CREATIVITY

Tena è ‘come vuoi tu’ con i nuovi Lady Discreet e Bbdo


08.05.2017

Il budget si aggira intorno ai 7-8 milioni di euro, in crescita rispetto all’anno precedente di circa 10-15%. Incrementato anche il peso del digital: +20% rispetto al 2016

Tena lancia i nuovi Tena Lady Discreet, la nuova linea rivolta alle donne che cercano discrezione e femminilità, con la protezione e il comfort di sempre.

“Siamo molto orgogliosi di presentare Tena Lady Discreet, la nuova linea di assorbenti per perdite urinarie, sempre più vicina ai bisogni di discrezione, sicurezza e comfort di tutte quelle donne che convivono quotidianamente con le perdite – spiega Michela Marabini, marketing manager Tena -. Grazie all’innovativa tecnologia compressa micro Protextm, i nuovi assorbenti Tena Lady Discreet offrono al tempo stesso una protezione efficace dove è necessaria e quella discrezione a cui le donne non vogliono rinunciare. Ora con uno spessore ridotto del 20% rispetto a prima, offriamo loro la possibilità di sentirsi sicure, libere di essere se stesse e di indossare ciò che desiderano”.

Il nuovo lancio sarà supportato da una campagna multimediale, on air da domenica 7 maggio su tutte le principali reti tv e, a seguire, su stampa e digital con una comunicazione che si inserisce perfettamente nel claim ‘Tena per essere come vuoi tu’. Al centro della campagna, infatti, ci sarà lo spot che vede come protagonista una donna sicura di sé, che decide di partecipare al Carnevale di Rio, cosa possibile grazie alla protezione e la discrezione assicurate dai nuovi Tena Lady Discreet.

La protagonista rappresenta, così, tutte quelle donne che vogliono essere libere di fare e indossare ciò che vogliono, sentendosi a proprio agio in ogni situazione. La creatività è internazionale di Bbdo, riadattata per l’Italia da Dlv Bbdo e la pianificazione è di Zenith.

Il digital, invece, è coordinato da DigitalsLbi. A supporto della comunicazione e delle relazioni pubbliche, infine, Chiaramente Comunichiamo.

Il budget si aggira intorno ai 7-8 milioni di euro, in crescita rispetto all’anno precedente di circa 10-15%. Incrementato anche il peso del digital che ha visto un aumento del 20% rispetto all’anno 2016.