DIGITAL

Seedtag presenta il team italiano e i progetti 2018


04.04.2018
Giorgio Corradini

Seedtag, l’ad-tech company spagnola, fondata nel 2014 da 2 ex-manager di Google, Jorge Poyatos e Albert Nieto, in pochi anni è diventata leader in Europa e Latam nel segmento dell’In-Image Advertising.

La società spagnola nasce con una piattaforma innovativa con tecnologia proprietaria che, integrata su un network di publisher premium, consente ai partner che la integrano di generare revenues aggiuntive lavorando sulla conversione di immagini in spazi advertising aggiuntivi e monetizzabili con diversi formati proprietari. Approda in Italia a marzo 2016 e il 2017 è l’anno della crescita esponenziale: seedtag è infatti stata impegnata in molte attività importanti per il mercato digital.

Grazie al proprio approccio Brand Caring, è stata infatti selezionata da IAB per partecipare, insieme ad altri player di settore, all’Osservatorio sulla ‘Quality&Transparency’; ha stretto una partnership con l’Osservatorio Internet Media del Politecnico di Milano per contribuire alla valutazione del mercato dei Media Digitali, ed è infine salita sul palco dell’ultimo IAB Forum 2017 in un workshop che ha registrato il sold out presentando insieme a L’Oréal la case history: ‘Empowering Brand Positioning: la case-history L’Oreal Colorista con l’In-Image Advertising’, per citare i progetti più significativi. Progetti importanti che si concretizzano con un premio vinto, il Best Monetization Solution Award nel DIG 2017, consegnato a Lisbona, dove è stata votata come l’azienda ad-tech che offre la migliore soluzione per la monetizzazione, da un panel di più di 120 publisher premium europei del calibro di The Telegraph Group, Condé Nast, Lagardère, CNN, El Mundo, Le Figaro, RCS, G+J Media, The Financial Times, Eurosport, Time Inc., Sanoma, Manzoni, etc. Un network di premium publisher e una tecnologia proprietaria ben rodata, che nel 2017 ha visto la messa online di oltre 1.200 campagne worldwide, di cui oltre il 20% generate dalla filiale italiana, classificatasi così come il secondo paese dopo la Spagna in termini di campagne erogate e revenue generate.

La mission di seedtag nei confronti dei suoi clienti è quella di offrire territori e non spazi advertising.

La selling proposition si focalizza infatti sul presidio di contenuti a prescindere dai contenitori, purché siano premium. Un valore aggiunto per gli spender che vogliono sempre più massimizzare il ritorno dei loro investimenti pubblicitari e soprattutto con una forte limitazione di dispersione di budget. Oggi seedtag è in grado di intercettare oltre 21 milioni di utenti unici e oltre mezzo miliardo di pagine viste mensili solo in Italia.

Placement, contestualizzazione e una significativa inventory generano KPI molto più elevati della media dei formati standard, sia in termini di CTR, che di Engagement Rate (35/50%).

Tutte le soluzioni Advertising di seedtag sono Multidevice e quindi sia responsive che adaptive e alcune soluzioni sono disponibili anche in programmatic con la stessa modalità di targeting proposta in reservation.

Il nuovo assetto manageriale

In virtù di questi progetti, numeri e risultati raggiunti, l’azienda ad-tech spagnola ha definito un nuovo assetto manageriale per velocizzare la crescita in Italia e all’estero.

Angelo Greggi, manager di solida esperienza nell’ambito del marketing e dell’advertising (che ha portato in Italia altre aziende innovative dell’ad-tech), nel 2016 conosce i 2 founder e in poche settimane decidono di iniziare lo sviluppo del business di seedtag in Italia, diventando Country Manager Italy.

Per 2 anni ha creato e sviluppato il business della filiale italiana fino a gennaio 2018, quando i founder gli hanno affidato lo sviluppo e la gestione di partnership internazionali con i publisher e i clienti strategici con il ruolo di Global VP Strategic Partnerships & Marketing.

A novembre 2016, per la direzione commerciale Angelo Greggi aveva chiamato a bordo Giorgio Corradini, che arrivava da una decennale esperienza in Triboo e che, nell’ambito di questa riorganizzazione, dopo soltanto 14 mesi, viene ora promosso a Country Manager Italy.

Giorgio Corradini grazie alle sue capacità commerciali e alla visione strategica sul business dell’azienda, avrà l’obiettivo di gestire la squadra italiana e lavorerà per lo sviluppo di nuove feature in ambito tecnologico, allo scopo di incrociare le esigenze del mercato italiano, dei publisher e dei brand, con il supporto del tech team spagnolo. Tutto in rosa il resto della squadra italiana focalizzata sulle 2 aree strategiche per l’Italia.

Per l’area Publisher Management & Comunicazione c’è Stella Ambrosino, entrata in azienda a febbraio 2018: grazie all’esperienza maturata in aziende digitali come Veesible, la concessionaria digital del gruppo Tiscali, si concentrerà sul consolidamento dei publisher attivi e sullo scouting dei nuovi publisher per la creazione di partnership con verticalità leader nelle categorie di riferimento; inoltre, svilupperà la comunicazione per consolidare il posizionamento del brand seedtag in Italia, come azienda leader dell’In-Image advertising.

Per l’area Sales, il team si completa con risorse già presenti in azienda e che hanno portato il loro contributo al successo dello scorso anno grazie a precedenti esperienze sviluppate e consolidate nell’area vendite di importanti player del mercato digital.

È il caso di Roberta Navoni, Agency Sales Director, che ha militato in aziende del calibro di Rai Pubblicità, Mediamond e Triboo ed Elena Gaietta, Senior Sales Manager, che per quasi 10 anni ha lavorato nella big company internazionale Yahoo!.

Veronica Zanchin, Sales Account, è l’ultima arrivata nel team sales e ha sposato la mission dell’azienda già da luglio dello scorso anno. Una squadra che continuerà a rafforzarsi nel 2018, con nuovi ingressi, per l’ulteriore sviluppo di importanti progetti che seedtag presenterà a breve, tra cui l’apertura di altre 3 filiali: UK, Brasile e Benelux, che si aggiungono a quelle già aperte in precedenza: Spagna, Francia, Italia e Messico.