MEDIA

Mediaset torna all’utile. La raccolta tv in Italia sale a 2,09 miliardi di euro


24.04.2018

Il CdA di Mediaset, oggi sotto la Presidenza di Fedele Confalonieri, ha esaminato il bilancio consolidato del Gruppo Mediaset al 31 dicembre 2017 e approvato il progetto di bilancio della capogruppo Mediaset Spa: dodici mesi che registrano l’immediato ritorno all’utile dopo un esercizio precedente reso anomalo, come noto, dagli effetti della vicenda Vivendi.

Nell’andamento complessivo 2017 del gruppo guidato da Pier Silvio Berlusconi (nella foto) si segnalano l’aumento della quota di mercato pubblicitario e il forte calo dei costi televisivi, elementi che hanno determinato la crescita del Risultato operativo e il conseguente ritorno all’utile netto. “Tutti fattori positivi che confermano i tempi di raggiungimento degli obiettivi del piano Mediaset 2020 presentato al mercato all’inizio dell’esercizio”, riporta la nota dell’azienda. I ricavi netti flettono invece a 3.631,0 milioni di euro rispetto ai 3.667,0 milioni di euro del 2016. In particolare, i ricavi in Italia si sono assestati a 2.636,2 milioni di euro (contro i 2.675,9 milioni del 2016). In Spagna i ricavi netti sono stati pari a 996,3 milioni di euro rispetto ai 992 milioni del 2016.

Passando alla raccolta, in Spagna, dove l’andamento del mercato ha via via rallentato nel corso dell’anno, i ricavi pubblicitari lordi si sono attestati a 969,7 milioni di euro rispetto ai 962,9 milioni di euro dell’esercizio precedente. In Italia, dove il mercato pubblicitario nazionale nel 2017 ha chiuso invece in negativo (-1,9%), i ricavi pubblicitari televisivi lordi sono cresciuti in controtendenza da 2.086,9 milioni di euro del 2016 a 2.095,4 milioni di euro. La quota di mercato Mediaset del 2017 nel nostro Paese è stata pari al 38,3%, in crescita rispetto al 2016 (37,5%). I costi operativi complessivi di Gruppo calano dell’11,1% (passando da 2.495,0 milioni di euro a 2.218,4 milioni di euro). In particolare da segnalare la forte riduzione dei costi in Italia delle attività televisive integrate: da 3.093,0 milioni di euro a 2.574,4 milioni di euro. Considerando il dato a perimetro omogeneo rispetto al 2016 e al netto dell’impatto delle svalutazioni e altri oneri una tantum, la diminuzione effettiva dei costi raggiunge i 72,1 milioni di euro (-2,6%).

L’Ebit consolidato è positivo per 316,5 milioni di euro con una netta inversione di tendenza rispetto al 2016 (-189,3 milioni di euro). In Italia, Ebit in crescita a 70,9 milioni di euro rispetto ai -413,7 milioni di euro del precedente esercizio grazie anche alla riduzione dei costi operativi. Dato positivo anche in Spagna con 245,3 milioni di euro in ulteriore aumento rispetto ai 224,4 milioni di euro del 2016. Il Risultato netto consolidato torna quindi positivo per 90,5 milioni di euro a fronte della perdita di 294,5 milioni di euro segnata nel 2016. In Italia il Risultato netto passa da -380,1 milioni di euro registrati nel 2016 a -9,9 milioni di euro del 2017. In Spagna il dato positivo migliora rispetto al 2016 raggiungendo i 197,5 milioni di euro rispetto ai 171,0 milioni di euro dell’anno precedente.

In relazione agli ascolti, in Italia, Mediaset si conferma leader sul target commerciale con il 33.8% di share in prima serata e il 33,3% nelle 24 ore. Canale 5 è cresciuta di 0.4 punti in prime time ed è stata la rete italiana più vista nel target commerciale sia in prima serata (16,5%) sia nelle 24 ore (15,9%). In Spagna, le reti televisive Mediaset España mantengono la leadership assoluta nelle 24 ore con il 28,8% di share. Telecinco si conferma rete spagnola più vista nel totale giornata (13,3%) e in prima serata (13,5%). Bene anche l’andamento della capogruppo Mediaset Spa che chiude l’esercizio 2017 con un risultato netto di 69,2 milioni di euro rispetto ai -151,0 milioni di euro del 2016.

Guardando al 2018, in un mercato pubblicitario che nel primo bimestre dell’anno ha segnato in Italia un andamento negativo rispetto al 2017, Mediaset prevede ricavi pubblicitari in miglioramento anche a seguito dei diritti esclusivi di tutti i match del Mondiale di Calcio detenuti in entrambi i Paesi di riferimento. La visibilità di mercato si mantiene comunque molto bassa, soprattutto in Italia a causa della perdurante incertezza politica. Nel corso dell’esercizio saranno rafforzate le principali azioni previste dalle linee guida del Piano ‘Mediaset 2020’ con particolare focalizzazione sul controllo costi e sulla generazione di cassa. L’insieme di tali fattori dovrebbe determinare su base annua un Risultato Operativo e un Risultato Netto consolidato positivi.