CREATIVITY

Mercedes-Benz Italia mette in pista l’innovazione per creare engagement


02.12.2016
Carla Leveratto, creative director di Gruppo Roncaglia e Cesare Salvini, direttore marketing di Mercedes Benz Italia

di Andrea Crocioni


“Non ci siamo limitati a utilizzare nuovi strumenti, ma abbiamo cercato di farlo in modo innovativo”.

In queste parole di Cesare Salvini, direttore marketing di Mercedes-Benz Italia, si può raccogliere il senso dell’appuntamento ‘Innovation in the fast lane’ organizzato a eurobest dal Gruppo Roncaglia che ha visto protagonista la casa automobilistica tedesca

. Ad affiancare il manager, Carla Leveratto, direttore creativo dell’agenzia di comunicazione che ha raccontato, attraverso significative case history studiate per il mondo digitale, la felice collaborazione con il brand della stella. In particolare l’intervento si è focalizzato su tre operazioni che hanno legato la presenza di Mercedes in F1 e Twitter.

“Siamo partiti dalla necessità di comunicare il ringiovanimento del marchio alla nostra community di clienti”, ha spiegato Salvini.

“Per farlo abbiamo deciso di puntare su un partner sulla social area capace di creare engagement – ha proseguito -. Abbiamo scelto Twitter perché ci sembrava il media più adatto per la costruzione dell’immagine di marca. Non ci serviva una semplice cassa di risonanza”.

Da qui si sono susseguite tre operazioni molto innovative. La prima, nel 2014, è stata #FormulaTweet, nata per lanciare il canale Twitter di Mercedes in Italia legandola alla passione per la F1, una vera sfida ai limiti della ‘provocazione’ se consideriamo che il nostro è il Paese della Ferrari. A questa è seguita #FindTheSUV, studiata per il lancio di tre nuovi modelli che ha previsto un’originale ‘caccia al suv’ nascosto all’interno del Parco di Monza puntando su un innovativo uso di Periscope.

Più recente, è datata 2016, #GoMB, messa a punto in occasione del Gp d’Italia che attraverso la creazione di due emoji personalizzate dei due piloti Mercedes, Nico Rosberg e Lewis Hamilton, ha fatto schizzare le conversazioni su Twitter.

“Per il 2017 la nostra volontà è quella di essere sempre all’avanguardia nella comunicazione, lavorando a un sempre maggiore coinvolgimento del pubblico. Lo faremo anche attraverso partnership con il mondo digital che potremmo annunciare prossimamente. La sfida per noi è di integrare anche gli aspetti più tradizionali della comunicazione in un contesto sempre più digitale”.


Gruppo Roncaglia ‘allarga gli orizzonti’

Gruppo Roncaglia ha vissuto da protagonista questa edizione 2016 di eurobest in qualità di founding partner.

“Una scelta che nasce da una volontà ben precisa – ha spiegato il presidente e fondatore Armando Roncaglia -. Vogliamo trasformarci in una multinazionale indipendente italiana della comunicazione e per farlo è necessario allargare i nostri orizzonti. Non si parte dalle sedi all’estero, ma da un approccio internazionale. Questo non è possibile senza gli strumenti culturali che hanno le agenzie che si muovono sui mercati globali”.

La parola d’ordine deve essere dunque formazione. “In questa direzione va l’accordo che abbiamo fatto, unica agenzia italiana, con l’International EACA Academy per garantire sessioni periodiche di formazione ai nostri dipendenti”, ha aggiunto l’imprenditore.

“Vogliamo metterci nelle condizioni di poter intercettare i budget internazionali che gravitano in Italia, cosa che purtroppo accade sempre più di rado nel nostro Paese”, ha precisato Roncaglia. L’agenzia, intanto, ha recentemente aperto una nuova sede a Milano.

“Oggi – ha concluso – siamo 65 persone e immaginiamo un’ulteriore crescita dell’organico del 20%”.  (A.Cr.)