DIGITAL

Calciomercato.com affida a Mkers la nuova sezione sugli e-sport


20.02.2018

A partire dalla scorsa settimana, con la pubblicazione del primo video, è stata ufficializzata la collaborazione tra Mkers, il team professionistico di e-sports che annovera atleti come Trastevere73 (World Champion MotoGp esport) ed IcePrinsipe (Europe Champion Fifa 17), e Calciomercato.com.

“Da mesi seguiamo con attenzione il movimento e-sports, sia nella sua parte più ludica e pop, sia su quella davvero professionale – dichiara Cosimo Baldini, ceo di Calciomercato.com -. L’ingresso di Daniele Paolucci, ‘IcePrinsipe’, pro player di Fifa, rafforza la nostra offerta editoriale su questo argomento che ci sta molto a cuore e che ci avvicina a generazioni di lettori molto giovani. La collaborazione con Mkers, la scuderia di gamers professionisti a cui Daniele appartiene, è iniziata nel migliore dei modi e potrebbe evolversi in forme tutte ancora da scoprire”.

Le attività di content providing riguarderanno per lo più video tutorial, approfondimenti tattici e breve storytelling sull’esperienza da Pro Player Fifa di Daniele Paolucci e degli altri atleti Mkers.

“Una partnership importante per Mkers che ci avvicina in qualche modo al mondo del calcio reale, in attesa che anche in Italia si riesca a replicare quanto già accade ad esempio in Francia, Olanda, ed a breve anche in Germania dove si giocano campionati esport di Fifa con Pro Player che rappresentano le squadre della Ligue 1, dell’Eredivisie o della Bundesliga – dichiara Paolo Cisaria, ceo di Mkers -. Siamo costantemente alla ricerca di canali di amplificazione delle nostre attività che possano far conoscere meglio cosa sia l’esport e restituire contenuto di puro intrattenimento per un pubblico sempre più ampio”.

Per Andrea Cerasoli, SVP media Southern Europe di GM Italy di Perform Group, concessionaria di Calciomercato.com: “Avvicinarci al mercato degli esports ci permetterà di conoscere da vicino le logiche di uno dei principali trend globali. Un fenomeno in continua crescita, iniziato in Asia e che si sta diffondendo sempre più negli Stati Uniti e in Europa. Un mercato di cui ancora non conosciamo pienamente il potenziale ma che ha già attratto diverse multinazionali, visto l’enorme interesse degli spettatori. Importante, quindi, cogliere tutte le opportunità che ne possono derivare, in una visione sempre più digitale dell’economia”.