MEDIA

Nasce il nuovo ecosistema National Geographic, all’insegna della brand safety


11.05.2017
Alessandro Militi

Alessandro Militi, Vice President Marketing & Sales di Fox Networks Group Italy, spiega i cambiamenti rivolti agli advertiser. Tra due mesi online il sito internet totalmente rinnovato

di Claudia Cassino

Con la prima edizione del National Geographic Festival delle Scienze, in programma da oggi al 14 maggio presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma, debutta anche il nuovo corso dello storico brand National Geographic, una vera e propria istituzione nata nel 1888.

Come spiega Alessandro Militi, Vice President Marketing & Sales di Fox Networks Group Italy, l’intento è quello di proporre agli advertiser un “ecosistema protetto, composto da magazine, canali tv, eventi sul territorio e prossimamente dal nuovo sito internet, dove le aziende possono comunicare in un contesto di brand safety e trovare l’endorsement ideale per attività di partnership all’insegna della qualità. Penso ai marchi del settore automotive e dell’energia, ma anche a quelli del sistema bancario e del food: sono tante le aziende che potrebbero legare i loro progetti a un brand come National Geographic, che tra l’altro devolve ogni anno un terzo dei suoi profitti alla ricerca scientifica”.

Nell’ottica di questo percorso di cambiamento va letta anche la nascita, avvenuta un anno fa, di National Geographic Partners, joint venture tra il gruppo Fox e la National Geographic Society, che gestisce a 360 gradi tutte le attività commerciali di National Geographic: dai canali tv (in Italia in esclusiva su Sky), all’intero licensing del brand, a partire dal mensile edito in Italia dal Gruppo Espresso, fino alle piattaforme digitali, ai viaggi, ai libri e alle guide turistiche.

Tra due mesi, inoltre, sarà online il nuovo sito nationalgeographic.it: una piattaforma totalmente ridisegnata e user friendly dove confluiranno i contenuti del magazine cartaceo, le news, ma anche i video e le attività dei canali tv.

“Ovviamente ci sarà spazio anche per le operazioni di branded content. Obiettivi commerciali per il nuovo ecosistema? È ancora presto per parlarne, siamo al lavoro sui nuovi business model. Diciamo che il 2017 sarà l’anno zero di questo cambiamento. Da oggi iniziamo a cercare partner, non clienti”.

Tra le novità rispetto al passato, Fox collaborerà con la concessionaria Manzoni (che gestisce la raccolta pubblicitaria per la testata e il sito web) su progetti di comunicazione congiunti. Ai numeri del magazine e dei canali tv (700 mila contatti ogni giorno), per il calcolo della total audience, si dovranno aggiungere i risultati delle attività di licensing, gli utenti del nuovo sito e la reach degli eventi sul territorio. “Basti pensare che in questi quattro giorni a Roma, per il National Geographic Festival delle Scienze, sono attese oltre 40.000 mila persone”, conclude Militi.