MEDIA

Nasce ViacomLab, il nuovo progetto e laboratorio partecipativo di VIMNI


23.04.2018
Andrea Castellari

Nasce ViacomLab, il nuovo progetto continuativo di Viacom International Media Networks Italia, azienda guidata dall’amministratore delegato Andrea Castellari, che si pone come uno spazio aperto di condivisione e scambio rivolto a tutti gli stakeholder.

Ideato da Viacom Research&Insights, dipartimento guidato da Morena D’Incoronato, il ViacomLab si propone di condividere gli insight più rilevanti e influenti relativi a tutti i propri interlocutori che arrivano dagli studi internazionali e locali di Viacom, fornendo strumenti di comprensione e di monitoraggio continuo dei trend con l’obiettivo di attivare un canale di diffusione e scambio e promuovere un dialogo costante tra le varie figure del mercato.

In generale il business di Viacom è sempre stato guidato da creatività, innovazione e capacità di andare a fondo nella conoscenza della propria audience. Attraverso lo sviluppo continuo di ricerche, Viacom parla a oltre 1,5 milioni di persone nel mondo, in oltre 80 Paesi, dalla Svezia al Sud Africa, dall’Argentina all’Australia: kids, teen, adulti, genitori, nonni, ma anche fan, trendsetter ed esperti.

Viacom è, così, in grado di modellare i propri brand, essere ispiratore di contenuti e comunicare in maniera efficace e diretta con il proprio pubblico, utilizzando diverse metodologie di ricerca, da quelle tradizionali a quelle più innovative.

Grazie al dipartimento di Research&Insight italiano e al Global Consumer Insights internazionale, Viacom ha aperto nel tempo delle finestre privilegiate sui temi caldi e sulle tendenze emergenti in Italia, in Europa, nel mondo, mettendo al centro la conoscenza e comprensione dei propri pubblici di riferimento.

 

 

Focus sui kids

Il programma del ViacomLab si svilupperà assumendo varie forme: incontri di condivisione; interventi di esperti su settori e temi specifici; workshop; eventi; attività speciali.

Il primo incontro, ad aprile, è focalizzato su ‘I bambini di oggi: valori, desideri e ruolo all’interno del nucleo familiare’ e, per l’occasione, vengono presentati gli insight emersi dalle ricerche: ‘Kids of The World’ e ‘Kid Power’.

Nello specifico, Viacom ha parlato con 6.000 bambini in più di 30 Paesi – attraverso interviste online e interviste etnografiche – ed è entrato nelle loro vite ascoltando i loro racconti su come vedono il mondo, quali sono i loro desideri e i loro timori, e come si immaginano da adulti. I bambini di oggi si descrivono come curiosi (89%), creativi (89%) e determinati (86%), sono consapevoli di crescere in un mondo fluido e in costante evoluzione dove il cambiamento e l’incertezza sono elementi imprescindibili.

Nonostante questo, i bambini affrontano la vita con un atteggiamento positivo e ‘fearless’, grazie anche al forte supporto che ricevono dalla famiglia, dagli amici e dagli animali domestici.

Sono bambini estremamente occupati e attivi, che si stanno impegnando, oggi, per raggiungere i loro obiettivi di domani (l’86% afferma che è meglio studiare tanto quanto si è piccoli per ottenere un lavoro migliore da adulti).

La ricerca, ha evidenziato che le famiglie di oggi sono più unite che mai e che tutti i membri della famiglia lavorano in team, bambini compresi che sono responsabilizzati e indipendenti nei loro compiti.

È emerso che i kids sono sempre più ‘potenti’ all’interno della propria famiglia ed esercitano una crescente influenza sia in termini di esperienze da condividere che di prodotti da acquistare.

In particolare sulle decisioni di acquisto è emerso che i bambini ricoprono un ruolo fondamentale su un’ampia varietà di categorie merceologiche: da cosa comprare per la spesa alimentare della famiglia (94% di influenza dei kids) alla scelta di dove andare in vacanza (75%), dall’intrattenimento (98%) ai prodotti di elettronica (82%). I prossimi appuntamenti del ViacomLab a cadenza trimestrale saranno dedicati a ‘Giovani e Futuro’, ‘Experience Economy’, ‘My Teen Life’.

“Sono molto contento di poter presentare questo nuovo progetto a lungo termine che ci permette di essere presenti in maniera ancora più capillare su tutti i nostri pubblici e avere uno scambio costruttivo con i nostri stakeholder, rafforzando la relazione con loro e promuovendo il dialogo tra varie figure del mercato – ha commentato Castellari -. Queste ricerche ci aiutano a capire l’approccio dei nostri interlocutori alla vita in generale, di interpretarne le aspettative e intuirne le evoluzioni, dai loro desideri ai loro comportamenti d’acquisto. Il ViacomLab apre spunti di riflessione e ci permette di essere ancora più presenti sui grandi temi di cultura pop e attualità prevedendo i trend futuri raccontandoli da nuove e inaspettate angolazioni”.

Per quanto riguarda i kids, infine, “la nostra conoscenza del mondo dei bambini è dimostrata già dal fatto di essere la prima concessionaria su questo mondo, con risultati particolarmente brillanti”, ha concluso l’ad.