DIGITAL

Italiaonline: Maurizio Mongardi nominato Chief Operations Officer


12.01.2017
Maurizio Mongardi

Responsabile delle aree: Customer Operations, Information Technology, Program Management e Procurement

Italiaonline completa un altro importante tassello della sua organizzazione con la nomina di Maurizio Mongardi a Chief Operations Officer.

Manager di consolidata esperienza anche estera, Maurizio Mongardi ha all’attivo importanti ruoli ricoperti in RCS, Wind, De’Longhi, Fila e Sony. Come coo della prima internet company italiana, le attività di cui Mongardi avrà la  responsabilità coprono quattro aree aziendali: Customer Operations, Information Technology, Program Management e gestione degli acquisti.

“Maurizio giocherà un ruolo chiave nel processo di integrazione in corso e nello sviluppo della struttura responsabile della gestione dei nostri Clienti – ha commentato Antonio Converti, ceo di Italiaonline -. Il futuro è legato alla Customer Experience che trasferiamo ai nostri Clienti e noi vogliamo puntare all’”eccellenza” in questo settore. Sono certo che un manager di spessore come Maurizio saprà vincere questa sfida. A lui e al suo team vanno i miei migliori auguri di buon lavoro”.

Maurizio Mongardi è un manager di nota e comprovata esperienza maturata in Italia e all’estero. Prima di fare il suo ingresso in Italiaonline, il suo ultimo incarico è stato in RCS Media Group, dove dal 2012 ha ricoperto il ruolo di direttore delle Risorse Umane e Organizzazione e ha inoltre avuto per un anno la responsabilità dell’area delle Operations italiane dell’importante gruppo editoriale.

Componente del CdA di Dada, Mongardi è stato direttore Risorse Umane e Organizzazione di Wind, De’ Longhi, Fila Sport (Gruppo HdP) e Sony Italia, oltre che supervisore delle politiche di employee benefits per tutto il gruppo Sony in Europa, a seguito dell’esperienza svolta negli headquarter di Colonia. Negli anni della sua permanenza in Wind, dal 2006 al 2012, ha lavorato a stretto contatto con l’azionista di riferimento della attuale Italiaonline.