CREATIVITY

Pastificio Garofalo va in televisione con Mindshare dopo una consultazione


06.04.2018

Il Pastificio Garofalo sarà on air da domenica la nuova campagna ‘Buona pasta non mente’, che fa parte del nuovo percorso di comunicazione, improntato sulla massima trasparenza, inaugurato qualche giorno fa con il lancio della piattaforma online comesifagarofalo.it.

Il concetto su cui è stata costruita la campagna è molto chiaro: la verità è che pasta Garofalo è così buona che non riuscirai a tenere la bocca chiusa. Il messaggio verrà articolato in due storie brevi che si sviluppano intorno alla tavola, di fronte a un buon piatto di pasta.  Ai protagonisti basterà un assaggio per essere colpiti dall’effetto Garofalo. A quel punto, non potranno che dire la verità, innocua e un po’ scomoda, oppure a rischio di essere bloccata sul nascere dalla timidezza.

La nuova piattaforma online, comesifagarofalo.it, verrà richiamata in chiusura da ogni singolo spot.

“Il sito web e la campagna pubblicitaria fanno parte dello stesso percorso di comunicazione che abbiamo deciso di intraprendere quest’anno – commenta Emidio Mansi, direttore commerciale del Pastificio Garofalo -. Mentre in televisione predomina la parte emozionale, online abbiamo scelto un approccio assolutamente razionale, volto a raccontare al consumatore tutto sui metodi e sulle scelte dello storico pastificio di Gragnano e a mettere a disposizione di tutti le informazioni più tecniche e i dati che ci riguardano”.

Insieme alla nuova campagna in tv, arriveranno a scaffale anche i nuovi pack, freschi di restyling grafico, che oltre a un richiamo a comesifagarofalo.it riporteranno tutte le diciture che entreranno in un dettaglio maggiore rispetto a quello previsto dalla nuova normativa sull’etichettatura.

La campagna è stata ideata da PesceRosso Comunicazione e Design, con la direzione creativa di Patrizio Marini, copy Martha Ter Horst. La regia è di Tommaso Pitta per la casa di produzione Mercurio Cinematografica.

La pianificazione è curata da Mindshare Italia, scelta all’inizio dell’anno con una consultazione, e prevede le principali emittenti tv e il web in diversi formati, mentre la comunicazione sui social media è affidata a Xister.