DIGITAL

MagillaGuerrilla lancia la business unit Peroché a supporto delle Pmi


22.02.2018

di Fiorella Cipolletta


Dal 2009 la società bolognese MagillaGuerrilla di strada ne ha fatta.

L’agenzia di digital marketing, dopo essersi lasciata alle spalle un anno ricco di soddisfazioni registrando un fatturato pari a un milione di euro (vedi notizia), continua a investire nella crescita orizzontale e allarga i propri orizzonti grazie al lancio di Peroché, nuovo progetto di digital marketing legato soprattutto al territorio bolognese.

Peroché è una business unit all’interno di Magilla, “un progetto di formazione progetto di formazione operativo e strategico collaterale a MagillaGuerrilla che punta alla ricerca, nel panorama bolognese, di giovani talenti emergenti del digital marketing – spiega alla nostra testata Valentina Vellucci, Digital Strategist di MagillaGuerrilla -. Si tratta di un progetto ambizioso che nasce dall’esigenza di investire su territorio, risorse e talenti per supportare le Pmi che non hanno budget importanti come le grandi aziende, e allo stesso tempo dare valore ai giovani che vogliono imparare e intraprendere questa strada”.

La nuova unit è composta da 6 giovani under 21 che affiancheranno le aziende nella costruzione di siti e gestiranno le relative attività social.

Valentina Vellucci

“Ogni membro del team di lavoro Peroché è formato e costantemente supportato dai professionisti di MagillaGuerrilla per ricoprire un ruolo diverso e complementare così da poter soddisfare in modo autonomo quelle che sono le esigenze di strategia e advertising per la Piccola e Media Impresa, come la creazione dell’identità digitale dell’azienda, la progettazione e lo sviluppo di siti performanti oppure la pianificazione di campagne di digital advertising”.

Peroché, creato per affiancare tutte quelle realtà che non sanno come approcciarsi al web e utilizzare il potenziale del local marketing, è già un successo sui segmenti legati al turismo come ristoranti e alberghi.

Per rispondere al meglio alle esigenze delle PMI ha deciso di formare una squadra ad hoc creando e supportando il progetto Peroché: giovani figure specializzate nei vari settori della promozione online che dalla fine del 2017 collaborano con tanta voglia e dedizione con l’agenzia bolognese e che puntano a chiudere il 2018 con un fatturato pari a 300mila euro.

“Ci teniamo molto a formare e a far crescere ragazzi talentuosi che hanno davvero voglia di rimboccarsi le maniche e lavorare – ha spiegato Valentina Vellucci, socia dell’agenzia e tra i formatori di questi ragazzi che sono stati ufficialmente presentati ieri presso la nuova sede di MagillaGuerrilla in Via Galliera 8 -. Si tratta di progetto ricco che continuerà a rinnovarsi ciclicamente anno dopo anno, infatti, già per quest’estate, è previsto l’ingresso di un nuovo team. La richiesta da parte delle piccole medie aziende è altissima. Anche in previsione dell’entrata in vigore del nuovo regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR, General Data Protection Regulation). Le pmi devono investire con oculatezza il budget disponibile e necessitano di professionisti che sappiano tradurre un linguaggio molto tecnico e applicarlo alle loro esigenze”.

La voglia di crescita di MagillaGuerrilla non si ferma ai grandi traguardi raggiunti nel 2017 con un fatturato pari a un milione di euro . L’obiettivo dell’agenzia di digital marketing bolognese per questo 2018 appena cominciato “è quello di aumentare il fatturato del 45% – continua Valentina Vellucci – rendendo ancora più solido il suo business per garantire ai propri clienti servizi qualitativamente ancora più alti”.

MagillaGuerrilla, sinonimo di versatilità, è un’agenzia che sa facilmente adattarsi alle diverse caratteristiche e sfumature del cliente che ha davanti e che non ha paura delle sfide.

E questo lo dimostrano i fatti e le diverse tipologie di business con cui MagillaGuerrilla ha a che fare ogni giorno: da clienti del settore farmaceutico come Apoteca Natura e Proctsoll, ad altri del settore bancario come Banca di Bologna o ai franchising Roadhouse, Yogorino e Leotron.

E nonostante tra i clienti non manchino nomi internazionali come Vertiv, l’obiettivo che si è prefissato l’intero team è quello di approdare con determinazione e professionalità sul mercato orientale.