MEDIA

La bellezza è live con la prima edizione del Glamour Beauty Show di Condé Nast


14.10.2016

Partner ufficiale dell’evento è Volkswagen. Bionike, Chanel, Dior, Lancôme, Mac, Phito, Shiseido e Zadig & Voltaire allestiranno una speciale performance aperta al pubblico

di Fiorella Cipolletta

Condé Nast, alla ricerca di nuove forme di dialogo con i brand e il pubblico,  lancia Glamour Beauty Show (glamourbeautyshow.glamour.it), il primo grande evento dedicato interamente al mondo della bellezza a 360° firmato da Glamour Italia, il mensile diretto da Cristina Lucchini. Il 21 e 22 ottobre presso lo Superstudio Più in via Tortona 27 a Milano Glamour regalerà a tutti i presenti un’esperienza immersiva focalizzata sul tema ‘Beauty’.

Otto brand del mondo della bellezza – Bionike, Chanel, Dior, Lancôme, Mac, Phito, Shiseido e Zadig & Voltaire – allestiranno una speciale performance aperta al pubblico, dove tutti potranno provare trucchi, profumi, comestici, vivere interactive experience, make-up & hair session, presentazioni di prodotti, informazioni e rappresentazioni, e seguire la beauty conferenze che vedrà Paola Maugeri nelle vesti di moderatrice.

Due giornate non-stop, dalle 9.30 alle 19, dedicate interamente alla bellezza, tra conferenze, startup, supercosmetici, esperienze sensoriali e digital entertainment. “Una manifestazione diversa dai soliti premi a porte chiuse, dalle varie kermesse istituzionali riservate agli addetti ai lavori – dichiara Lucchini -. Perché la bellezza è un tema che interessa tutti: è democrazia, è passione, divertimento e piacere”. Infatti proprio la bellezza e le nuove tendenze sono il cuore di glamour.it, diventato il punto di riferimento per oltre 1 milione e mezzo di visitatori unici al mese si posiziona come il più grande database sul tema bellezza.

Glamour.it,  destination digital privo di display advertising e mobile first, è un vero e proprio content machine che focalizza l’80% dei contenuti sul beauty.

Francesca Airoldi
Francesca Airoldi

“Glamour, dopo il rilancio sia della testata sia dell’identità digital, è il centro di creazione e distribuzione di contenuti relativi al mondo della bellezza – sottolinea Fedele Usai, dg di Condé Nast Italia -. Il più grande bacino con oltre 100 mila utenti profilati sulla bellezza”.

Una miniera di profili e di dati continuamente aggiornati che fanno del brand il primo osservatorio autorevole sul mondo della bellezza. Infatti proprio in occasione dell’evento verrà presentata in anteprima il report dell’Osservatorio Bocconi su ‘Beauty 2016’ che sarà disponibile sul mercato da febbraio 2017.

L’evento vedrà la partecipazione di oltre 100 influencer e beauty reporter coordinate dalla regia di glamour.it e di CNLive, che documenteranno in tempo reale la due giorni di talk & experience, oltre alla diretta su Facebook e su Instagram Stories, mentre su Twitter si potrà kermesse #glamourbeautyshow. Con oltre 15 milioni di fan sui social la Glamour Beauty Show si preannuncia esplosiva sul web e sul territorio.

“Nei due giorni avremo una reach di 40 milioni di follower – dichiara Marco Formento, Senior Vice President Digital Condé Nast -, grazie al coinvolgimento degli influencer”.

L’evento, inoltre, sarà l’occasione per presentare anche 11 start up italiane e europee che rappresentano il futuro sul mondo beauty. CN si conferma contemporanea e attiva, una macchina di produzione di contenuti.

“Siamo riusciti a riunire 8 big player che ci aiuteranno a tradurre  il mondo dei grandi trend in campo beauty – spiega Francesca Airoldi, Direttore Divisione Glamour, Vogue, Vogue Sposa, Vogue Bambini, Vogue Accessory -. Volkswagen, che sarà partner per tutti gli eventi di Glamour, a cominciare dal Glamour Beauty Show dove è partner ufficiale e che festeggerà così il lancio della Nuova up”.

Sul fronte della raccolta pubblicitaria “le performance del brand sono in linea con l’anno scorso – conclude Airoldi -. A fare la parte da leone rimane la carta con l’80%. Il digital, al 10%, continua a crescere, e gli eventi pesano l’8%”.  Radio ufficiale dell’evento è Radio Monte Carlo.

Marco Formento, Fedele Usai, Cristina Lucchini e Paola Maugeri
Marco Formento, Fedele Usai, Cristina Lucchini e Paola Maugeri