CREATIVITY

Think Cattleya entra nella video production industry internazionale grazie all’ingresso del Gruppo ITV


10.05.2018
Monica Riccioni (Ceo Think Cattleya), Maria Kyriacou (President International, ITV Studios)

Dopo una crescita esponenziale che in pochi anni l’ha posizionata tra le prime tre case di produzione pubblicitarie italiane, quest’anno, grazie all’ingresso del Gruppo Internazionale ITV (presente con oltre 30 società di produzione in 12 Paesi) nel capitale della società, Think Cattleya entra nella video production industry internazionale.

La notizia del progetto d’internazionalizzazione della casa di produzione, anticipata qualche mese fa, oggi si concretizza. E si concretizza in modo del tutto differente dalle modalità sinora attuate dai competitor, con uno step epocale per una casa di produzione pubblicitaria.

“Abbiamo lavorato alacremente in questi anni – racconta Monica Riccioni, Ceo di Think Cattleya – per valutare e identificare la situazione migliore al fine di costruire la nostra internazionalità con la precisione che meritavamo, non abbiamo percorso le solite vie con acquisizioni di regie all’estero, banalizzando l’importanza di cosa significa un vero step internazionale, ma cercato il partner ideale per creare e sviluppare in Italia un nostro modello advertising da esportare all’estero in linea con la filosofia dal Gruppo Cattleya rispetto alle grandi serialità. Entrare a far parte di un gruppo della forza di ITV legge la nostra visione ed è perfettamente in accordo con ciò che sta avvenendo nel campo delle produzioni video content a livello globale, ossia un processo di concentrazione: pensiamo a Disney che acquisisce Fox, ATT rispetto alla Warner e rimanendo in Italia Fremantle con Wildside. Iniziamo, così, a lavorare con un Gruppo presente con oltre 30 società di produzione in 12 Paesi, un gruppo dinamico costituito da un management di grandi professionisti con cui siamo onorati di lavorare come Maria Kyriacou (President International, ITV Studios). E questa è solo la partenza. I prossimi anni vedranno il nostro lavoro focalizzato a sviluppare questo percorso dando la possibilità di nutrire il mondo dell’advertising italiano di grande valore in termini di novità di mercato e rivoluzione del settore, dando ancora più forza all’advertising classico, all’istituzione dello spot tv ”.

Un posizionamento ancora più esteso che serve a dare nuova energia al mercato advertising italiano in termini di innovazioni produttive, registi, team artistici, novità dai mercati internazionali e opportunità di poter sviluppare contenuti multimediali in collaborazione con tutte le società del gruppo.

L’espansione e il consolidamento di un grande gruppo di lavoro sulla sede di Milano supervisionato dalla stessa Monica Riccioni, combinato con la concreta intenzione di ITV di espandere le sue attività in Italia, rappresenta per Think Cattleya un ulteriore passo avanti dopo i numerosi successi avuti in questi anni grazie a una visione innovativa.

Sviluppando un vero ‘new advertising thinking’ la storia di Think Cattleya legge una visione che ogni anno ha collezionato risultati precisi e forti.

“Dietro il successo che abbiamo avuto c’è un progettazione basata sull’anticipazione delle svolte del nostro settore, senza dubbio – prosegue Riccioni -. Siamo abituati a interlocutori che hanno letto le nostre visioni e le hanno abbracciate, che ci hanno premiato per il nostro pensiero globale ed efficace. I nostri progetti hanno determinato un posizionamento totalmente differente rispetto ai nostri competitor, siamo l’unica casa di produzione ad aver pensato e strutturato reparti specifici: (una Linea Editoriale e Branded Content, una Unit Digital, un reparto di Comunicazione Interna). Dalla nostra entrata nel mercato abbiamo sviluppato idee di rinnovamento a cui abbiamo lavorato puntualmente dando risposte concrete, fatti, un modello di prodotto per cui oggi Think Cattleya viene riconosciuta e che solo Think Cattleya può dare”.