DIGITAL

Il ‘grande’ cinema targato Rai in anteprima su TIMvision


06.02.2017
Flavio Cattaneo

Tim e Rai hanno siglato un accordo strategico che permetterà a tutti gli abbonati di TIMvision, la piattaforma televisiva on demand della compagnia di tlc, di vedere in anteprima assoluta tutti i venti film del listino cinematografico di Rai Cinema/01 proiettati nelle sale cinematografiche nel corso degli ultimi mesi.

Il ciclo si aprirà con La corrispondenza di Giuseppe Tornatore e si chiuderà con l’ultimo film di Alessandro Siani Mr. Felicità. Nel 2017 tra gli altri successi cinematografici inclusi nell’accordo Veloce come il vento di Matteo Rovere, La pazza gioia di Paolo Virzì, In guerra per amore di Pif e L’estate addosso di Gabriele Muccino. A un anno dall’uscita nelle sale tutti i contenuti saranno sempre disponibili in esclusiva on-demand per 24 mesi su TIMvision. Gli stessi titoli avranno un passaggio sulle reti Rai a partire dal trentesimo giorno dalla messa online di TIMvision.

“Siamo molto orgogliosi di questo importante accordo con Rai – ha dichiarato Flavio Cattaneo ad di Tim -. Grazie a partnership come questa, siamo in grado di offrire al grande pubblico e in esclusiva ai nostri clienti la visione di film italiani di successo. L’iniziativa conferma la nostra strategia, volta ad accelerare il ‘quadruple play’. Con Rai stiamo inoltre lavorando per dar vita ad ulteriori progetti congiunti al fine di realizzare opere audiovisive film e fiction”.

Antonio Campo Dall’Orto

“Questo accordo – ha commentato Antonio Campo Dall’Orto, direttore generale Rai – segna un passo ulteriore nella strategia Rai a sostegno al sistema cinematografico italiano e di produzione di valore per il nostro pubblico, al quale potremo proporre un’importante serie di film di recentissima uscita nelle sale: contenuti e tempi di fruizione che ieri erano premium ora sono per tutti gli abbonati Rai.

Un risultato – continua Campo Dall’Orto – ottenuto anche attraverso l’ulteriore concretizzarsi di una strategia comune con Tim, nell’ottica di una media company di servizio pubblico che non si considera competitor ma ‘volano’ dell’industria produttiva italiana. Crediamo infatti che più soggetti attivi ci sono, più la catena del valore è preservata e il pubblico garantito rispetto alla qualità dei contenuti.

Il tutto grazie ad un rinnovato gioco di squadra, con una collaborazione tra capo gruppo, Rai Cinema e Rai Com che permette all’azienda di agire in totale comunità d’intenti consentendoci di ottenere risultati importanti come quello di oggi”.