DIGITAL

Criteo chiude il 2017 con entrate a +28%


15.02.2018

Criteo, azienda tecnologica specializzata in commerce marketing, ha annunciato oggi i risultati finanziari del terzo trimestre conclusosi il 31 dicembre 2017.

Le entrate sono aumentate del 19% (o 16% a valuta costante) a 674 milioni di dollari; le entrate, esclusi i costi di acquisizione del traffico, o entrate ex-TAC, sono cresciute del 23% (o 20% a valuta costante) a 277 milioni di dollari, o 41% delle entrate.

L’EBITDA rettificato è cresciuto del 45% (o del 36% a valuta costante) a 120 milioni di dollari, o del 43% delle entrate ex-TAC. Per quanto riguarda l’anno fiscale 2017, le entrate sono aumentate del 28% (o 27% a valuta costante) a 2.297 milioni di dollari; le entrate ex-TAC sono cresciute del 29% (o 29% a valuta costante) a 941 milioni di dollari, o 41% delle entrate.

L’EBITDA rettificato è cresciuto del 38% (o del 35% a valuta costante) a 310 milioni di dollari o del 33% delle entrate ex-TAC. La crescita del fatturato ex-TAC per lo stesso cliente è stata del 6% a valuta costante, grazie a una migliore tecnologia e a una rete di fornitura più ampia.

I nuovi prodotti in versione beta lanciati a ottobre 2017, Criteo Customer Acquisition e Criteo Audience Match hanno generato approssimativamente 3 milioni di dollari in ricavi ex-TAC nel quarto trimestre.

La società ha acquisito un totale di 820 clienti nel trimestre, terminando l’anno con più di 18.000 clienti commerce e aziende, mantenendo al contempo una client retention del 90% per tutti i prodotti principali.

Criteo Direct Bidder, la tecnologia di header bidding, è ora connessa a 1.500 editori a livello mondiale.

“Il nostro business sta vivendo un momento molto favorevole, in particolare negli Stati Uniti – ha affermato Eric Eichmann, ceo di Criteo -. Questo grande interesse, insieme alla crescente adozione dei nostri nuovi prodotti, ci posiziona bene sul mercato per il 2018 e gli anni a venire”.