quel video è poi nata la bellissima avventura ebolaindustries”.

E proprio l’account, protagonista di quella clip, che si allenava (senza successo) davanti allo specchio per imparare a dire no alle richieste più insensate del cliente è il protagonista della nuova operazione ‘The Hidden Persuaders’.

Il punto di partenza è un interrogativo: che ne è stato di quell’account dopo tanti anni di frustrazioni, conseguenza dei troppi sì pronunciati? La risposta nel sequel del video promosso con una serie di stunt poco convenzionali nei giorni scorsi.

Lunedì 21 maggio, la banda dei creativi ha addirittura hackerato il ‘nostro’ GrandPrix Advertising Strategies, proprio come più di dieci anni fa con ‘Save The Account’, questa volta portando il loro protagonista della comunicazione in aria di psicopatia, oggi titolare di una fantomatica agenzia pubblicitaria (la P&G&B) con sedi a New York e Reggio Calabria, a calcare il red carpet del gala, inseguito da uno stuolo di fotografi.

In contemporanea è stata avviata una campagna di recruiting su LinkedIn, che però è stata chiusa dopo appena un giorno per l’esorbitante numeri di curricula ricevuti.

La ‘banda Gipsy’ che ha realizzato la provocatoria operazione è composta oltre che da Mizio Ratti, da Ottaviano Blitch e Riccardo Quartesan. La campagna digital è opera di Hallelujah.

Per conoscere meglio il progetto: www.thehiddenpersuaders.tv.