DIGITAL

Adasta Media nomina Filippo Marchio nuovo managing director


16.05.2018
Filippo Marchio

Lo scorso gennaio Adasta Media si è presentata al mercato con una nuova identità, passando dall’essere la storica concessionaria digitale di Webperformance all’acquisire una propria autonomia e un proprio brand.

La manovra di Simone Chizzali, ceo di Adasta Media, punta a una crescita indipendente del network, che già oggi vanta 10 milioni di browser unici, 250 milioni di impression display e 5 milioni di video-views al mese.

Il potenziamento della supply consentirà una proposizione di valore nei confronti dei top publisher nei prossimi mesi, permettendo di ottenere un’inventory ancora più corposa e di maggiore qualità.

Il secondo fronte di crescita della concessionaria riguarda lo sviluppo sales lato demand. L’integrazione tecnologica sta già portando alla creazione di nuovi prodotti e nuovi template di progetti speciali.

Questo permetterà nel lungo periodo di rilanciare la proposta commerciale favorendo il giusto mix tra obiettivi di brand awareness e risultati a performance. Su questo aspetto sarà strategica la prosecuzione della collaborazione con Webperformance. La crescita di queste due macro-aree sarà in carico a Filippo Marchio, nuovo managing director di Adasta Media.

Il manager vanta un’esperienza più che decennale nei campi del display advertising, programmatic buying, video adv e mobile.

Le aziende per cui ha offerto il suo contributo, sempre legato allo sviluppo del business ad un livello dirigenziale, sono state Autoscout24, Virgin Active, Casa.it, Wish Days, eDreams, Shiny ed infine Hi-Media Italia per il brand AdPulse, per il quale ha guidato l’area di Business Development lato Supply.

“Sono lieto di dare il benvenuto a Filippo che entra nel nostro team in un ruolo strategico fortemente orientato al raggiungimento degli obiettivi che ci siamo insieme prefissati. La sua riconosciuta professionalità ed esperienza maturata nella nostra industry rappresentano per Adasta un valore aggiunto che pone le fondamenta per una diversa proposizione verso editori e clienti e un posizionamento ambizioso non inizialmente contemplato”, dichiara Chizzali.

La professionalità di Marchio quindi consentirà l’ampliamento del portafoglio dei publisher e l’acquisizione di nuovi clienti in ambito sales. Oltre a questo ci sarà un focus sulla tecnologia e su nuovi formati digitali da implementare dell’offerta commerciale.

“Il mercato digitale conferma ogni giorno la sua dinamicità e la sua evoluzione e questi sono gli stessi pillar della strategia di Adasta, che è una realtà giovane ma concretamente a fianco dei publisher. Punteremo a rafforzare il ruolo fondamentale di partner digitale e di abilitatore innovativo sul mercato advertising, con un focus preciso nella proposizione di formati speciali e di Audience Target in linea con le maggiori richieste dei buyer”, commenta Marchio.