MEDIA

Go Tv, a febbraio fatturato in aumento del 36,7%


06.04.2018
Angelo Sajeva

Il presidente Sajeva: “Il mezzo continua a crescere e accelera il suo trend con una straordinaria progressione registrando a febbraio la crescita più alta degli ultimi 7 mesi. Grande parte è da attribuire alle elezioni del 4 marzo”

L’Osservatorio Fcp-Assogotv (Fcp-Federazione Concessionarie Pubblicità) ha raccolto i dati relativi al fatturato pubblicitario del mezzo Go Tv per il periodo febbraio 2018. I dati evidenziano un fatturato totale di 1.221.000 euro.

Tale dato corrisponde a un incremento del fatturato pubblicitario del mezzo Go Tv pari a +36,7% nel mese di febbraio 2018 rispetto al corrispettivo 2017. I dati evidenziano inoltre per il periodo gennaio-febbraio 2018 un fatturato totale di 2.457.000,00 euro.

Tale dato corrisponde a un incremento del fatturato pubblicitario del mezzo Go Tv pari a +33,1% nel periodo gennaio-febbraio 2018 rispetto al corrispettivo 2017.

Angelo Sajeva, presidente di Fcp-Assogotv, ha commentato: “La Go Tv continua a crescere e accelera il suo trend con una straordinaria progressione che a febbraio sfiora i 37 punti percentuali di incremento, la crescita più alta degli ultimi sette mesi. Grande parte è da attribuire alle elezioni del 4 marzo: diversi i partiti e i candidati che hanno infatti scelto la Go Tv per l’opportunità di presidiare ambienti cittadini ad alta frequentazione con un messaggio audio-video adatto a proporre una sintesi del proprio programma. Da evidenziare il significativo aumento a febbraio delle campagne pianificate in continuity, ovvero con un planning di tre/quattro settimane a conferma dell’ormai riconosciuto ruolo della Go Tv di completamento e stretching dei flight tv. Sempre più attivi i brand del Tempo libero, con campagne che propongono appuntamenti con film, spettacoli teatrali, mostre ed eventi che si affiancano ai brand che affidano la strategia della call to action alla Go Tv, principalmente Prodotti farmaceutici, Alimentari, Servizi, Finanza consumer, Automotive. Dopo questa brillante partenza, ci aspettiamo ora pianificazioni importanti da parte dei brand che hanno la massima stagionalità in primavera e in estate, principalmente Bevande, Cura persona, Alimentari, Moto e Auto, che possono così sfruttare il maggior tempo trascorso fuori casa dai target attivi e dai giovani. Ci aspettiamo inoltre che l’assenza dell’Italia dai Mondiali di calcio dia ulteriori opportunità alla Go Tv per tutti i brand che fanno videostrategy e che avranno l’obiettivo di massimizzare le audience del periodo estivo, potendo così contare sulla ancor più alta numerosità di contatti tv negli ambienti fuori casa”.