CREATIVITY

Al via ‘Outside the Ivory Tower: creativity makes a better life’: un ponte fra Italia e Cina


16.04.2018

Sarà inaugurata domani a Milano, a partire dalle ore 18.30, la mostra evento ‘Outside the Ivory Tower: creativity makes a better life’, appuntamento promosso dall’unione tra il Guangzhou National Advertising Industrial Park e la Guangzhou Academy of Fine Arts (GAFA) e organizzata con il supporto di TVN Media Group e il patrocinio di Fondazione Italia Cina.

Nei giorni ‘caldi’ del Fuorisalone 2018, grazie a questa iniziativa si darà vita a un vero e proprio ponte ideale fra il capoluogo lombardo e la Cina.

L’esposizione, ospitata negli spazi del Laboratorio Formentini per l’Editoria (via M. Formentini 10), resterà aperta fino al 22 aprile dalle ore 10.30 alle 19.30.

Guangzhou National Advertising Industrial Park e GAFA formano una delle realtà più all’avanguardia del sud della Cina nell’ambito del design e dell’industria pubblicitaria, dove si integrano perfettamente sviluppo industriale, universitario e ricerca.

Una possibilità di networking per aziende, agenzie, professionisti e università, unica nel suo genere, che ha già all’attivo la nascita di numerosi brand e progetti di design su scala internazionale, statale e locale e che guarda con crescente interesse ai talenti dell’industria culturale italiana in un’ottica di investimenti e partnership.

Curata dal designer e creativo Cao Xue, responsabile del Guangzhou National Advertising Industry Park, preside della Scuola di Arti Visive e Design della Guangzhou Academy of Fine Arts, nonché direttore dell’Istituto asiatico di cultura visiva, la mostra/evento di Milano presenta un ‘ecosistema’ sinergico, riflesso di un Paese sempre più protagonista all’interno del mercato globale, che ambisce al ruolo di prima potenza industriale entro il 2049 (anno del centesimo anniversario della fondazione della Repubblica Popolare Cinese).

Nel cuore di Brera trova spazio una panoramica innovativa su quella che, a tutti gli effetti, può essere considerata come la ‘Silicon Valley d’Oriente’, un hub leader nel campo dell’arte, del design e dell’advertising, in grado di sintetizzare l’essenza della filosofia e della cultura cinese attraverso concetti creativi unici.

Time development, regional culture, urban construction e life aesthetic sono i punti cardinali lungo cui si snoda il progetto espositivo dedicato all’area di Guangzhou. In mostra i rendering dei futuri sviluppi urbanistici dell’area di Guangzhou, video, oltre a oggetti di design come l’imbuto 2in1 Kitchen Funnel (Reddort Awards 2016) di Zhang Jiang, professore di Industrial Design alla Guangzhou Academy of Fine Arts e considerato uno dei principali designer industriali cinesi, o ancora il nuovo logo della città di Guangzhou disegnato da Cao Xue e che mette in evidenza lo stile di una città internazionale, moderna e intelligente: la torre, riferimento della città, è simile alle vele delle barche e agli uccelli, simboli dello spostamento per antonomasia.