MEDIA

Discovery: in autunno il portfolio sfiora il 7% di share e cresce del 10% in prima serata


13.01.2017
Marinella Soldi

Discovery Italia archivia l’autunno 2016 con ascolti record, chiudendo un anno importante anche dal punto di vista pubblicitario: secondo il quotidiano Italia Oggi, infatti, il polo televisivo guidato da Marinella Soldi, managing director Discovery Communications Southern Europe, ha raggiunto nel 2016 una raccolta netta di 200 milioni di euro in crescita del 14-15% rispetto al 2015.

In particolare, per quanto riguarda gli ascolti, nel periodo settembre-dicembre 2016 l’intero portfolio ha raggiunto il 6,9% di share sugli individui, il 9% sul target commerciale 25-54, e il 9,3% sui Millennials, crescendo su tutte le fasce pregiate di pubblico. Un trend ancora più significativo in prime time, dove il portfolio registra una crescita del +10% rispetto al 2015.

E un andamento ancora migliore in questi primi giorni del 2017 dove il portfolio raggiunge il 7,6% di share sugli individui e il 10% di share sul target commerciale 25-54.

Accanto a questi straordinari numeri, cresce il consumo di contenuti anche sulle altre piattaforme: nel 2016 il servizio Ott gratuito Dplay è stato utilizzato da oltre 12,5 milioni di utenti unici. Crescono anche i fan e i follower sulle pagine social, ormai oltre 13 milioni.

Nel complesso, Discovery grazie alle sue piattaforme online, digital e social nel 2016 supera una reach di 35 milioni di utenti. Entrando nel dettaglio, Real Time chiude un altro anno da incorniciare: conferma la propria posizione di 8° canale nazionale con l’1,6% di share nel giorno medio – miglior autunno di sempre – e 6° canale nazionale sulle donne 15-54 (+10% rispetto al 2015) e, tra i tanti successi, registra il record assoluto per Bake Off Italia che per la puntata finale ha superato i 2 milioni di telespettatori.

Ottime performance anche per Nove – pronto ad accogliere Maurizio Crozza nei prossimi mesi – che ha raggiunto l’1,1% di share crescendo in autunno del +14% rispetto al 2015. Particolarmente positiva la performance del canale in prime time che, con l’1.2% di share cresce del +46% rispetto al 2015. Tra i grandi successi della stagione il quiz Boom! di Max Giusti, con picchi di oltre il 2% di share.

Conferme anche per DMax, 6° canale nazionale sul target maschile 15-34, che con il film Unto e Bisunto: la vera storia di Chef Rubio ha registrato la miglior performance del 2016 con 659mila telespettatori e il 2,5% di share; per Giallo che ha ottenuto quest’anno il miglior risultato di sempre con la miniserie-evento Dieci Piccoli Indiani, 561mila telespettatori e 2,1% di share, e per Focus, sempre più spesso nella Top20 dei canali più visti.

Ottime performance anche per i canali kids: grazie a K2 e Frisbee, Discovery è l’editore con la crescita più alta nel polo kids, +14% nell’autunno 2016. Un successo trainato da Frisbee con la notevole crescita del tempo speso sul canale (+7% rispetto al 2015).

Il 2016 è stato anche un grande anno di sport per il gruppo. Eurosport, che dal 1 gennaio 2017 è diventato ufficialmente ‘Home of the Olympics’, nel periodo ottobre-dicembre cresce del +26% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Particolarmente brillanti in queste settimane le performance della Coppa del Mondo di sci, con gli atleti italiani grandi protagonisti. E anche i grandi eventi sportivi in onda sugli altri canali del portfolio hanno ottenuto quest’anno risultati particolarmente positivi: la finale di Coppa del Re Barcellona-Siviglia ha tenuto incollati al Nove 772mila telespettatori con il 4% di share, e i match dell’Italrugby dell’RBS 6 Nazioni, in onda su DMax e Nove, quest’anno hanno registrato una crescita del +9% di share, con una media di 653mila telespettatori.