MEDIA

Cairo Communication, gli azionisti approvano il bilancio 2017. Cairo: “Per La7 fase strepitosa degli ascolti”


27.04.2018
Urbano Cairo

Sull’esercizio 2018 il dividendo (ora pari a euro 0,10 per azione) potrebbe crescere se arriverà il contributo di un dividendo anche della controllata Rcs

 

Si è riunita oggi, in sede ordinaria, l’assemblea degli azionisti di Cairo Communication che ha approvato all’unanimità il bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2017 (vedi notizia), nonché la distribuzione di un dividendo di euro 0,10 per azione. L’assemblea ha anche espresso parere favorevole sulla politica in materia di remunerazione della società per l’esercizio 2018 e ha approvato il conferimento dell’incarico di revisione legale dei conti per gli esercizi 2020-2028 e il relativo corrispettivo. Inoltre ha deliberato di conferire alla società Deloitte l’incarico di revisione legale del bilancio d’esercizio e del bilancio consolidato di Cairo Communication per gli esercizi 2020-2028, e infine ha autorizzato
un nuovo piano di acquisto e di disposizione di azioni proprie nel numero massimo consentito dalla legge, per un periodo di 18 mesi dalla data dell’odierna.

A margine della seduta, il presidente del gruppo Urbano Cairo, nella foto, (che ieri a margine dell’assemblea azionisti di RCS MediaGroup aveva dichiarato che la fusione con Cairo Communication non è all’ordine del giorno’) ha tessuto le lodi de La7, che sta vivendo “una fase strepitosa” relativamente agli ascolti. “Nei primi quattro mesi, durante tutto l’arco della giornata, siamo passati dal 2,90% al 3,60% di ascolti, che corrisponde a una crescita del 25%. In prime time passiamo dal 3,45% al 4,75% che è un 36% di incremento – ha precisato -. Mi aspetto che il mercato si stia rendendo conto di quanto sia forte il nuovo palinsesto e che possa premiare La7”.
Buone le previsioni sul prosieguo dell’anno. “Credo che il 2018 possa essere molto positivo”, ha sottolineato il presidente. Guardando più in generale ai conti del gruppo Cairo Communication, l’editore vede la possibilità di una buona crescita dei dividendi sull’esercizio 2018. “L’anno scorso il dividendo era poco perché avevamo fatto investimenti importanti come quello su RCS – ha spiegato -. Quest’anno è cresciuto e se sul 2018 riusciremo ad avere un dividendo da RCS riusciremo a darne uno ancora più importante”.