DIGITAL

CES 2018: 60.000 presenze, 3.900 espositori, 900 startup di cui 44 italiane


29.01.2018

CES 2018, la principale fiera planetaria sulle nuove tecnologie, ha chiuso i battenti venerdì 12 gennaio a Las Vegas, salutando i 3.900 espositori e i circa 60.000 visitatori di quest’anno (di cui circa il 30% provenienti dall’estero, un record dell’annata) e festeggiando un completo successo su tutta la linea.

CES 2018 ha davvero offerto una dettagliata fotografia dell’emozionante evoluzione attuale del settore tecnologico globale. Fra queste, anche le 44 startup italiane espositrici all’interno del padiglione Italia, promosso da Italia Startup, Regione Sardegna e ICE, che ha ospitato, rispettivamente, 29 aziende nel ‘village’ The Art of Technology di TILT (Teorema Incubation Lab Trieste), 8 in quello della Regione Sardegna e 7 in quello di ICE, che formavano, pur trattandosi della prima missione italiana organizzata al CES, la quarta delegazione nazionale in termini dimensionali dopo quelle francese e olandese, a pari merito con quella cinese.

Altro indice di successo della delegazione italiana, è stata la partecipazione della vicentina Vision Lab Apps al pitch di Techstars come una delle 10 migliori realtà presenti al CES 2018.

Il programma della conferenza CES ha riguardato l’intero settore tecnologico attraverso oltre 900 relatori (tra cui 240 donne), in oltre 200 sessioni di conferenze.

Tecnologie rivoluzionarie sono state introdotte, esplorate e analizzate, dimostrando che il nostro mondo si sta dirigendo verso un futuro sempre più interconnesso: diffusori audio intelligenti e assistenti digitali si sono fatti strada in tutto al CES da altoparlanti e occhiali, macchine ed elettrodomestici.

Il computing quantistico è emerso anche al CES 2018 come componente chiave per il futuro della tecnologia, qui presentato da espositori del calibro di IBM e Intel.

In particolare, poi, il nuovissimo Marketplace Smart Cities, al debutto in quest’edizione, ha presentato molte di queste tecnologie innovative, tra cui 5G, AI e IoT, proponendo conferenze che hanno coinvolto policy maker, funzionari di amministrazioni metropolitane, innovatori del settore e altro ancora.