MEDIA

Gruppo Mondadori, raccolta Periodici Italia a +9,4% con Banzai. Confermati i target 2017


12.05.2017
Ernesto Mauri

Il CdA di Arnoldo Mondadori Editore, riunitosi ieri sotto la presidenza di Marina Berlusconi, ha esaminato e approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2017 presentato dall’amministratore delegato Ernesto Mauri.

Nel primo trimestre dell’anno il Gruppo Mondadori ha registrato, senza gli effetti dell’acquisizione di Rizzoli Libri, un incremento dell’Ebitda adjusted dell’8,3% con un’incidenza percentuale sui ricavi che è cresciuta dal 4% al 4,6%, in particolare nelle aree Libri (+8,2%) e Periodici Italia (da 6,4 milioni di euro a 6,6 milioni di euro). Il consolidamento di Rizzoli Libri ha consentito una crescita dei ricavi del 2,5% rispetto all’esercizio precedente.

I ricavi consolidati del Gruppo Mondadori si sono attestati a 261,1 milioni di euro (+2,5%); escludendo Rizzoli Libri, il calo è stato del 5,8%.

Includendo il risultato di Rizzoli Libri, il margine operativo lordo risulta pari a 3,5 milioni di euro per effetto di un contributo negativo (pari a -7,4 milioni di euro) riconducibile alla stagionalità tipica dell’education nel primo trimestre dell’anno.

Il margine operativo lordo consolidato, su base omogenea, risulta in miglioramento di circa il 9% (da 8,5 milioni di euro a 9,3 milioni di euro). Il margine operativo lordo consolidato si attesta a 1,8 milioni di euro. Il risultato operativo consolidato dei primi tre mesi dell’anno è pari a -6,1 milioni di euro e include ammortamenti e svalutazioni per 8 milioni di euro, in incremento rispetto ai 5,5 milioni di euro del primo trimestre 2016; tale voce include l’ammortamento del goodwill delle attività di Banzai Media (0,5 milioni di euro) nonché gli ammortamenti degli oneri capitalizzati del business scolastico di Rizzoli Libri (1,1 milioni di euro). Su base omogenea, il risultato operativo è positivo e pari a 2,7 milioni di euro. L

a posizione finanziaria netta di gruppo al 31 marzo 2017 si è attestata a -286,2 milioni di euro rispetto ai -224,9 milioni di euro del 31 marzo 2016 (-263,6 milioni di euro a fine 2016). Il gruppo ha confermato per l’esercizio 2017 la stima, già comunicata, rispetto al 2016 pro-forma di ricavi sostanzialmente stabili e di un Ebitda adjusted in crescita high-single digit, con un conseguente miglioramento della redditività percentuale. Anche l’utile netto dell’esercizio è confermato in significativo incremento di circa il 30%. L’indebitamento finanziario netto a fine 2017 è stimato in riduzione rispetto al 31 dicembre 2016.

I risultati delle Aree

Nel primo trimestre 2017 il Gruppo Mondadori si è confermato leader di mercato nei magazine con una quota diffusionale a valore del 32,7%.

I ricavi dell’Area Periodici Italia si sono attestati a 72,2 milioni di euro (-8%): di fronte a un calo di quelli diffusionali (-10,7%), allineato all’andamento del mercato di riferimento sia nel canale edicola sia nel canale abbonamenti, i ricavi della raccolta pubblicitaria (print+web) sono cresciuti del 9,4% per effetto del contributo del consolidamento delle attività di Banzai Media, portando l’incidenza dei ricavi digitali in Italia al 26% circa del totale; considerando solo la raccolta pubblicitaria print in Italia (a parità di testate e di politica sui cambi merce) si evidenzia un andamento (-5,6%) allineato al trend del mercato a febbraio. In contrazione anche i ricavi derivanti dai prodotti collaterali.

Il Gruppo Mondadori ha raggiunto una unique audience di 16,6 milioni/mese rispetto 8,9 milioni/mese di febbraio 2016 (in crescita del 4% rispetto a fine 2016), confermandosi anche il primo editore digitale italiano. Anche comScore, a febbraio 2017, ha rilevato una audience del gruppo di 24,3 milioni di utenti unici/mese. Nell’ambito dei progetti di integrazione e sviluppo dei brand del gruppo, nel mese di marzo è stata avviata la prima attività di brand extension con il lancio del magazine mensile Giallo Zafferano.

Il margine operativo lordo rettificato registra un miglioramento del 3% circa passando da 6,4 milioni a 6,6 milioni di euro per effetto principalmente del contributo positivo derivante dall’integrazione dei team e dei prodotti digitali acquisiti da Banzai Media. Il margine operativo lordo dell’Area ha confermato tale trend di miglioramento (da 6,3 a 6,5 milioni di euro).

I ricavi di Mondadori France si sono attestati a 72,4 milioni di euro (- 6,2%) con i ricavi diffusionali (76% del totale) in flessione del 3,7% rispetto all’esercizio precedente: il canale abbonamenti (54% dei ricavi diffusionali) è in diminuzione del 2,5%; il canale edicola (-3,9%) ha evidenziato una performance migliore rispetto al trend di mercato. Nel corso del primo trimestre 2017 Mondadori France ha lanciato un nuovo mensile di lifestyle femminile, Mellow.

I ricavi della raccolta pubblicitaria (print+web) hanno registrato complessivamente un calo del 12,7% rispetto al pari periodo del 2016 principalmente riconducibile al digitale (17% del totale dei ricavi pubblicitari). Nel periodo di riferimento, la market share di Mondadori France si è attestata al 10,2% terzo operatore nel mercato pubblicitario della stampa periodica. L’audience digitale (web, mobile e tablet) ha raggiunto un totale di 11,9 milioni utenti unici (+3%).

Mondadori Libri si è confermata leader di mercato, incrementando con l’acquisizione dei marchi di Rizzoli Libri (Rizzoli, Bur e Fabbri Editori) la propria market share complessiva al 28%4, con ricavi pari a 80,3 milioni di euro (+26,6%) per effetto del consolidamento di Rizzoli Libri. L’Area Retail ha registrato ricavi per 42,9 milioni di euro, in flessione del 3,5% rispetto ai 44,4 milioni di euro dell’analogo periodo del 2016.