MEDIA

Rai Pubblicità, per Sanremo 2017 obiettivo oltre i 25 milioni di raccolta


27.10.2016

Tra le novità della prossima edizione il roadshow e la puntata speciale del 10 dicembre, da cui si attendono altri 2 milioni 

di Claudia Cassino

Rai Pubblicità ha presentato ieri sera a investitori e centri media un’anteprima dell’offerta commerciale dedicata al Festival di Sanremo, che si svolgerà al Teatro Ariston dal 7 all’11 febbraio 2017. La 67esima edizione della kermesse, condotta per il terzo anno consecutivo da Carlo Conti, sarà trasmessa in diretta da Rai1 e da Rai HD con una copertura che spazierà dalla tv alla radio al digital.

L’obiettivo di raccolta pubblicitaria per l’evento è di superare i 25 milioni di euro, dopo 4 anni di crescita costante nell’interesse da parte del mercato: nel 2013 il fatturato del Festival è stato pari a 21,3 milioni di euro (con 83 clienti), salito a 23,7 milioni nel 2014 (98 clienti) e a 23,9 milioni nel 2015 (140 clienti).

Il record nel 2016 con 24,3 milioni di ricavi, a fronte di 148 clienti. L’edizione 2016 è stata anche da record per quanto riguarda gli ascolti: 10.746.000 telespettatori medi (con una copertura pari a 38.294.000) e una share del 49,6% (con oltre 2 ore di permanenza).

Il 2016 ha contribuito inoltre a ringiovanire il target del Festival: la share sui 15-24 anni è salita, per esempio, dell’1,9% (54,9%) e quella sui 35-44 anni del 2,9% (46,6%). Ottimi anche i risultati sul fronte digital con un milione di browser unici, 20 milioni di pagine viste e 13 milioni di video preroll vod + live registrati dal sito www.sanremo.rai.it. Un’edizione decisamente social con un incremento del 43% delle interazioni su Twitter e del 66% dei fan su Facebook.

Ma sicuramente si è trattato di un evento crossmediale grazie all’offerta declinata su tv, radio e web: in particolare con radio e web si sono raggiunte 2,5 milioni di ‘teste’ esclusive e un incremento di 5 punti di copertura. Anche il progetto 2017 è all’insegna della crossmedialità: oltre alla rete ammiraglia, infatti, saranno coinvolte Rai4, Radio2 e Rai Radio7 Live, mentre il digital sarà presidiato dalla neonata piattaforma RaiPlay e dai canali social ufficiali (Twitter, Facebook, Instagram e Snapchat).

Fabrizio Piscopo
Fabrizio Piscopo

Il cinema farà la sua parte attraverso il circuito di sale di Rai Pubblicità. Molte le novità in arrivo: tra queste il roadshow guidato da una coppia di DJ di Radio2 che viaggerà attraverso l’Italia con destinazione Sanremo per dare voce alle piazze e far cantare le canzoni storiche del Festival. Le attività di promozione del roadshow partiranno con una campagna teaser (dal 16 al 22 gennaio) e proseguiranno con il tour #siamosanremo2017 (dal 23 gennaio al 5 febbraio), per poi culminare durante la settimana dal 6 all’11 febbraio. Dal 16 gennaio al 5 febbraio partirà un appuntamento quotidiano in access prime time.

Il 10 dicembre, inoltre, su Rai1 andrà in onda una serata condotta da Carlo Conti per far conoscere al grande pubblico le 8 nuove proposte in gara nella Sezione Giovani: durante la serata verranno svelati in anteprima anche i nomi dei cantanti che parteciperanno in veste di Campioni.

“Dal road show e dal programma del 10 dicembre sono attesi 2 milioni aggiuntivi di raccolta pubblicitaria, mentre abbiamo allo studio una nuova formula per la sponsorizzazione dei top event che rivoluzionerà il mercato”, ha spiegato Fabrizio Piscopo, ad di Rai Pubblicità.

La gara entrerà nel vivo finalmente, martedì 7 febbraio, con le esibizioni di tutti e 20 i ‘Big’: è proprio questa, infatti, una delle grandi novità della prossima edizione della rassegna nella quale, in passato, i Campioni erano suddivisi in due gruppi, tra la prima e la seconda serata. Già da subito, quindi, il pubblico da casa e la giuria della sala stampa del Festival voteranno tutte le canzoni dei 20 Campioni in gara, come previsto dal nuovo Regolamento di Sanremo che introduce, tra l’altro, alcune novità per quanto riguarda il meccanismo delle eliminazioni.

Confermati, invece, su Rai4 il commento della Gialappa’s che ‘dissacrerà’ l’evento musicale per antonomasia e il Dopofestival che andrà in onda anche la sera della finale. Intanto la concessionaria, dopo un primo semestre archiviato con 374,7 milioni di ricavi pubblicitari (+10,2%), si appresta a chiudere in territorio positivo anche ottobre e a registrare una crescita della raccolta dell’11% nei primi 10 mesi dell’anno, con la conferma dell’obiettivo di 700 milioni a fine 2016 (+7-8%), nonostante i 15 milioni ‘persi’ da Rai YoYo, Rai5 e Rai Storia.

“Per novembre e dicembre 2016 puntiamo al pareggio, così come per il 2017, anno in cui non ci saranno eventi sportivi di rilievo”, ha concluso Piscopo.

Per la presentazione completa clicca qui