DIGITAL

MagillaGuerrilla: fatturato a 1 milione di euro nel 2017


16.02.2018

L’agenzia di digital marketing MagillaGuerrilla, dopo il forte sviluppo degli ultimi anni, ha chiuso il 2017 con un fatturato pari a un milione di euro. E il 2018 si prospetta ancora più positivo per la società bolognese nata nel 2009 che il 6 febbraio ha annunciato l’entrata in squadra di Giacomo Amelotti e di tutto il suo team sviluppo, portando così l’organico a 19 persone.

“Ho visto in questa azienda professionisti preparati e, soprattutto, persone oneste che hanno voglia di lavorare bene. Quello che porto in MagillaGuerrilla non è solo il team di sviluppo, non è solo un’esperienza ventennale. Ciò che porto in MagillaGuerrilla è una visione del business competitiva, tecnologica e sartorialmente qualitativa”, ha commentato Amelotti subito dopo l’ufficializzazione dell’entrata nel team.

Per MagillaGuerrilla il fattore umano è quello che conta. Investire sui talenti, sulla formazione non solo operativa ma anche strategica si è rivelato nel corso degli anni una carta vincente che ha portato MagillaGuerrilla a diventare una delle migliori agenzie italiane di marketing e advertising.

Ma non è tutto qui: sono tante infatti le novità che bollono in pentola, tra cui il lancio di un nuovo progetto di digital marketing, il progetto Peroché.

Si tratta di giovani figure specializzate nei vari settori della promozione online che vengono formate e inserite nel mercato della piccola e media impresa con tanta grinta e professionalità. Il progetto sarà presentato il prossimo 21 febbraio alle ore 19.30 presso la nuova sede di MagillaGuerrilla in Via Galliera 8 a Bologna.

 

i Soci di MagillaGuerrilla

 

“L’evoluzione di Magilla e l’investimento nella crescita orizzontale, come testimonia il progetto Peroché, rispecchiano la nostra visione del business: non vogliamo creare sovrastrutture ma investire su territorio, risorse e talenti”, ha commentato Fabio Antonacci, uno dei fondatori di MagillaGuerrilla.

Della stessa opinione è anche Francesco Ghigliotti, founder dell’agenzia bolognese, che si è detto “soddisfatto della crescita della società sia dal punto di vista economico che dal punto di vista delle competenze”.

Quello che sarà il futuro è sicuramente ancora da definire, soprattutto vista la continua evoluzione del mercato sui cui si affaccia la società, ma una cosa è certa, come ha sottolineato uno dei soci, Valentina Vellucci: “Al di là di ogni cambiamento di mercato sopravvive chi ci sa mettere la testa. E quella noi la mettiamo in ogni cosa che facciamo, perché siamo prima di tutto professionisti che tutti i giorni si sporcano le mani entrando a diretto contatto con le aziende. Non lavoriamo per, ma lavoriamo sempre con il cliente”.

“È infatti fondamentale – conclude il terzo founder dell’agenzia Francesco Porzio – mantenere la consapevolezza che gli obiettivi e la fiducia dei nostri clienti vengono prima della vendita. Sono il metodo, la passione e la consapevolezza che ci hanno portato avanti e che ci porteranno a crescere ulteriormente”.