MEDIA

Poligrafici Editoriale, in calo ricavi editoriali (-6,2%) e adv (-2,7%) ma cresce l’online (+3,4%)


10.11.2017
Andrea Riffeser Monti, vicepresidente e ad di Poligrafici Editoriale

Il Consiglio di amministrazione di Poligrafici Editoriale si è riunito ieri e ha approvato il resoconto intermedio di gestione del gruppo al 30 settembre 2017. Nel settore editoriale, QN Quotidiano Nazionale, fascicolo sinergico di informazione e cronaca nazionale de il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno e Il Telegrafo, oltre a confermarsi da sei mesi il primo quotidiano italiano per copie medie giornaliere vendute in edicola (fonte Ads settembre 2017), ha raggiunto l’importante obiettivo di essere al primo posto tra i giornali generalisti cartacei più letti, con una media giornaliera di 2 milioni di lettori (fonte Audipress 2017/II).

Lo stesso QN Quotidiano Nazionale, grazie alla nuova grafica e a nuovi contenuti editoriali, è sempre più identificabile come un fascicolo sinergico pronto a conquistare nuovi lettori anche in aree diverse da quelle di diffusione storica, con l’obiettivo di sviluppare alleanze e collaborazioni con testate di editori terzi e permettere anche una maggior visibilità a tutti i clienti pubblicitari.

In tale ottica si colloca l’accordo raggiunto con l’editore de la Città, quotidiano diffuso a Salerno e provincia, che prevede dal mese di novembre 2017 la distribuzione del QN Quotidiano Nazionale in abbinamento con la testata salernitana.

Dall’8 luglio 2017 è stato rieditato, nella provincia di Livorno, il quotidiano Il Telegrafo al fine di dare un nuovo futuro alla storica testata livornese. La nuova edizione, con il dorso esterno di informazione locale completata all’interno dai fascicoli sinergici QN e QS, rispettivamente di informazione nazionale e sportiva, ha trovato riscontri positivi in edicola con incrementi di oltre il 40% rispetto alle vendite dell’edizione locale de La Nazione.

Relativamente alla raccolta pubblicitaria, dal 1° marzo 2017, la concessionaria del Gruppo SpeeD è subentrata alla concessionaria del Gruppo RCS, dopo quasi 4 anni, nella raccolta della pubblicità nazionale con l’obiettivo di riallacciare i rapporti commerciali con oltre 1.500 investitori pubblicitari.

La SpeeD, superate le difficoltà iniziali, sta recuperando progressivamente la contrazione determinata dalla marcata flessione dei mesi di gennaio e febbraio 2017, ancora di gestione della concessionaria del Gruppo RCS. Nel periodo in esame i ricavi netti consolidati ammontano a 102,5 milioni di euro rispetto a 110,6 milioni di euro dei primi nove mesi del 2016 (109,3 milioni di euro ‘riesposti’).

I ricavi editoriali consolidati registrano una flessione del 6,2%. I ricavi pubblicitari consolidati si riducono complessivamente del 2,7%. La raccolta pubblicitaria sui quotidiani cartacei éditi dal gruppo registra una contrazione del 4,1%, con un decremento del 4,2% per la pubblicità commerciale nazionale, mentre la raccolta locale, comprensiva della rubricata, finanziaria e di servizio, segna una flessione del 4,1%.

La raccolta pubblicitaria online, pari a 3,6 milioni di euro, evidenzia un incremento del 3,4% (+18,1% a perimetro omogeneo). Il margine operativo lordo consolidato è positivo per 5,8 milioni di euro rispetto ai 6,2 milioni dello stesso periodo del 2016 ‘riesposto’.

La gestione del settore internet e multimediale è demandata alla controllata Monrif Net che segue dal punto di vista tecnologico, di marketing e di sviluppo il sito di informazione nazionale www.quotidiano.net e i correlati siti di informazione locali inerenti le testate il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno e Il Telegrafo.

Il costante aggiornamento dell’area tecnologica, oltre a un miglioramento della struttura grafica verso modelli più visuali e attrattivi per gli utenti associati all’ampliamento dei contenuti di ‘infotainment’ quali sport, viaggi, benessere, food, gossip, moda ha permesso di ottenere risultati particolarmente significativi raggiungendo a settembre 2017 oltre 22 milioni di visite medie mese e oltre 75 milioni di Pagine Viste medie mese.

È stato inoltre sviluppato il progetto QN Local che vede editori minori sfruttare la piattaforma editoriale messa a disposizione dalla società e con i quali sono stati sottoscritti, a partire dal mese di giugno 2017, accordi per la raccolta della pubblicità nazionale online. In un contesto di incertezza, dove il settore editoriale manifesta ulteriori segnali di criticità, il gruppo continua a mettere in atto interventi che garantiscano marginalità positive e il miglioramento della posizione finanziaria netta. Il management prosegue nelle politiche di valorizzazione dei brand sia nel settore tradizionale, con l’ampliamento delle aree di diffusione, che nel settore multimediale, anche attraverso costanti innovazioni tecnologiche, grafiche e miglioramento dei contenuti.