CREATIVITY

Miroglio Fashion, per il nuovo percorso 19,5 milioni di euro in marketing nel 2017


04.05.2017
HANS HOEGSTEDT

di Laura Buraschi


Arrivato in Miroglio Fashion a fine 2016, il nuovo  amministratore delegato Hans Hoegstedt, ha presentato ieri alla stampa il nuovo percorso dell’azienda piemontese che riunisce marchi come Motivi, Oltre, Fiorella Rubino, Elena Mirò, Caractère, Per te by Krizia, Luisa Viola e Diana Gallesi.

Un rinnovamento importante che  passa attraverso una riorganizzazione delle divisioni, con l’arrivo di nuovi manager e uno studio sui brand che ha portato alla decisione di concentrarsi su Motivi, Oltre, Fiorella Rubino, Elena Mirò, che insieme rappresentano l’83% del fatturato aziendale.

I primi risultati non hanno tardato ad arrivare: nel primo trimestre 2017 l’azienda ha registrato una crescita dei ricavi parti al 18%. Per attuare questi cambiamenti, Miroglio Fashion ha messo sul piatto nel 2017 40,8 milioni di euro di investimenti; di questi, 3,9 saranno dedicati alla tecnologia, 17,4 al retail e ben 19,5 al marketing.

“In questa prima fase ci siamo concentrati soprattutto sul posizionamento – sottolinea  Hoegstedt – ma andando avanti nell’anno ripenseremo alla comunicazione e non è esclusa la possibilità di aprire delle gare su alcuni brand”.

Motivi è attualmente in pianificazione su affissione, stampa, eventi, web e attività di ambush marketing, con testimonial la top model Kate Grigorieva. Vanessa Incontrada è la protagonista della comunicazione Elena Mirò, firmata dal freelance Lele Del Fabbro, mentre il brand Fiorella Rubino, con creatività di Dlv Bbdo, punta su Noemi: in entrambi i casi i mezzi scelti sono stampa, web ed eventi, con l’aggiunta della radio per Fiorella Rubino, per la quale la cantante ha prestato la propria voce.

Il marchio Oltre, invece, dalla sua nascita nel 2000 a oggi non è mai stato in comunicazione: nella seconda parte dell’anno farà quindi il suo debutto con una strategia ancora in definizione, per la quale l’azienda sta consultando tre agenzie: Twin Studio, Welcome e La Sartoria.

Pianificazione e acquisto degli spazi sono realizzati internamente con la consulenza del centro media InMediaTo. A oggi la distribuzione di Miroglio Fashion è di 1.188 punti vendita monomarca, pari a oltre 10 chilometri di vetrine. Grazie a un approccio omnichannel, alla vendita nei negozi si è nel tempo affiancata e integrata quella online, che nel primo trimestre 2017 ha fatto registrare un +70%.

È stato appena lanciato, inoltre, un grande piano di rinnovamento dei negozi, ‘300 in 300’, che prevede il restyling di 300 punti vendita in 300 giorni su tutto il territorio nazionale e in Europa.

Il 2017 infine è anche l’anno dei grandi investimenti in tecnologia: con il progetto Miroglio Retail 4.0 sono state implementate una serie di attività innovative, dalla tecnologia RFID con etichetta tracciante, al progetto ‘Casse intelligenti’ realizzato con Oracle su tutta la catena negozi, al ‘Borsino’ che combina intelligenza artificiale e l’esperienza del personale per il riassortimento del magazzino centrale e lo scambio dei capi tra negozi.

A breve sarà inoltre finalizzata la nuova piattaforma di e-commerce per i principali brand grazie al supporto di Salesforce Commerce Cloud. Miroglio Fashion è stata inoltre tra i primi in Italia ad adottare Workplace, tool creato da Facebook per facilitare e velocizzare la comunicazione interna in azienda.