MARKETING

Text100: un’evoluzione in nome del ‘Wired Differently’


20.12.2017
Rod Cartwright

Intervista all’EMEA Regional Director Rod Cartwright. Il manager racconta come sta cambiando il modello organizzativo del network e anticipa gli obiettivi del 2018

di Andrea Crocioni


Come si posiziona Text100 sul mercato?
Text100 sta evolvendo rapidamente e oggi non siamo più focalizzati esclusivamente sulla tecnologia come è stato in passato. Anche se abbiamo una profonda conoscenza del mercato tech, Text100 ha la vision di essere un’agenzia di marketing e comunicazione che crea progetti che ispirano i top brand a livello globale. Oggi lavoriamo in cinque aree chiave: pr, digital e social, strategy, content e creative, con più di 600 consulenti in 20 uffici nel mondo. La nostra consolidata esperienza nel settore tecnologico ha un forte impatto sui nostri clienti, dal momento che la stessa tecnologia influisce sui loro prodotti, servizi e su come comunicano. Parliamo di aziende che spaziano dai settori automotive, retail e commerce al travel, tourism, healthcare e finance. L’essenza di Text100 oggi si esprime nel concetto ‘Wired Differently’. C’è un importante dibattito nel settore intorno al tema della ‘diversità’, che include l’idea di andare oltre la razza e il genere per apprezzare le vere abilità, le opinioni e i talenti. Per me, un’agenzia come questa, che vuole connettere le persone in modi diversi, è in un’ottima posizione per attrarre talenti e integrarli nella sua cultura. La diversità di pensiero incoraggia la discussione e anche il disaccordo, pur sempre vitale per il lavoro creativo.

Nell’ultimo biennio l’agenzia ha vissuto un importante processo di evoluzione. Come si è sviluppata la vostra offerta sul mercato?
La nostra storica conoscenza della tecnologia e di come questa influisce sulla vita di tutti i giorni ci ha dato una prospettiva unica e la capacità di creare per i clienti valide opportunità di comunicazione. L’evoluzione dell’offerta e dei servizi, oggi rispecchia il nostro approccio olistico alla realizzazione di campagne veramente integrate: non solo perché siamo in grado di elaborare un progetto attraverso diversi canali ma anche perché un progetto per noi è di successo quando è legato all’integrazione delle persone. Oggi Text100 ha tantissimi talenti sotto un unico tetto, che assicurano un ambiente creativo, appassionato e collaborativo. Abbiamo adulti che giocano con i Lego, piloti, DJ… e vogliamo che ogni singola personalità possa trasparire nel lavoro. Nonostante ci siano persone differenti, manteniamo la cultura della ‘famiglia’ ed è in questo ambiente che le varie capacità si integrano. La chiave è dunque garantire che tutte le abilità in Text100 siano indirizzate verso la stessa direzione per il bene del cliente.

Quali i pilastri della strategia dell’agenzia a livello europeo e in Italia in particolare?
Il marketing e la comunicazione stanno diventando sempre più collegati ed è importante facilitare questa integrazione. Ogni ufficio in Europa ha forti capacità in ambito pr (media, influencer, comunicazione interna), social (amplificazione, monitoring, community management), strategy, content e creative technology. Abbiamo anche uno studio di produzione a disposizione di ogni ufficio. Il team di Milano ha una consolidata e riconosciuta esperienza, elemento fondamentale per la fase che ci vede andare verso una nuova ed emozionante era. Prendiamo ad esempio la nostra Office Lead, Manuela Tuveri: la sua esperienza va dal marketing all’advertising, dalla comunicazione corporate a campagne di prodotto e servizi pr. Il team italiano ha una lunga esperienza nella tecnologia, insieme a una profonda comprensione di come utilizzarla per ispirare i diversi pubblici ai quali si rivolgono i nostri clienti. Nel 2018 vogliamo andare coraggiosamente oltre con un mix di insight, analisi e creatività per aiutare le aziende a competere come mai prima.

Come si chiude in Italia il 2017? Quali sono gli obiettivi per il 2018?
Sono felice di poter dire che l’ufficio di Milano ha un importante portafoglio clienti tra cui: TomTom, Harman e aziende emergenti come Quora, la cui innovazione avrà un impatto positivo sul futuro. Per noi questo si traduce in una continua sfida, che va dall’identificare il giusto target per i messaggi dei nostri clienti al creare per loro storie da raccontare sui canali che hanno la loro fiducia. Queste aziende sono in parte il motivo del perché noi esistiamo. In Text100 siamo impegnati a realizzare campagne che possano ispirare i brand più importanti per raccontare le loro storie, avvalendoci della nostra profonda conoscenza della tecnologia ma anche delle dinamiche della comunicazione. Guardando al nuovo anno, siamo estremamente entusiasti di celebrare il ventesimo compleanno dell’ufficio di Milano. È un importante traguardo del quale siamo tutti fieri.
Per i nostri clienti, continueremo a essere focalizzati nel creare campagne trasversali: essendo un’agenzia a livello globale possiamo contare su diverse specializzazioni per offrire una vasta gamma di servizi. I nostri focus continueranno a essere tecnologia, automotive e travel ma stiamo anche guardando con interesse al mercato fintech che sta crescendo velocemente.