DIGITAL

MOLO17 migliora la produttività delle aziende con il progetto Bee e la Realtà Aumentata


15.03.2018

Il progetto Bee è la novità di MOLO17, studiato per rispondere alle esigenze di un’azienda manifatturiera di Cordenons (PN).

Intermek, già cliente della startup digital, cercava delle soluzioni che potessero migliorare la produttività e permettessero un controllo di tutte le fasi lavorative e distributive e volevano poter controllare tutte le operazioni dal tablet, anche con possibilità di visualizzazione in Realtà Aumentata.

Intermek aveva chiesto a MOLO17 di poter interconnettere i dati riguardanti la produzione e la gestione della fabbrica con i software gestionali già in uso, permettendo una operatività di alto livello.

Questo accedendo a una interfaccia altamente intuitiva. Oltre alla perfetta integrazione con i sistemi operativi già in funzione, un altro aspetto richiesto riguardava la possibilità di comunicare ai propri clienti via web l’andamento degli ordini.

A inizio 2016 MOLO17, interfacciandosi con Intermek, ha iniziato a studiare e sviluppare la soluzione, che potesse meglio rispondere alle esigenze espresse, permettendo di mappare i flussi produttivi e distributivi. Sono state necessarie diverse fasi operative, tenendo anche conto delle problematiche che possono venire da security e privacy.

Un altro aspetto che è stato molto apprezzato da Intermek è la possibilità di accedere, grazie all’investimento tecnologico, all’iperammortamento al 250%, che consente di ammortizzare i costi negli anni per un importo pari al 250%.

 

Daniele Angeli, ceo & founder di MOLO17, con il team

 

Daniele Angeli, ceo della azienda di Zoppola (PN) intende proporre il progetto Bee ad aziende di altri settori, interessate a tenere sempre sotto controllo via internet costi e ricavi, come le differenti fasi di produzione e distribuzione.

La parola d’ordine è tenere conto delle differenti esigenze per poter adattare il progetto Bee in modo che offra sempre le maggiori opportunità alle aziende che lo scelgono.

Daniele Angeli con il suo team di MOLO17 pensa a potenziali clienti anche oltre il settore manifatturiero.

Prime tra queste le realtà nell’ambito delle aziende di mobili, che sono soprattutto forti in Brianza.

Il passo successivo per MOLO17 è dunque l’apertura di una sede a Milano, che consentirà di allargarsi ad altre realtà produttive o di servizi, come strutture legate al mondo della finanza, dopo aver risposto alle esigenze di aziende manifatturiere forti soprattutto nella zona di Pordenone.

La fase successiva, Angeli non lo nasconde, potrebbe prevedere una apertura anche alle esigenze di realtà oltre i confini italiani, magari attraverso la presenza a fiere straniere.

Intanto MOLO17 sarà presente a Fieramilanocity al Technology Hub (Milano, 17-19 maggio 2018). Qui sarà anche possibile verificare l’approccio alla Realtà Aumentata studiato da MOLO17.

Le aziende manifatturiere potranno valutare la possibilità di visualizzare informazioni aggiuntive secondo le proprie esigenze.

Insieme, MOLO17 proporrà la Realtà Aumentata anche in ambito medicale, offrendo alle aziende ospedaliere la possibilità di integrare l’AR nell’abituale rapporto tra medici e pazienti.

Il nome del progetto Bee nasce dal concetto di piccoli insetti come le api, che lavorano insieme per un fine comune.