DIGITAL

Toucan Toco, l’azienda che trasforma i dati in informazioni semplici sbarca in Italia


19.04.2018

Toucan Toco, l’azienda francese di software per il reporting e la data visualization, approda sul mercato italiano.

L’azienda è stata fondata nel 2014 da Charles Miglietti, Kilian Bazin, Baptiste Jourdan e David Nowinsky, tutti ingegneri e imprenditori che hanno avuto l’intuizione di democratizzare l’accesso ai dati e ai key performance indicators per i non esperti, restituendo loro il potere decisionale in un modo del tutto nuovo: attraverso il data storytelling.

Dopo aver realizzato una crescita a tripla cifra negli ultimi 3 anni, Toucan Toco sta guardando ai mercati vicini e nel 2018 prevede di iniziare le attività non solo in Italia, ma anche in Spagna, Regno Unito e Paesi Bassi, con l’obiettivo di diventare leader in Europa e cambiare il modo in cui le persone utilizzano i dati all’interno delle aziende.

“Negli ultimi 4 anni, siamo riusciti a realizzare un buon fatturato. Da 4 persone, oggi siamo diventati 50 e possiamo autofinanziarci grazie a più di 95 clienti tra cui Renault, Total, Axa, JCDecaux, Psa, lvmh, Euler Hermes e Vinci”, dichiara Charles Miglietti, presidente e co-founder di Toucan Toco.

Nel 2017, dopo aver trascorso oltre 2 mesi in Italia a parlare con aziende e consulenti, Miglietti ha constatato che il mercato italiano è sempre più maturo: le aziende hanno infatti acquisito maggiore consapevolezza e capacità nella raccolta e organizzazione dei dati.

“Oggi è necessaria una soluzione per l’ultimo tratto percorso dai dati: le aziende devono poter trasformare i dati in informazioni semplici da leggere e da comprendere. Questo è ciò che facciamo in Toucan Toco”, spiega Miglietti.

La startup francese, che collabora con un network di partner, integratori e aziende di consulting, nonché con le sussidiarie dei loro clienti, sta aprendo uffici a Roma e Milano.

“In Italia Toucan Toco seguirà la stessa strategia di sviluppo messa in campo in Francia. Il nostro obiettivo è quello di crescere organicamente durante il percorso di consolidamento in Italia”, conclude Miglietti.

“In base a questa logica, assumeremo un team interamente italiano che possa rispondere alle sfide poste da questo Paese”.