CREATIVITY

La Regione Marche torna on air in tv e radio con ‘l’Italia in una Regione’


19.01.2018

Rafforzamento del brand per un investimento marketing complessivo di circa 4 milioni di euro

La Regione Marche, dopo il terremoto del 2017, rilancia l’immagine della Regione per incrementare l’appeal della destinazione e nuovi flussi turistici con un articolato piano di promozione per il 2018, nel quale si inserisce un importante piano di comunicazione integrato che ha come obiettivo il rafforzamento del brand Marche su tutti i mercati, per un investimento complessivo di circa 4, 2 milioni di euro.

Elemento chiave della nuova strategia di comunicazione il racconto del territorio attraverso la voce narrante dell’attore Giancarlo Giannini.

Dalle maestose montagne ai verdi pascoli le Marche racchiudono ‘l’Italia in una regione’. Questo il concept e identità visiva della nuova campagna della Regione Marche on air dal mese di gennaio: 30 spot tematici radiofonici e televisivi sulle maggiori reti nazionali e nelle trasmissioni di maggior ascolto.

La nuova campagna ‘le Marche l’Italia in una regione’ ha debuttato il 3 gennaio su Rai 1 durante la messa in onda di Meraviglie, il programma di Alberto Angela che esplora l’Italia raccontando le sue bellezze, (4 spot da 30” pianificati nelle puntate del 3-10-17-24 gennaio).

Da gennaio sino all’autunno la nuova comunicazione coinvolgerà tv, stampa, radio, cinema e web con una massiccia pianificazione presidiando gli eventi e le trasmissioni con audience certificato. Il piano di comunicazione delle Ragione Marche prevede la messa in onda di spot da 30” e 15” all’interno di Giro d’Italia, dal 4 al 27 maggio: 21 tappe con Split Screen da 15 secondi, e dal 25 marzo al 25 novembre (21 tappe con Split Screen da 15”) all’interno dell’evento sportivo Formula 1.

La messa in onda della nuova campagna coinvolgerà a rotazione anche Sky, La7 e Mediaset all’interno dei format di maggior successo. Gli spot saranno diffusi anche sulle principali radio: 30 spot da 30” e 15”, recitati da Giancarlo Giannini, per un totale di 1000 passaggi disponibili a rotazione fino all’autunno 2018 (2 settimane al mese per sei mesi).

Dopo la campagna promozionale dei primi dieci giorni dell’anno, ci sarà un richiamo a febbraio in occasione del Festival di Sanremo (6- 10 febbraio) su Radio Rai uno spot da 30”.

Su Rai 1 gli annunci pubblicitari saranno messi on air 315 spot da 15” in occasione di eventi speciali dello Sport: Tutto il calcio, Coppe Europee, Tim Cup. Gli spot radiofonici proseguiranno anche dal 25 marzo al novembre con la Formula 1: 480 annunci promosponsorizzati da 5” (400) e spot da 15” (80).

Le Marche aranno in pista anche per il Moto GP (dal 18 marzo al novembre) con 432 spot promosponsorizzati da 5” (360) e da 15” (72). Inoltre seguiranno il Giro d’Italia (4-27 maggio) con una pianificazione di ben 92 spot da 15”. Infine saranno presenti al BIT (11-13 febbraio) con 80 spot da 30”.

Inoltre la campagna sarà diffusa sulle principali radio private nazionali Mediaset e sulle radio locali, scelte in base agli indici di ascolto aggiornati, con promozione della regione e promozione tematica su: Mostrare le Marche, Celebrazioni Rossini, Mostra Lorenzo Lotto, eventi.

Da gennaio sino a primavera ‘Le Marche l’Italia in una Regione’ coinvolgerà le sale cinematografiche sui circuiti di Rai Pubblicità (500 sale), Ucinemas e The Space Cinema (858 sale) e Movieland (900 sale).

L’azione sul digitale si articola in due filoni: management e formazione; marketing digitale (web e social) e una nuova struttura del sito del turismo, con la traduzione integrale in lingua tedesca, redazione, posizionamento e migliori performance sul web.

L’obiettivo primario è riposizionare l’offerta turistica regionale nel mercato italiano e estero rispetto agli abituali competitor, declinato su quattro linee guida: rafforzare il brand Marche facendo conoscere maggiormente la destinazione, presentare nuove idee di viaggio per prodotti attraenti e da scoprire, qualificare ulteriormente il sistema di accoglienza, rendere la presenza del marchio Marche non episodica ma continuativa.